Piper

Un film di Carlo Vanzina. Con Massimo Ghini, Martina Stella, Anna Falchi, Maurizio Mattioli, Matteo Branciamore.
continua»
Formato Film TV, Commedia, MYMONETRO Piper * * * - - valutazione media: 3,25 su 5 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,25/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Il film: Piper
Anno produzione: 2007
La storia del locale "culto" dei giovani degli anni '60.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
primo piano
Film revival sull'apertura del mitico Piper
Marianna Cappi     * * * - -
Locandina Piper

Correva l'anno 1965, la guerra era ormai alle spalle e i giovani italiani imitavano i favolosi quattro di Liverpool suonando nelle cantine di casa e improvvisando look che i genitori non mancavano di definire carnevaleschi. Ogni grande città d'Europa aveva il suo locale, luogo di raduno di una nuova generazione di consumatori, desiderosa di consacrare in un rito collettivo la passione per la musica rock e pop. Così, quando in Italia si diffuse l'annuncio dell'imminente apertura del "Piper" a Roma, parteciparvi divenne questione di vita o di morte.
Il film tv di Carlo Vanzina, racconta i giorni immediatamente precedenti all'inaugurazione dello storico club di via Tagliamento attraverso un gruppo di personaggi di varia estrazione sociale, le cui vite si incrociano e si annodano, forse per una notte, forse per il futuro.
C'è Massimo Ghini, giornalista comunista e squattrinato che ha preso a modello il Mastroianni de La Dolce Vita ma è stato trasferito dalla politica alla cronaca perché la sua inchiesta sul tabacco dava fastidio al governo. C'è Martina Stella, studentessa veneziana che mente alla madre e scappa a Roma per sfondare come cantante, occhieggiando poco velatamente a Patty Pravo. C'è Matteo Branciamore (I Cesaroni) nei panni del chitarrista capellone Mario, figlio di un "tassinaro" romano (Maurizio Mattioli) irrimediabilmente "matusa". E poi c'è Anna Falchi, aspirante attricetta maggiorata, responsabile di un accento finto romagnolo che lascia francamente perplessi. Non manca nemmeno Carol Alt, nei panni di una nobile anticonformista, cui tutti si appellano per avere i biglietti d'entrata al Piper. Lei non esita a scomodare Enrico Lucherini (permettendo così un omaggio degli autori all'uomo che ancora oggi, anche per questo stesso prodotto tv, regge e governa l'ufficio stampa che porta il suo nome) ma, se sarà il caso, telefonerà pure ad Andreotti.
Volti televisivi, vecchi e nuovi, per un ibrido per definizione -il film tv- che annovera nel cast tecnico anche validi elementi del nostro cinema (Zamarion alla fotografia, per esempio).
Introdotto da una bella sigla dalla grafica anni Sessanta, il primo tempo di Piper scorre piacevolissimo e brillante, sulle note di "Quelli della mia età" e "Ma che colpa abbiamo noi". Vanzina pare divertirsi ancora e sempre a raccontare la sua Roma, gli incidenti in spider di chi si ferma a guardare le ragazze in minigonna, le zuppierone di cacio e pepe. Dopo i recenti racconti in chiave drammatica del nostro passato, ecco illustrato anche il lato frivolo, ma non per questo meno autentico, degli anni del cosiddetto boom.
Scivola, invece, il secondo tempo, interamente e frettolosamente occupato a raccogliere i semi narrativi piantati nella prima parte. Il regista-burattinaio riprende i suoi fili e li porta tutti, nessuno escluso, all'ingresso del "Piper", al punto che Roma sembra il più piccolo dei paesi. Di vero c'è quella mescolanza di principesse e fruttaroli, onorevoli e sciampiste, che ben fotografa la città eterna e aggiunge sale alla commedia. Non riesce, invece, la ricerca -che pur si sente- di una sottile amarezza di fondo, quella delle delusioni e delle disillusioni di un'epoca, quella di Risi e Pietrangeli, che rimangono un modello inarrivabile.

Stampa in PDF

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Piper adesso. »

NEWS | Carlo Vanzina firma la regia di "Piper": il film tv ha debuttato il 10 maggio sulle reti Mediaset che ha insieme il sapore del revival e il gusto di riscoprire gli anni '60 dal loro interno, tra successi e polemiche.

Vanzina e i ragazzi del Piper

venerdì 11 maggio 2007 - Claudia Resta

Vanzina e i ragazzi del Piper I fratelli Vanzina producono un altro film che vuole segnare il passo nell'amarcord italiano degli ultimi anni, questa volta pescando nella loro stessa memoria: i "favolosi" anni '60, che piacciono sempre di più anche alla moda. Nel film tv, un giornalista politico costretto a occuparsi dell'apertura del "Piper", un gruppo d'amici che, ispirandosi ai Beatles, sognano il successo e una ragazza di provincia che approda a Roma per assistere alla serata d'apertura della discoteca sperando di sfondare come cantante.

Piper | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità