Scacco pazzo

Film 2003 | Commedia nera 95 min.

Regia di Alessandro Haber. Un film con Alessandro Haber, Monica Scattini, Vittorio Franceschi, Andrea Riccardo Bruschi. Genere Commedia nera - Italia, 2003, durata 95 minuti.

Condividi

Aggiungi Scacco pazzo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Opera prima di Haber alla regia: la storia di Antonio che dopo un incidente torna ad essere come un bambino e di suo fratello Valerio che si prende cura di lui travestendosi da mamma, da papà, e da... sé stesso.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 1,00
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Trailer
A causa di un incidente Antonio regredisce allo stadio infantile..

Antonio, pochi giorni prima di sposarsi, è vittima di un incidente stradale che lo porta a regredire ad uno stadio infantile. Suo fratello maggiore Valerio si ritrova così a doversi prender cura di lui e per farlo deve ricorrere ad assurdi stratagemmi: travestendosi ora da mamma, ora da papà, non solo asseconda la demenza puerile di Antonio, ma rinfocola le relazioni di famiglia che sembravano sepolte. Marianna, fidanzata di Valerio, si intromette tra i due per cercare di dar loro una mano, ma...
Tratto dall'omonima pièce teatrale diretta nel 1990 da Nanni Loy (da un testo di Vittorio Franceschi), con gli stessi attori di allora, il debutto di Haber dietro la macchina da presa.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Da un copione teatrale di V. Franceschi, messo in scena per due stagioni alla fine degli anni '90, è la storia della simbiosi tra due fratelli di mezza età: Antonio, da anni in preda a una crescente regressione infantile, e Valerio che lo accudisce e ne asseconda le manie anche travestendosi da padre e da madre; all'origine un fatto luttuoso. Il rapporto fraterno è scompigliato dall'arrivo in casa di Marianna che Valerio vorrebbe sposare. Non è teatro in scatola. Nel suo esordio registico Haber traspone l'azione a scena fissa sul palcoscenico nello spazio aperto e complesso di un grande appartamento, arredato all'antica (scene di Renato Lori) e percorso dalla mobile cinepresa di Italo Petriccione. Regia funzionale al servizio degli attori, dell'inquietante corpo attoriale di A. Haber, ma anche di Franceschi, sottile nell'indossare la maschera dell'uomo comune con interiori sensi di colpa, e del brio controllato di M. Scattini. Anche a causa di guai distributivi, non ha avuto il successo che meritava. La malattia mentale fa sempre paura.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Alessandro Haber la definisce una scommessa e ha ragione. Per esordire come regista questo attore che è tra i più rappresentativi della ricostruzione di un cinema italiano degno di attenzione e di affetto da parte del pubblico lungo la risalita degli anni 90, porta sullo schermo una commedia che aveva interpretato a teatro accanto all’autore Vittorio Franceschi e a Monica Scattini per la regia di Nanni [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

Come si fa a grattarsi il «cuore? Bisoona dire aragosta». E una delle tante surrealtà di questo felicissimo esordio nella regia di Alessandro Haber, artista multimediale, attore di cento film e almeno altrettanti spettacoli teatrali, chansonnier in tre dischi e svariati concerti, bukowskiano di fede, borderline per scelta, esagitato ansiogeno. Peculiarità che butta nel fuoco della sua passione: recitare. [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati