Una storia sbagliata

Acquista su Ibs.it   Dvd Una storia sbagliata   Blu-Ray Una storia sbagliata  
Un film di Gianluca Maria Tavarelli. Con Isabella Ragonese, Mehdi Dehbi, Francesco Scianna, Stefania Orsola Garello, Nello Mascia.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 109 min. - Italia 2015. - Palomar uscita giovedì 4 giugno 2015. MYMONETRO Una storia sbagliata * * * - - valutazione media: 3,01 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,01/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Gianluca Maria Tavarelli dirige un film intenso con Isabella Ragonese protagonista di una storia ambientata in Iraq.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una straordinaria sensibilità di scrittura per un film dai temi forti che non fa concessioni alla retorica
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Stefania e Roberto vivono una storia d'amore coniugale serena fino a quando le continue ripartenze di lui per missioni militari all'estero non iniziano ad incrinarla. Ora Stefania, infermiera pediatrica, decide di recarsi in Iraq con una missione umanitaria. Lo scopo dell'equipe medica è quello di intervenire su bambini affetti dal labbro leporino sollevandoli così dallo stato di pesante emarginazione in cui le loro comunità li hanno relegati. Quello di Stefania è però soprattutto un altro: trovare chi ha aiutato un kamikaze che portato morte e distruzione e, possibilmente, arrivare ai suoi familiari.
"Cos'altro vi serve da queste vite/ora che il cielo al centro le ha colpite/ora che il cielo ai bordi le ha scolpite". Questi sono alcuni versi della canzone di Fabrizio De André che dà il titolo al film e che possono inquadrare la vicenda. Perché Tavarelli, che torna al cinema dopo una lunga assenza, è un regista che si è sempre occupato di 'vite'. Anche quando ha fatto e continua a fare fiction televisiva di alto livello come, ad esempio Maria Montessori - Una vita per i bambini o gli episodi de Il giovane Montalbano. Nelle sue opere si avverte sempre una passione e una compassione (nel senso più alto del termine) nei confronti dei propri personaggi. È quanto accade anche in questo caso perché la Stefania di Isabella Ragonese e il Roberto di Francesco Scianna vengono accompagnati nel loro viaggio attraverso la vita con una straordinaria sensibilità di scrittura. Ciò in particolare vale per Stefania a cui la Ragonese offre una variazione di espressioni che vanno dalla luminosa e ritrosa timidezza della scena iniziale alla durezza di alcuni scontri verbali. Il montaggio in alternanza tra passato e presente consente non solo di spiegare sentimenti o decisioni dell'oggi ma presenta tutti i chiaroscuri di una vita di coppia in cui uno dei due coniugi si trova sempre più solo senza che l'altro ne sia davvero colpevole. La solitudine è uno dei temi forti del film e quelle auto che si muovono nello spazio desertico diventano segni del bisogno di trovare una ragione per ritrovare almeno se stessi.
Non è un film che fa concessioni alla retorica quello di Tavarelli: gli scontri tra Stefania e la sua guida e interprete irachena non solo mettono in luce la difficoltà di capirsi tra culture ma non fanno sconti né all'una né all'altro degli interlocutori in una ricerca motivata da una molteplicità di pulsioni al cui centro si trova (qui risiede l'ulteriore elemento di originalità) una donna. Non però una donna soldato ma, in modo molto più originale, semplicemente una moglie a cui Ragonese offre anche un corpo che muta, con un profilo che diviene sempre più affilato. Come una vita scolpita ai bordi.

Incassi Una storia sbagliata
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * - - -

Il dolore interiore, tra egoismo e buonismo

martedì 2 giugno 2015 di xXSeldonXx

Stefania, infermiera, e Roberto, militare, vivevano la loro vita felice a Gela, alternando momenti di amore passionale alle distanti video-chiamate dalla missione in Iraq. Ora Stefania è da sola in quel paese lacerato dalla guerra per il petrolio; all'apparenza è lì in missione umanitaria, ma in realtà il suo vero obbiettivo è trovare la famiglia del kamikaze che cinque mesi prima ha portato la morte in un mercato vicino al campo militare internazionale. Il continua »

* - - - -

Un film troppo piccolo su temi troppo grandi.

martedì 2 giugno 2015 di pierino60

Ho visto il film in streming, francamente non mi è piaciuto. Un film televisivo couna Ragonese fuori parte, omeglio senza una parte credibile. Una storia che vuol ripoporre "all'italiana" le tematiche psicologiche del soldato in guerra secondo l'approccio del cinema statunitense. Un ambientazione che nasconde l'ambiente 8anche perchè non si poteva giare in Irak). Un finale "politicamente corretto", sconato, degno del livello del film. Un montaggio alla continua »

* * * - -

Due vedove

mercoledì 10 giugno 2015 di angelo umana

 La guerra in Iraq vista da un’altra parte, da quella della gente normale che vive come può. Gli iracheni con strutture ospedaliere di fortuna, poveri, bambini che muoiono di niente; una coppia italiana di Gela che sogna la casa, lei infermiera pediatrica e lui soldato che va e torna dalla guerra. I nostri condottieri americani la chiamarono epicamente Desert Storm e Enduring Freedom, sembrano titoli di kolossal di guerra. Per quelli che in Iraq si facevano esplodere in attentati continua »

* * * - -

Una donna ormai sola e devastata nel profondo

venerdì 12 giugno 2015 di Flyanto

Un film che avrebbe potuto riproporre le solite vicende già presentate da altre pellicole che hanno trattato il conflitto iracheno e che invece si discosta da esse in quanto racconta la storia privata di una coppia. I protagonisti di essa sono due giovani innamorati (Isabella Ragonese e Francesco Scianna) che si sono sposati e che vivono nell' inquinata città di Gela, lei come infermiera pediatrica, lui come soldato. In seguito al conflitto bellico in Iraq lui è costretto a partire molteplici volte continua »

Kaled
"L'unica cosa di cui abbiamo paura è rimanere soli"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Una storia sbagliata

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 8 settembre 2016

Cover Dvd Una storia sbagliata A partire da giovedì 8 settembre 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Una storia sbagliata di Gianluca Maria Tavarelli con Isabella Ragonese, Mehdi Dehbi, Francesco Scianna, Stefania Orsola Garello. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet storia sbagliata (DVD) è prenotabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 14,99 €
Prezzo di listino: 16,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Una storia sbagliata

INCONTRI | Intervista al regista Gianluca Maria Tavarelli.

La guerra è il rumore di fondo delle nostre giornate

giovedì 28 maggio 2015 - Chiara Renda

Una storia sbagliata, la guerra è il rumore di fondo delle nostre giornate Stefania e Roberto vivono una storia d'amore coniugale serena fino a quando le continue ripartenze di lui per missioni militari all'estero non iniziano ad incrinarla. Ora Stefania, infermiera pediatrica, decide di recarsi in Iraq con una missione umanitaria. Lo scopo dell'equipe medica è quello di intervenire su bambini affetti dal labbro leporino sollevandoli così dallo stato di pesante emarginazione in cui le loro comunità li hanno relegati. Quello di Stefania è però soprattutto un altro: trovare chi ha aiutato un kamikaze che portato morte e distruzione e, possibilmente, arrivare ai suoi familiari.

   

NEWS | L'elenco completo dei cinema che programmano il nuovo lavoro di Tavarelli.

Ecco dove vedere il film

giovedì 4 giugno 2015 - a cura della redazione

Una storia sbagliata, ecco dove vedere il film Parte oggi il primo significativo esperimento in Italia con l'uscita di un film (Una storia sbagliata) in contemporanea al cinema e in streaming organizzato da oltre 50 sale cinematografiche insieme a MYmovies.it, la Repubblica e Palomar Distribuzione. Grazie ai nuovi sistemi di geolocalizzazione e alla piattaforma streaming di MYmovies.it, da oggi le sale cinematografiche italiane possono raggiungere il pubblico a casa entro un raggio di 15km dal proprio cinema e offrire così anche in streaming la stessa programmazione dei film in sala.

   

NEWS | Il 1 giugno in anteprima su Nuovo Cinema Repubblica.

Con isabella ragonese e francesco scianna

giovedì 28 maggio 2015 - a cura della redazione

Una storia sbagliata, con Isabella Ragonese e Francesco Scianna Il nostro mondo è interconnesso, parliamo di globalizzazione, siamo nell'era digitale, sembra quasiche lo spazio geografico sia stato abbattuto. In un mondo ormai pieno di conflitti siamo colpiti ogni giorno da immagini che ci arrivano da ogni parte del mondo, da est come da ovest. Visi, popolazioni, guerre, paesaggi...commentatori e telegiornali ci danno la sensazione di conoscere, di capire. Ma continua ad esserci uno spazio enorme tra quello che pensiamo di sapere e quello che invece non sappiamo, tra quello che altrove ci somiglia e quello che non è affatto simile a noi.

   

NEWS | Al via con Il sale della terra. Wenders: "Sono molto emozionato".

Una sala da 10.000 posti con mymovieslive e repubblica.it

lunedì 11 maggio 2015 - a cura della redazione

Una sala da 10.000 posti con MYMOVIESLIVE e Repubblica.it Nata dalla collaborazione tra Repubblica.it e MYmovieslive, Nuovo Cinema Repubblica è la sala virtuale che propone ogni lunedì alle 21:30 un appuntamento con il grande cinema di qualità presentato e commentato delle grandi firme di Repubblica. Esattamente come in una vera sala cinematografica, l'accesso è limitato ai posti disponibili, è necessaria una prenotazione e si possono invitare i propri amici o crearsene dei nuovi. 

   

VIDEO | Con Isabella Ragonese e Francesco Scianna, dal 4 giugno al cinema.

Il trailer ufficiale e la locandina

martedì 19 maggio 2015 - a cura della redazione

Una storia sbagliata, il trailer ufficiale e la locandina Gianluca Maria Tavarelli, regista molto attivo per la televisione (Maria Montessori - Una vita per i bambini, Il giovane Montalbano), torna al cinema per raccontare Una storia sbagliata, di cui vediamo in esclusiva il trailer ufficiale e la locandina. Il titolo del film nasce da un verso dell'ultimo singolo di De André (1980), che Francesco Scianna canta nel film: "È una storia di periferia, è una storia da una botta e via, è una storia sconclusionata, è una storia sbagliata". La storia in questione è quella di Stefania (Isabella Ragonese), una donna sola che si mette in viaggio e con una missione umanitaria si reca in Iraq.

   

di Franco Montini Ciak

Attraverso una vicenda privata, il film affrotna molti temi, perchè racconta una grande storia d'amore, l'elaborazione di un lutto e la riconciliazione con la vita, un viaggio che è insieme fisico e psicologico, un confronto di culture fra mondi che oggi appaiono sempre più ostili e nemici. Stefania approda in Iraq carica di pregiudizi, rabbia, risentimento e costruisce fra sè e il mondo che la circonda un muro d'incomprensione che pian piano si sgretola e che alla fine la porta a riconoscersi nell'altro. »

"Una storia sbagliata" di Gianluca Tavarelli è la metafora dell'Iraq

di Carlo Bonini La Repubblica

È una storia da dimenticare, è una storia da non raccontare, una storia un po'complicata, è una storia sbagliata. Cominciò con la luna sul posto e finì con un fiume d'inchiostro, è una storia un poco scontata, è una storia sbagliata..». Era il 1980 e Fabrizio De André scriveva la canzone che gli era stata chiesta per la colonna sonora di due documentari-inchiesta prodotti dalla Rai sulla morte violenta di Pasolini eWilma Montesi. Era un manifesto contro l'ignoranza e la ferocia del senso comune, contro la caccia al diverso. »

Una storia sbagliata: Pasolini non c'entra Tavarelli va in Iraq ***

di Michele Anselmi Cinemonitor.it

Prendere una famosa canzone di Fabrizio De André sulla morte di Pasolini, appunto "Una storia sbagliata", per raccontare un'altra storia, altrettanto "sbagliata" secondo il regista, che invece si confronta con la seconda guerra in Iraq, la determinazione dei kamikaze islamisti, le missioni di pace e i lutti da elaborare, il tutto visto da un'inedita prospettiva femminile. Conta il titolo della canzone, pare di capire, anche se se ne sentiamo un frammento intonato a mo' di karaoke, in una sera di festa, dai due protagonisti, Stefania e Roberto, incarnati da Isabella Ragonese e Francesco Scianna. »

di Anna Maria Pasetti Il Fatto Quotidiano

Messico, l931. Nella ridente cittadina di Guanajuato approda in trionfo il giovane nonché geniale cineasta sovietico Sergej Ejzenstejn. L'obiettivo del viaggio del regista de La corazzata Potemkin, all'apice della carriera, è la realizzazione di un nuovo film: peccato o per fortuna questo diventa per lui il pretesto per una scoperta maggiore e fondativa, ovvero quella di se stesso. Prima o poi doveva accadere. Ovvero che Greenaway omaggiasse Ejzenstejn, uno dei suoi ispiratori di sempre. Anzi, colui con le cui opere il regista/architetto inglese entrò in osmosi artistica fin da adolescente, al punto da giustificarne il propagandiamo perché 'la grande arte è sempre propaganda della grande vita". »

Una storia sbagliata | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 4 giugno 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità