Seconda Primavera

Un film di Francesco Calogero. Con Claudio Botosso, Desiree Noferini, Angelo Campolo, Anita Kravos, Nino Frassica.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 108 min. - Italia 2015. - Mariposa Cinematografica uscita giovedì 4 febbraio 2016. MYMONETRO Seconda Primavera * * 1/2 - - valutazione media: 2,56 su 5 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,56/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * - - -
 critica * * * - -
 pubblicon.d.
   
   
   
Un inverno che sembra non finire e poi l'arrivo della primavera e il ritorno alla vita...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una sceneggiatura ricca di spunti più adatti al mezzo televisivo che a quello cinematografico, che invece ne inibisce le potenzialità
Giancarlo Zappoli     * * - - -

Andrea è un architetto cinquantenne vedovo, impegnato nel tentativo di vendere la propria villa al mare oltre che nel tentativo di convincere un ristoratore tunisino nel desistere dal voler modificare in maniera sensibile l'ampia terrazza del suo appartamento costruendovi una stanza. Invitato a una festa di capodanno porta con sé Riccardo, marito dell'anestesista Rosanna, aspirante scrittore frustrato. Qui Riccardo conosce Hikma, sorella ribelle del ristoratore, e ha con lei un rapporto che fa sì che la ragazza resti incinta. I due vanno a vivere insieme e Andrea offre loro alloggio nella grande villa invenduta ma ogni giorno che passa Hikma gli ricorda sempre di più la moglie morta.
Francesco Calogero ha scritto una sceneggiatura che ha tutte le caratteristiche del nucleo di base atto ad essere sviluppato per realizzare una soap opera di qualità come è il seguitissimo Un posto al sole, a partire proprio dalla sua collocazione regionale. In questo caso la Sicilia sostituirebbe Napoli. Gli elementi narrativi ci sono tutti: il cinquantenne architetto non disponibile ai compromessi sul lavoro e ancora legato al ricordo della moglie, l'anestesista un po' più agé del marito, il consorte che mette incinta la bella tuinisina ma soffre per il mancato riconoscimento dei suoi prodotti letterari, il fratello della ragazza religioso convinto che la tiene lontana dall'anziana madre morente, il collega dell'architetto che cerca vie facili per ottenere l'approvazione a progetti...
Questi sono solo alcuni degli elementi che potrebbero essere sviluppati (basti solo pensare al potenziale narrativo che si trova nel personaggio della bella Hikma). In una serie però, non in un film che finisce per comprimerli e, nonostante le citazioni colte (da John Donne alla lirica), si ritrova a rimanere legato all'aulica battuta iniziale: "Ora sei davanti a me, rivelata nel tuo splendore, inondata di luce ...". Calogero è sicuramente un esperto di linguaggi e di comunicazione ma ha deciso di scegliere un mezzo che inibisce, anziché valorizzarle, le opzioni che la sceneggiatura offre. Un discorso a parte merita Claudio Botosso, un attore che vorremmo vedere più spesso sul grande schermo per il controllato understatement che sa offrire ai suoi personaggi.

Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
24%
No
76%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Seconda Primavera

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
1
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Seconda Primavera adesso. »

VIDEO | Quindici anni dopo Metronotte, Francesco Calogero torna alla regia con Seconda primavera, storie incrociata di quattro personaggi, di età differenti, nell'arco di sei lunghe stagioni. Dal 4 febbraio al cinema.

La bomba biologica esplode a 50 anni

martedì 26 gennaio 2016 - a cura della redazione

La bomba biologica esplode a 50 anni Un inverno che sembra non finire e poi l'arrivo della primavera e il ritorno alla vita. Francesco Calogero torna al cinema il prossimo 4 febbraio con Seconda Primavera, storia incrociata di quattro personaggi, ciascuno rappresentativo di una diversa età della vita, nell'arco di sei stagioni. Cercando acquirenti per la sua villa in riva al mare, l'architetto cinquantenne Andrea conosce l'anestesista Rosanna, quasi quarantenne, e sposata con Riccardo, che è una decina d'anni più giovane di lei, e fa il commesso in un negozio di scarpe pur nutrendo ambizioni da scrittore.

   

Ma com'è accogliente e profumato il giardino dei passi smarriti

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Lo avevamo un po' perso di vista dopo i film realizzati tra gli anni 80 e 90, così originali e carichi di promesse. E invece eccolo di ritorno con un lavoro dal titolo programmatico e beneaugurante, Seconda primavera. Ma anche così fedele al suo modo di fare cinema da provocare una strana impressione. Come un messaggio, una musica tenue che viene da lontano ma forse è sempre stata lì, anche se non la sentivamo più. Parliamo di Francesco Calogero, messinese, classe 1957, autore inclassificabile di film personalissimi e sempre "sottovoce" come La gentilezza del tocco, Nessuno e Cinque giorni di tempesta. »

Seconda primavera, il mistero dell'amore

di Cristina Piccino Il Manifesto

In questi giorni è in sala Seconda Primavera, il nuovo film di Francesco Calogero che arriva a distanza di anni dal precedente Metronotte (2000). Ma fare un cinema non conformista, ispirato (e guidato) dal desiderio non è mai facile, in Italia meno che mai, e il regista siciliano (è nato a Messina) è indipendente sin dai suoi esordi, un'indipendenza la sua che non è solo questione di budget ma di testa e di cuore. Torniamo un poco (un bel po') indietro, al suo primo film in quelle «nuove onde» nazionali di fine anni Ottanta e inizi anni Novanta che cominciavano a affiorare. »

La primavera, e il ritorno alla vita

di Alessandro Aniballi Quinlan

È esistito un cinema italiano negli anni Novanta che è stato poi condannato alla damnatio memoriae, per larga parte in maniera meritata. Ma è pur vero che quel cinema era per certi aspetti preferibile a quello attuale, o almeno a certe tendenze di quello attuale. Pensiamo innanzitutto a quel che è diventata la commedia nel cinema italiano odierno: un'eterna coazione a ripetere gli stessi meccanismi, con lo stesso cast e le stesse formule. Allora questo genere, così schematizzato oggi, non esisteva se non nella sua espressione più assoluta, a suo modo perfetta e poi ossessivamente imitata: il cinepanettone. »

di Luca Barnabé Ciak

Nell'arco di sei stagioni si incrociano glin affetti di alcuni personaggi. Andrea, architetto cinquantenne, è infatuato della studentessa Hikma, che gli ricorda la moglie morta. La ragazza s'innamora invece di Riccardo, uomo sposato che lascia la moglie Rosanna quando Hikma aspetta un bambino. Andrea ospiterà la nuova coppia nella villa al mare in cui vive solo. Un modo per avere vicino Hikma e i sentimenti sfuggono a ogni logica. Presentato in anteprima al Trieste Film Festival, Seconda primavera trova finalmente una distribuzione nelle nostre sale. »

Seconda Primavera | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (1)


Articoli & News
Video
1|
Link esterni
Facebook
Uscita nelle sale
giovedì 4 febbraio 2016
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità