Advertisement
Middle East Now 2020, alla scoperta del Medio Oriente in streaming su MYmovies

Dal 6 all’11 ottobre, un ricco programma di film per un sensazionale viaggio alla scoperta mondo mediorientale. ACQUISTA UN ACCREDITO
di Tommaso Tocci

mercoledì 30 settembre 2020 - Festival

Il Medio Oriente viene celebrato a Firenze grazie al Middle East Now, festival di cinema che abbraccia varie discipline (spaziando tra le arti visive in generale e la cultura anche gastronomica) e che ritorna con un’undicesima edizione un po’ in ritardo nel calendario ma ricca di eventi. Sarà possibile lanciarsi alla scoperta del mondo mediorientale anche online, grazie alla piattaforma in collaborazione con MYmovies.
 
ACQUISTA UN ACCREDITO

Il programma include film sia di finzione che documentari, ed è proprio da uno di questi, Sunless shadows, che iniziamo le segnalazioni: opera di Mehrdad Oskouei, documentarista iraniano, il film dà voce a giovani ragazze in un istituto minorile, dove sono finite per aver ucciso padri, mariti o familiari. Premiato a IDFA di Amsterdam. 

Sempre nel filone documentario proveniente dall’Iran, merita una menzione Shouting at the wind, con protagonista stavolta un ragazzo, Meysam, cresciuto con la famiglia in un quartiere povero di Teheran e determinato a coltivare la passione per la musica nonostante le circostanze difficili. Mini-ciclo di proposte iraniane che comprende anche Formerly youth square di Mina Akbari, un ricordo del gruppo redazionale che lavorava al quotidiano Jame prima che chiudesse, e che attraverso la ricostruzione delle storie individuali dice molto della traiettoria seguita dal paese negli ultimi vent’anni.

Di primo piano anche Yomeddine, che il regista Abu Bakr Shawky aveva portato in concorso a Cannes nel 2018 e che propone un viaggio in Egitto per il protagonista Beshay e per il piccolo Obama che lo accompagna. Film di scoperta e dci sogno, per aprire prospettive. Quelle stesse prospettive cercate in un viaggio stavolta forzato, di una famiglia curda che vuole fuggire dalla guerra, in Silent lighthouse, dei registi Payam Laghari e Farshad Qaffari.

Dalla Palestina, reale e surreale si fondono in Maradona’s leg (di Firas Khoury), che ci riporta al 1990 e ai mondiali di calcio con due ragazzini alle prese con la ricerca dell’ultima figurina mancante per il loro album. Arriva invece dalla Giordania, Waterproof, il brillante racconto di come un retaggio restrittivo (l’impossibilità per le casalinghe di chiamare un idraulico in assenza del marito) può trasformarsi in opportunità d’affari per tre donne che decidono di reinventarsi loro stesse idrauliche, per la regia di Daniela König.

Presenti anche le atmosfere dense tipiche del cinema turco grazie a Noah land di Cenk Ertürk, in cui un vecchio padre vuole farsi seppellire sotto l’albero che piantò da bambino, ma il figlio si trova di fronte alla complicazione di scoprirlo nel frattempo divenuto un simbolo sacro. Prove attoriali notevoli per un film passato al Tribeca film festival di New York.

Attraverso l’animazione, infine, Zabou Breitman e Eléa Gobbé-Mévellec rievocano la storia recente dell’Afghanistan in Les hirondelles de Kaboul, in cui le storie di due coppie si incrociano sullo sfondo di un paese in cui prende piede l’estremismo. Adattato dal romanzo di Yasmina Khadra.


ACQUISTA UN ACCREDITO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati