Scacco pazzo

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionarin.d.
 critican.d.
 pubblicon.d.
Opera prima di Haber alla regia: la storia di Antonio che dopo un incidente torna ad essere come un bambino e di suo fratello Valerio che si prende cura di lui travestendosi da mamma, da papà, e da... sé stesso.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
primo piano
A causa di un incidente Antonio regredisce allo stadio infantile.
Locandina Scacco pazzo

Antonio, pochi giorni prima di sposarsi, è vittima di un incidente stradale che lo porta a regredire ad uno stadio infantile. Suo fratello maggiore Valerio si ritrova così a doversi prender cura di lui e per farlo deve ricorrere ad assurdi stratagemmi: travestendosi ora da mamma, ora da papà, non solo asseconda la demenza puerile di Antonio, ma rinfocola le relazioni di famiglia che sembravano sepolte. Marianna, fidanzata di Valerio, si intromette tra i due per cercare di dar loro una mano, ma...
Tratto dall'omonima pièce teatrale diretta nel 1990 da Nanni Loy (da un testo di Vittorio Franceschi), con gli stessi attori di allora, il debutto di Haber dietro la macchina da presa.

Stampa in PDF

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Scacco pazzo adesso. »

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Alessandro Haber la definisce una scommessa e ha ragione. Per esordire come regista questo attore che è tra i più rappresentativi della ricostruzione di un cinema italiano degno di attenzione e di affetto da parte del pubblico lungo la risalita degli anni 90, porta sullo schermo una commedia che aveva interpretato a teatro accanto all’autore Vittorio Franceschi e a Monica Scattini per la regia di Nanni Loy, cui il film è dedicato (come alla memoria di Piero Natoli). Una scommessa con la convenzione, la ritualità, la staticità teatrali. »

di Aldo Fittante Film TV

Come si fa a grattarsi il «cuore? Bisoona dire aragosta». E una delle tante surrealtà di questo felicissimo esordio nella regia di Alessandro Haber, artista multimediale, attore di cento film e almeno altrettanti spettacoli teatrali, chansonnier in tre dischi e svariati concerti, bukowskiano di fede, borderline per scelta, esagitato ansiogeno. Peculiarità che butta nel fuoco della sua passione: recitare. Con un cast conosciuto e complice, ha deciso di riaffrontare l’intenso dramma grottesco di Vittorio Franceschi (un altro esordiente, ma all’incontrano), in un film che solca e invade i tracciati segnati da L’inquilino del terzo piano di Roman Polanski; e anche quelli, tinti di nero, del dimenticato Anima persa, bellissimo film che Dino Risi ricavò da Arpino. »

Scacco pazzo | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Rassegna stampa
Paolo D'Agostini
Rassegna stampa
Aldo Fittante
Scheda | Cast | News | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità