Passaggio a Nord-Ovest

Film 1940 | Avventura 125 min.

Regia di King Vidor. Un film Da vedere 1940 con Robert Young, Walter Brennan, Nat Pendleton, Ruth Hussey, Spencer Tracy, Louis Hector. Cast completo Titolo originale: Northwest Passage - Book I, Rogers' Rangers. Genere Avventura - USA, 1940, durata 125 minuti. - MYmonetro 4,58 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Passaggio a Nord-Ovest tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Dal romanzo di Kenneth Roberts, pressoché sconosciuto in Italia. Nel 1754 una spedizione di Rangers comandati dal maggiore Rogers si spinse su fino al... Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar,

Consigliato assolutamente sì!
4,58/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,13
ASSOLUTAMENTE SÌ
Scheda Home
News
Critica
Cinema
Trailer

Dal romanzo di Kenneth Roberts, pressoché sconosciuto in Italia. Nel 1754 una spedizione di Rangers comandati dal maggiore Rogers si spinse su fino al Canada per combattere una tribù di indiani alleata dei francesi. La spedizione riuscì. Dopo sette mesi, i Rangers, decimati, tornarono alla base di Portsmouth. È il primo grande western a colori, e che colori. È un film girato quasi completamente in esterni. Oltre a Rogers, interpretato da Tracy, la storia ruota intorno a un pittore che si aggiunge alla missione per la sua capacità di disegnare le carte. La spedizione esplora zone vergini, le barche risalgono i fiumi e vengono spinte lungo le colline. L'attacco al campo indiano è di inaudita violenza e di grande realismo, non ha nulla da invidiare alle sequenze di Soldato blu e Piccolo grande uomo, realizzate trenta anni dopo. Il ritorno è drammatico, i superstiti si raccolgono in un forte dove vengono salvati all'ultimo momento, sul punto di morire di fame. Un film in cui nulla è banale e scontato, con una tensione narrativa che non cade mai, e senza alcun compiacimento. Naturalmente non manca il mito, ma non è enfatizzato o annunciato, emerge dalle pure azioni. La figura di Rogers ha grande forza, così come l'interpretazione di Tracy, bravo come poche altre volte, e attendibile come eroe dell'Ovest, lui tozzo e piccoletto. Il Passaggio a nord-ovest è appunto il sogno di Rogers. I Rangers, ancora comandati dal maggiore, partono per l'ennesima avventura, ancora più a nord. Quando gli chiedono se davvero esista il leggendario passaggio che dovrebbe unire l'Asia all'America, Rogers risponde: "Prima di morire voglio portare una canoa piena di prodotti del Giappone fino a New York lungo l'Hudson". A quasi sessant'anni di distanza il Passaggio rimane uno dei più puri western mai prodotti. L'ottica di Vidor è quella tradizionale, degli indiani cattivi, anzi, in questo caso esageratamente cattivi, tanto da giustificarne i massacri. Ma è risaputo che il grande cinema ha preso spesso grandi abbagli di ideologia e di contenuto. In questo caso il piacere puramente cinematografico dell'"arrivano i nostri" si impone rispetto alla filologia e alla storia. Il regista massimo Griffith in Nascita di una nazione proponeva una vera apologia del Ku Klux Klan. Rimane il piacere della visione e l'equilibrio perfetto di tutto, che è di pochi capolavori del cinema.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dal romanzo Roger's Rangers di Kenneth Roberts - di cui fu filmata soltanto la 1ª parte - su sceneggiatura di Lawrence Stallings e Talbot Jannings. Da Portsmouth (Virginia), alla fine del '700, il maggiore Robert Rogers organizza un corpo di volontari, i Rangers, per una spedizione verso il Nord. Ha due scopi: trovare e distruggere un villaggio di Irochesi, alleati dei Francesi; cercare un passaggio, attraverso la baia di Baffin, tra l'attuale Canada e la Groenlandia. Girato nell'Idaho e nell'Oregon. Fotografia: Sidney Wagner, William V. Skall e 1° film a colori per K. Vidor e S. Tracy. Il paesaggio - in uno squillante Technicolor - ha una funzione importante in questo film d'avventure dove si racconta con rara forza la mistica del militarismo e della violenta conquista coloniale: i pellerossa sono presentati come selvaggi da domare o distruggere alla pari degli elementi naturali da superare nella lunga marcia. Il Rogers di Tracy è visto come un leader col carisma, "l'uomo forte", ma è tutt'altro che esaltato. Prevale il tono epico, specialmente in 2 sequenze: il trasporto delle imbarcazioni attraverso la montagna (ripresa in altri modi da R.S. Sarafian nel 1971 e da W. Herzog nel 1982) e il passaggio del fiume attraverso una catena umana.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

PASSAGGIO A NORD-OVEST disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 6 gennaio 2020
samanta

E' un ottimo film di avventure ambientato nel 1754 al tempo delle guerre tra francesi e inglesi per la conquista dell'America del Nord. La storia tratta da un romanzo storico di Kenneth Roberts (solo la prima parte), riguarda vicende e fatti reali in particolare la figura del maggiore Rogers nativo americano che costitui un reparto c.d. rangers inquadrati nell'esercito britannico e che [...] Vai alla recensione »

domenica 1 novembre 2020
paolp78

Pellicola che utilizza ingenti mezzi per una eccitante e coinvolgente storia di avventura, che ha l'ulteriore pregio di descrivere l'America di metà settecento, prima della nascita degli Stati Uniti, quando i coloni erano ancora sudditi di Sua Maestà Britannica, sicché il film assolve anche ad un compito istruttivo-educativo oltre che offrire un piacevolissimo intrattenimento. [...] Vai alla recensione »

martedì 4 marzo 2014
DOMENICO RIZZI

Biografia romanzata del leggendario maggiore Robert Rogers (1731-1795) comandante dei Queen's Rangers vestiti di verde dell'esercito britannico. Realistico e ben curato sia nelle riprese esterne quanto negli interni, si avvale della professionalità di Spencer Tracy (Rogers) Robert Young e Walter Brennan e ad un esame superficiale si potrebbe tranquillamente considerarlo [...] Vai alla recensione »

martedì 3 gennaio 2012
Antonio2011

Passaggio a nord ovest è uno dei capolavori dei film d'avventura di tutti i tempi e non si può dare 4 stelle si deve dare 5 stelle non vedo proprio cosa ci sia da ridire. 5 Stars c'è da correggere la recensione ufficiale. Grazie

giovedì 2 gennaio 2014
Contrammiraglio

Qualunque cosa si possa scrivere, sarebbe diminutiva quindi scrivo l'unica fesseria possibile: film così purtroppo non si fanno più.

Frasi
"Ci vediamo al tramonto. Oggi mi vedi così ma un giorno, se mi incontrerai per la strada, forse ti farò compassione!"
Il maggiore Robert Rogers (Spencer Tracy)
dal film Passaggio a Nord-Ovest
PREMI
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati