La guerra dei mondi [1]

Film 1953 | Fantascienza +13 85 min.

Titolo originaleWar of the Worlds
Anno1953
GenereFantascienza
ProduzioneUSA
Durata85 minuti
Regia diByron Haskin
AttoriAnn Robinson, Paul Frees, Sandro Giglio, Gene Barry, Les Tremayne, Robert Cornthwaite Lewis Martin, William Phipps, Vernon Rich.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,13 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Byron Haskin. Un film con Ann Robinson, Paul Frees, Sandro Giglio, Gene Barry, Les Tremayne, Robert Cornthwaite. Cast completo Titolo originale: War of the Worlds. Genere Fantascienza - USA, 1953, durata 85 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,13 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La guerra dei mondi [1] tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Tratto dal romanzo piu famoso di H. G. Wells, diretto e prodotto da due maghi degli effetti speciali (Byron Haskin e George Pal), un film di Sci-Fi tipico degli anni della guerra fredda, divertente e spettacolare. Il film ha ottenuto 3 candidature e vinto un premio ai Premi Oscar,

La guerra dei mondi [1] è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,13/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,13
CONSIGLIATO SÌ
Da un celebre racconto di H.G. Wells, un'opera di ottima perizia tecnica e di notevole innovazione visiva.
Recensione di Davide Morena
Recensione di Davide Morena

Da un celebre racconto di H.G. Wells, lo specialista di genere Haskin dirige un film che la Paramount avrebbe fortemente voluto affidare ad Orson Welles come debutto, dopo la clamorosa farsa radiofonica che questi fece e che è ricordata con lo stesso nome di "war of the worlds". Forte di un budget di tutto rispetto, in gran parte utilizzato per la cura degli effetti speciali, La guerra dei mondi racconta di un tranquillo paesino della provincia americana, dove un giorno si schianta un meteorite. Lo sgomento della popolazione è ancora più grande quando si scopre che non si tratta di un corpo celeste bensì di un'astronave aliena. E lo sgomento si fa panico quando gli extraterrestri palesano la loro ferma volontà di conquistare il mondo. La lotta è impari, vista l'evolutissima tecnologia aliena, ma gli umani sono decisi a resistere fino alla fine, tra le città che vengono rapidamente rase al suolo. Solo un miracolo li può salvare...
Realizzato in piena guerra fredda, il film è una metafora spudorata del "pericolo comunista" e della profonda demonizzazione della Russia dell'epoca, per certi versi ancor più lontana dalla società statunitense di quanto fossero gli U.F.O., che allora erano popolarissimi nell'immaginario collettivo. La grossolanità di questo paragone non toglie comunque un'oncia del fascino ad un'opera di ottima perizia tecnica e di notevole innovazione visiva, che saprà conquistarsi un posto d'onore nei cuori degli appassionati di fantascienza per decenni a venire.

Sei d'accordo con Davide Morena?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Con le loro navi dotate di raggi micidiali, i Marziani invadono la Terra cominciando dagli USA. L'impotenza provoca il panico. Ci pensano i microbi a debellarli. Invasione rinviata. Ottenne, senza nomination, un Oscar speciale per gli effetti speciali di George Pal che sono quasi tutto in questo SF tratto da un romanzo (1898) di Herbert G. Wells, sceneggiato da Barre Lyndon e prodotto da G. Pal per Paramount. Che strazio, però, quando i personaggi parlano.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Nei pressi di una cittadina californiana si abbatte quello che sembra un grosso meteorite. Gli incuriositi abitanti, constatato che l'oggetto non ha provocato gravi danni e che è talmente incandescente da non poter essere avvicinato, rimandano a più tardi analisi ed esami. Solo tre persone restano nei pressi, più che altro per impedire che qualche sconsiderato possa farsi male nel tentativo di portarsi a casa qualche infuocato souvenir. Ma durante la notte un portello si apre e dal proiettile celeste emergono le mortali macchine da guerra dei marziani, avanguardia di un attacco su larga scala. Miriadi di proiettili si abbattono in ogni angolo del mondo e l'invasione ha inizio. Neanche la bomba atomica riesce a fermare gli assalitori, ma quando la fine del genere umano sembra segnata, i marziani vengono sterminati "...dagli esseri più piccoli che Dio, nella sua infinita saggezza, ha posto sulla Terra...". I microbi, i germi, i batteri, portatori di malattie cui l'uomo si è ormai assuefatto, si rivelano invece letali per gli organismi alieni: George Pal, produttore di altre memorabili pellicole come Quando i mondi si scontrano, Uomini sulla Luna, L'uomo che visse nel futuro, volle assolutamente mantenere la morale di Wells, forse troppo semplicistica per gli anni '50. Gene Barry impersona il Dr. Clayton Forrester, il fisico nucleare che conduce la disperata lotta contro gli invasori. A lui si unisce Sylvia Van Buren (una Ann Robinson nel suo primo ruolo da protagonista, e che riapparirà alcuni anni più tardi in una serie di telefilm ispirati a questa pellicola). Memorabili le scene dell'attacco alieno ad una Los Angeles semideserta, abbandonata dalla popolazione in preda al panico, e naturalmente il "faccia a faccia" di Sylvia con un marziano (opera di Charles Gemora, tecnico, truccatore e scultore, che impiegò tre mesi di lavoro per realizzarlo). Pietra miliare del cinema di sf, il film rappresenta anche la migliore opera tra quelle prodotte da George Pal. Per gli appassionati, sono da ricordare le immagini iniziali dei pianeti del sistema solare, opera del mitico Chesley Bonestell, autore di quadri e disegni di soggetto astronomico e astronautico di ineguagliabile bellezza. Nella versione originale la voce del narratore è di Cedric Hardwicke.

LA GUERRA DEI MONDI [1]
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€8,50
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 10 agosto 2010
Tom Cine

1898 : George Wells, celebre scrittore inglese di fantascienza ( suoi anche "L'isola del dottor Moreau" e "L'uomo invisibile" ) scrive un romanzo in cui, attraverso la storia di una sanguinaria invasione aliena, mette alla berlina il colonialismo inglese. 1938 : il testo passa per le mani di Orson Welles che ne trae una trasmissione radiofonica diventata storica per gli [...] Vai alla recensione »

domenica 22 maggio 2011
Fierror

avendo visto prima il secondo e poi questo anche se la trama ovviamente è quasi identica,preferisco questo all'altro,anche se gli effetti speciali sono peggiori del secondo (essendo un film del 1953 sono tuttavia sorprendenti in quanto a realismo)questo film raffigura la curiosità di quel periodo verso i dischi volanti,proprio in quegli anni doveva esserci stato l'incidente di Roswell

venerdì 6 novembre 2009
politically not correct

Metafora spudorata del "pericolo comunista" è una, superficiale, quanto propagandistica, chiave di lettura: quindi, inaccettabile. Perché, poi, il compagno(compagno?) Morena, abbia sentito la necessità di "virgolettare" la locuzione,questa sì, da: guerra fredda (come la panzana della colomba della pace!) necessiterebbe di approfondimento, in diversa sede.

Frasi
Bilderbeck: "In altre parole, se la bomba atomica fallisce, i marziani potranno conquistare la Terra in sei giorni"
Sylvia: "Lo stesso tempo che c'è voluto per crearla..."
Dialogo tra Sylvia van Buren (Ann Robinson) - Dr. Bilderbeck (Sandro Giglio)
dal film La guerra dei mondi [1] - a cura di Enzo Terzuoli
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Maurizio Cabona
Il Giornale

Fra belle scene d'azione e brutte scene di recitazione, come sempre nei film di Steven Spielberg, La guerra dei mondi impasta l'archetipo dell'invasione spaziale cinematografica - La guerra dei mondi di Byron Haskin (1952) - coi recenti luoghi comuni patriottici e le esigenze bushiane di rilanciare i valori familiari. Fin qui c'è coerenza nel film. Però poi Spielberg - con gli sceneggiatori Josh Friedman [...] Vai alla recensione »

Enrico Magrelli
Film TV

Nel 2005, a quattro anni dalla tragedia dell’attacco alle Twin Towers, l’aggressione agli Stati Uniti, Paese emblema e sintesi di un modello di civiltà, la minaccia è quella dei terroristi. La guerra tra il nostro mondo, il nostro modello di vita, la nostra cultura e quelli dei barbari dello spazio che “bevono” le persone, ne succhiano il sangue, lasciano rigagnoli solidificati in un paesaggio trasformato [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Per un milione di anni le loro macchine mostruose sono rimaste nascoste nel sottosuolo. Poi, in un giorno uguale a ogni altro, gli alieni hanno cominciato il loro attacco alla Terra. Questo racconta La guerra dei mondi (War of the Worlds, Usa, 2005, 116’), trasportando nella New York impaurita di oggi il racconto che Wells ambienta nella Londra lontana del 1898.

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Gli alieni sono già qui, e sono cattivi, molto cattivi. Non è più tempo di teneri E.T. e di sognanti «Incontri del terzo tipo»: con La guerra dei mondi Steven Spielberg affronta in pieno il tema dell’altro totalmente diverso da noi, catapultato fra le nostre case con il solo, terrificante scopo di annientarci. Impossibile non vedere, in questa ennesima rilettura cinematografica di H.

winner
migliori eff. speciali
Premio Oscar
1954
RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
RASSEGNA STAMPA
PREMI
MULTIMEDIA


LINK ESTERNI
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati