In viaggio con Jacqueline

Film 2016 | Commedia +13 92 min.

Regia di Mohamed Hamidi. Un film Da vedere 2016 con Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze, Christian Ameri, Fehd Benchemsi. Cast completo Titolo originale: La Vache. Genere Commedia - Francia, Marocco, 2016, durata 92 minuti. Uscita cinema giovedì 23 marzo 2017 distribuito da Teodora Film. Oggi al cinema in 28 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,08 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
In viaggio con Jacqueline
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Jacqueline, mucca algerina, viene accompagnata da Fatah alla Fiera di Parigi, attraversando Mediterraneo e Francia. In Italia al Box Office In viaggio con Jacqueline ha incassato 51 mila euro .

Consigliato sì!
3,08/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,23
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ

Il tuo browser non supporta HTML5 video. Usa Google Chrome!

CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Un clima di festa giocosa che induce lo spettatore a riflettere sul fatto che generalizzare è sempre e comunque un errore.
Recensione di Giancarlo Zappoli
domenica 26 febbraio 2017
Recensione di Giancarlo Zappoli
domenica 26 febbraio 2017

Fatah è un contadino che vive con la moglie e due figlie in un piccolo villaggio dell'Algeria. La sua passione è l'unica mucca che ha: Jacqueline. Da anni chiede di poter concorrere con lei al Salone dell'Agricoltura di Parigi e finalmente la sua costanza viene premiata: riceve l'invito. Messi insieme, con l'aiuto dei compaesani, i soldi necessari per la traversata e la sussistenza Fatah e Jacqueline partono. L'idea è quella, una volta sbarcati a Marsiglia, di raggiungere Parigi a piedi. Il viaggio ha inizio.
Il cinema francese ha nella propria storia di prodotti destinati al più vasto pubblico un film che molti ricordano per le risate ma anche per la commozione.

Si tratta di La vacca e il prigioniero di Henri Verneuil in cui Fernandel interpretava il ruolo di un prigioniero francese dei tedeschi che fuggiva da un campo di prigionia portandosi dietro una mucca.

Il film viene citato esplicitamente da Hamidi e, in questo modo, il regista dichiara la sua linea narrativa. Sarebbe infatti facile liquidare In viaggio con Jacqueline utilizzando la ormai onnicomprensiva e superficiale definizione di 'buonista'. Perché Fatah in Francia trova sempre persone disposte ad aiutarlo (polizia a parte). Anzi, chi lo tratta male al suo arrivo è il cognato che si è 'sistemato' e non vuole averlo tra i piedi. Gli altri trovano il modo di favorire il suo percorso verso Parigi. Non è certo la Francia di Marine Le Pen quella che si trova davanti, neppure quando i media iniziano ad occuparsi di lui, novello Forrest Gump che però una meta ce l'ha.
Il film non risparmia ironie sulla mentalità algerina (mentre i maschi occhieggiano su Internet donne appetibili le donne sono sotto stretto controllo degli uomini) ma ciò che lo rende originale è proprio il clima di festa giocosa, anche se costellata di equivoci e incidenti, che induce lo spettatore, che non sia già schierato in modo pregiudizievole, a riflettere sul fatto che generalizzare è sempre e comunque un errore. Fatah ha un sogno come ce l'hanno tanti di coloro che cercano di raggiungere l'Europa. La quale ha i suoi problemi (e la protesta degli agricoltori è lì a testimoniarlo) ma non sarà certo demonizzando tutto il mondo musulmano che si sconfiggerà l'Isis. Fatah e la sua Jacqueline ce lo ricordano con un sorriso e un muggito.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 27 marzo 2017
Zoom e Controzoom

Se una delle modalità per guardare un film, escludesse il sonoro, dalle prime scene di questo film, dell’epoca in cui accade e di conseguenza del quando si svolge la vicenda, ci faremmo un’idea del tutto sbagliata: non succede in un lontano paese di montagna in Europa e alla fine degli anni ’50, bensì in Algeria e in quest’epoca attuale.

mercoledì 29 marzo 2017
Flyanto

 "In Viaggio con Jacqueline" è un film itinerante in cui il protagonista di nome Fatah, un contadino di un piccolo paese dell'Algeria, intraprende a piedi un lungo cammino dall'Algeria, appunto, sino a Parigi al fine di far concorrere al Salone dell'Agricoltura la propria adorata mucca di nome Jacqueline. Dopo svariati tentavi falliti nel corso degli anni, Fatah viene [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 marzo 2017
melandri

Grazioso, è l'aggettivo per questo film. per chi vuole passare 90 minuti in relax senza stancare troppo il cervello. lo definirei un film per anime semplici. la storia in sè è molto semplice, l'intento quello di mostrare un integrazione possibile tra mondi distanti. si lascia guardare grazie alla simpatia del protagonista , alcune scenette che strappano il sorriso e quell'au [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 25 marzo 2017
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Esiste una magnifica fotografia che ritrae Roger Federer accanto a una mucca svizzera. Non una mucca qualunque: Desirée, vincitrice di un concorso di bellezza e quindi agghindata da reginetta dell'alpeggio, con una composizione di girasoli e mughetti da interpretasi come versione elvetica del "tuttifrutti hat" di Carmen Miranda. David Foster Wallace (ma come facciamo a fare a meno di lui? Donald Trump [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 marzo 2017
Alessandra De Luca
Avvenire

Fatah, un contadino algerino che vive con la moglie e due figlie in un piccolo villaggio, nutre un grande amore anche per la sua mucca Jacqueline e sogna di farla concorrere al Salone dell'agricoltura di Parigi. Quando finalmente riceve l'invito, si mette in viaggio per raggiungere a piedi la capitale francese, diventando, tra equivoci e disavventure, l'idolo di media e social.

giovedì 23 marzo 2017
Francesco Alò
Il Messaggero

Il contadino algerino Fatah (Fatsah Bouyahmed) si mette in viaggio con la mucca Jacqueline alla volta del Salone dell'agricoltura di Parigi. Sulla sua strada incontrerà simpatici circensi, nobili francesi in depressione (Lambert Wilson) e odiosi cognati trasferitisi a Marsiglia terribilmente ostili nei confronti della vitalità del nostro protagonista.

giovedì 23 marzo 2017
Valerio Caprara
Il Mattino

Respingendo l'overdose di volgarità e faziosità che ci assedia al cinema, non perdete la chance di una pausa arguta, rasserenante e benefica. "In viaggio con Jacqueline" è, infatti, una commedia, come si dice oggi, multietnica che non finiremmo mai di lodare e promuovere perché ci sembra davvero un miracolo la grazia rapsodica e la sobrietà umoristica con cui il regista franco-algerino classe 1972 [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 marzo 2017
Cristina Piccino
Il Manifesto

Tra le ispirazioni dichiarate c'è Una storia vera di David Lynch ma La Vache - questo il titolo originale di In viaggio con Jacqueline - molto ama un film come La vacca e il prigioniero di Henri Verneuil, con Fernandel che interpretava un prigioniero in fuga dai tedeschi insieme a una mucca, e più in genere il patrimonio della tradizione comica d'oltralpe.

giovedì 23 marzo 2017
Alessandra Levantesi
La Stampa

Ecco un film piccolo di budget e grande di cuore che, nell'attuale contesto di conflittualità religiose e muri eretti sui confini, ribadisce l'esistenza di un riconoscimento reciproco che passa per la via della comune natura umana. Affezionatissimo alla sua mucca Jacqueline, il contadino algerino Fatsah accetta l'invito di partecipare a una gara bovina in una prestigiosa Fiera di Parigi e se ne parte [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 marzo 2017
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Oltre che la devozione all'icona di Fernandel il regista dichiara il proprio debito a due grandi film "sulla strada": Una storia vera di Lynch e Little Miss Sunshine. Ammirazione pienamente condivisa. Ma non c'entrano nulla con la simpatica, deliziosa, tenera e innocua favola del contadino che intraprende un lunghissimo viaggio dal suo sperduto angolo di Algeria per portare la sua adorata mucca Jacqueline [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 marzo 2017
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

"Sono troppo sensibile per essere un arabo". C'è un mondo nella frase che il semplice Fatsah pronuncia al sofisticato Philippe. Ed è proprio la genuina schiettezza del contadino algerino a conquistare il nobile francese, simbolo di un Paese alla ricerca di un sogno perduto ma ritrovato nell'impresa incredibile dì Fatsah: il viaggio a piedi attraverso la Francia con l'adorata mucca Jacqueline per condurla [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 marzo 2017
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Bellissima bestia, Jacqueline è l'amore di un contadino algerino che, accettato alla celebre fiera internazionale del bovino, viaggia a piedi da Marsiglia a Parigi smontando e rimontando le sue umili e un po' esotiche certezze sull'occidente. Al posto di Fernandel fuggiasco dai nazisti c'è lo stralunato quattrocchi arabo Bouyahmed: in chiave di commedia picaresca è la contaminazione senza pretese, [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 marzo 2017
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Fatah è un algerino dal carattere mansueto, tanto da essere preso in giro nel villaggio dove vive con moglie e figli. Non sono gli unici amori della sua vita. Lui adora anche la sua mucca Jacqueline, con la quale parte per la Francia per partecipare a un concorso zootecnico. Un road movie bizzarro, originale, ma che cattura. Un film intelligente perché, pur giocando sull'ironia, affronta tanti temi [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 marzo 2017
Natalino Bruzzone
Il Secolo XIX

Con il maiale, tanto in macelleria quanto in cucina, non si butta via niente, mentre con la vacca, tramite l'aggiunta del termine popolaresco e volgare sia della scrofa sia della femmina disinibita e promiscua, si impreca. È un'ingiustizia però, come per il mitico Calimero, il pulcino nero da sudiciume di Carosello. Ma tolti di mezzo il porco e lo sporco, l'elargitrice quotidiana di latte può diventare [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
venerdì 3 marzo 2017
 

Fatah, contadino di un piccolo paese algerino, non ha occhi che per la sua mucca Jacqueline, che da anni sogna di far partecipare al Salone dell'Agricoltura di Parigi. Quando finalmente arriva l'invito tanto desiderato, Fatah parte in traghetto alla volta [...]

Con Fatsah Bouyahmed nella parte di Fatah
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati