MYmovies.it
Advertisement
Festival Visioni dal Mondo, Immagini dalla Realtà 2019 - Tutti i vincitori

A Marisol di Camilla Iannetti il premio più prestigioso della competizione.

lunedì 16 settembre 2019 - Festival

Si è conclusa con grande successo di pubblico la quinta edizione del Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo, Immagini dalla Realtà, l'appuntamento con il cinema del reale ideato e prodotto da Francesco Bizzarri con la direzione artistica di Fabrizio Grosoli, che si è svolta a Milano da giovedì 12 a domenica 15 settembre.
Di seguito tutti i vincitori:

Per il concorso italiano "Storie dal mondo contemporaneo"

Premio Visioni dal Mondo, Giuria UfficialeMarisol di Camilla Iannetti. Motivazione: "Per la freschezza con la quale si racconta una storia privata, senza timidezza e senza presunzione."
Menzione speciale della Giuria UfficialeThe Valley di Nuno Escudeiro. Motivazione: "Per il racconto asciutto di una realtà drammatica vista da chi la vive quotidianamente".
Menzione speciale della Giuria Ufficiale a Demesio Lusardi, protagonista de Il tempo lungo, per sua la struggente tenerezza.

Premio BNL Gruppo BNP Paribas Visioni dal Mondo, Giuria Giovani ex aequo a Res Creata di Alessandro CattaneoThe Valley di Nuno Escudeiro
Motivazione per Res Creata: "Per una regia immaginifica e consapevole e per aver scelto di trattare una tematica originale con uno sguardo personale e poetico, mostrando le innumerevoli sfaccettature del rapporto tra l'uomo e gli altri animali."
Motivazione per The Valley: "Un film che si è contraddistinto, trattando con coraggio e umanità una tematica attuale e molto complessa. grazie ad una spiccata capacità narrativa e abilità registica."

Riconoscimento Rai CinemaMarisol di Camilla Iannetti. Motivazione: "Un incontro di sguardi capace di restituire un'idea di cinema autentica e personale."

Per il concorso internazionale "A Window onto the Future":

Premio Visioni dal Mondo, Giuria InternazionaleBuddha in Africa di Nicole Schafer. Motivazione: "Un soggetto strutturato come una fiction, con un'evoluzione della storia raccontata che sembra quasi seguire una sceneggiatura. la storia è molto interessante, anche perché ci mette al corrente di un fenomeno - la diffusione del buddismo in africa, facendo leva sul grave problema degli orfani e della povertà - di cui si sa poco. il film diventa dunque uno strumento di denuncia di ogni forma di dominio culturale, ancora oggi diffusa nel mondo. ma è la messa in scena degli eventi, l'uso delle voci off e il rapporto fra gli spazi e i tempi della narrazione a convincere la giuria della sua alta qualità."
Menzione speciale della Giuria InternazionaleThe Feminister di Viktor Nordenskiöld. Motivazione: "Il ritratto della ministra degli esteri del governo svedese è piuttosto sorprendente, perché ci permette di vedere non solo la politica internazionale al lavoro (con tutte le sue regole e i suoi intrighi), ma anche una visione conciliatrice del mondo. vedere la realtà dal punto di vista di una donna di potere, che si disfa di questo potere per ragionare, ci è sembrato molto interessante. per tali motivi la giuria assegna a questo film una menzione speciale."


VAI ALLO SPECIALE DEL FESTIVAL
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati