Posh

Acquista su Ibs.it   Dvd Posh   Blu-Ray Posh  
Un film di Lone Scherfig. Con Max Irons, Sam Claflin, Douglas Booth, Holliday Grainger, Freddie Fox.
continua»
Titolo originale The Riot Club. Drammatico, durata 106 min. - Gran Bretagna 2014. - Notorious Pictures uscita giovedì 25 settembre 2014. - VM 14 - MYMONETRO Posh * * 1/2 - - valutazione media: 2,54 su 21 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,54/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * - - -
 pubblico * * - - -
   
   
   
Basato sull'opera teatrale di Laura Wade, il film racconta la vita dell'elite universitaria di Oxford.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una favola nera sul cuore di tenebra che sostiene un intero sistema sociale
Paola Casella     * * * - -
Showtime:
lunedì 25 luglio 2016 alle ore 0,05 in TV su SKYCINEMAHITS
Scopri gli altri film in televisione »

Un gruppo di studenti viene ammesso all'università di Oxford, dove fra i tanti club accademici il più esclusivo è il Riot, che accoglie solo dieci membri destinati a "diventare delle fottute leggende". I nuovi ammessi sono Miles e Alistair, entrambi di ottima famiglia e allevati nel privilegio, ma molto diversi fra loro: Miles è tollerante, di mentalità (relativamente) aperta e disposto a fidanzarsi con Lauren, una studentessa che non ha il suo pedigree aristocratico. Alistair vive nell'ombra del fratello maggiore Sebastian, mitico ex presidente del Riot Club, e si abbandona a lunghe tirate contro quella borghesia che "ci odia, ma vorrebbe essere come noi".
Dalla sua pièce teatrale The Riot Club, un successo sui palcoscenici londinesi, la commediografa Laura Wade ha tratto la sceneggiatura di Posh, e la casa di produzione ha avuto l'intelligenza di affidarne la regia alla danese Lone Scherfig, il cui precedente An Education, l'ha resa la candidata perfetta per dirigere questa storia. Come in An Education, anche in Posh c'è la descrizione di una upper class spocchiosa e arrogante, convinta che il proprio posto nel sistema di caste che ancora oggi caratterizza la società inglese sia frutto di un disegno divino. Anche in Posh lo sguardo della regista alterna e mescola attrazione e repulsione, perché è fondamentalmente lo sguardo della classe della quale i ragazzi del Riot Club parlano con il massimo disprezzo - la borghesia - secondo loro disposta a tutto per salire i gradini della scala gerarchica e pronta a vendersi al migliore offerente. E se in An Education il microcosmo che Scherfig raccontava era prevalentemente femminile, qui le donne restano ai margini e il dramma si consuma in un'autocelebrazione delle componenti più stereotipate del maschile.
La storia culmina in una lunghissima cena (che nella pièce era l'ambiente unico della vicenda) in cui i fraternity boys si divertono a mangiare, bere, tirare di coca, umiliare le ragazze presenti e diventare elementi di sempre maggiore disturbo per gli altri avventori e per il proprietario del locale, incarnazione perfetta (sempre secondo loro) della mediocrità borghese.
Posh si inserisce nella lunga lista di film che raccontano l'assurdità crudele delle confraternite universitarie anglosassoni. Ma Scherfig è molto efficace nel riacciuffare al volo una storia che rischiava di perdersi nell'escalation di degrado e violenza dei ragazzi (la necessità di rimanere un "film per tutti" ha fatto tagliare alla distribuzione le scene più crude e insistite e le volgarità più esplicite, rispetto alla versione vista a Toronto) con un finale che indica come le confraternite non siano altro che il frattale di una società che si regge sulla protezione istituzionale delle élite.
Sherfig posa sui suoi giovani protagonisti lo stesso sguardo algido e (apparentemente) distaccato con cui raccontava la vicenda della studentessa circuita dal playboy in An Education, rivelando una capacità molto originale (anche se spiazzante e spesso sgradevole) di raccontare la ferocia insita nella natura umana, ancor più agghiacciante se coperta da una pàtina di civiltà. La regista danese concede ai suoi personaggi una complessità che si misura in un braccio di ferro continuo con le pressioni sociali e famigliari che li circondano, ben assistita da un cast che mette in scena tre talenti emergenti del nuovo cinema inglese: Max Irons (figlio di Jeremy e di Sinéad Cusak), Douglas Booth (il Romeo del film di Carlo Carlei) e Sam Clafin (il Finnick Odair di Hunger Games).
Posh è una favola nera sul cuore di tenebra che sostiene un intero sistema sociale, e che vive la propria autoperpetuazione senza alcuna volontà (o capacità) di porle fine, men che meno cercare redenzione.

Incassi Posh
Primo Weekend Italia: € 249.000
Incasso Totale* Italia: € 395.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 5 ottobre 2014
Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
79%
No
21%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * - - -

"inconcludente"

martedì 30 settembre 2014 di Viper7

La parola che mi viene in mente per definire il film POSH è “inconcludente”. Nonostante tutti i presupposti quali; il cast giovane e avvenente, la location affascinante e d’altri tempi che una città come Oxford ti può fornire alla perfezione o la trama accattivante il regista non è riuscito a combinare tutti questi elementi in un film decente. L’idea tuttavia di raccontare di un gruppo di rampolli inglesi ricchi e di bell’aspetto poteva continua »

* - - - -

Il lato oscuro dei piccoli snob britannici

martedì 30 settembre 2014 di jaylee

Ambientato nella Oxford universitaria, Posh (in inglese snob, chic, fighetto) racconta delle gesta del Riot Club, un esclusivo gruppo goliardico dove si forgiano gli spiriti e le amicizie del futuro gruppo dirigente della nazione… Speriamo di no, altrimenti povera Inghilterra. Inutile dire che i nostri goliardi sono dediti a tutto meno che allo studio, in particolare le passioni sono ubriacarsi fino allo sfinimento e distruggere tutto quello che possono. Evidentemente deve trattarsi di attività continua »

* * * - -

Ricca gioventù bruciata

martedì 30 settembre 2014 di Filippo Catani

Oxford. Un gruppo di ricchi studenti compone il riot club; una sorta di confraternita dedita a ubriacarsi, distruggere e concedersi ogni genere di vizio che li porterà a commettere ogni sorta di nefandezze. Eleganti, snob e sopra le righe. Ecco pressappoco la traduzione di Posh in italiano ed ecco le parole che meglio descrivono i protagonisti di questa pellicola. Sono i ragazzi viziati e arroganti della upper class inglese già sicuri di avere un bel posto all'interno della City continua »

* * - - -

Posh - port out starboard home

martedì 2 dicembre 2014 di lucreziabordi

Ricchi, viziati, arroganti e spietati. Sono i protagonisti del film POSH di Lone Scherfig (an Education, One Day) e distribuito dalla Notorious Pictures. La pellicola, basata sull’omonima  pièce teatrale di Laura Wade, ha fatto impazzire, ancor prima della sua uscita nelle sale, migliaia di giovani fan. Impossibile biasimarli visto il cast, tra cui spiccano giovanissimi talenti di Hollywood. Tra questi Douglas Booth (LOL, Romeo e Giulietta, Noah), Sam Claflin (The continua »

Holliday Grainger
Miles, per caso sei posh?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Posh

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 12 marzo 2015

Cover Dvd Posh A partire da giovedì 12 marzo 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Posh di Lone Scherfig con Max Irons, Sam Claflin, Natalie Dormer, Jessica Brown Findlay. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Posh (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 4,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 5,00 €
Aquista on line il dvd del film Posh

Che notte disgustosa nel pub

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Pretenzioso, provocatorio dramma della snubissima danese Lune Scherfig, decisa a sollecitare lo sdegno contro l'arroganza del potere e dei soldi. Dieci studenti di Oxfòrd festeggiano in un pub l'ammissione all'esclusivo Riot Club. Che notte disgustosa. Tanto che i sacchetti antivomito che i goliardi si portano dal college, farebbero comodo in sala. Da Il Giornale, 25 settembre 2014 »

Posh, favola nera ad Oxford

di Alessandra Levantesi La Stampa

L'immaginario Riot Club di Posh - film di Lone Scherfig sceneggiato da Laura Wade sulla base di una propria pièce - è un antico ed esclusivissimo circolo composto di dieci studenti di Oxford appartenenti a famiglie di alto lignaggio e/o immensa fortuna finanziaria, sprezzanti, viziati e convinti che, in virtù dei propri privilegi, tutto sia loro concesso. Quando la commedia andò la prima volta in scena a Londra nell'aprile del 2010, ovvero alla vigilia delle elezioni, molti giornali scrissero che avrebbe potuto strappare qualche voto ai conservatori. »

Arancia meccanica addio oggi la violenza abita a Oxford

di Francesco Alò Il Messaggero

Comincia come Amici miei e rischia di finire come Salò di Pasolini. Gruppo di rampolli celebra ogni anno la tradizione del Riot Club di Oxford, dedito a scherzi atroci fin dal '700. Arrivano due nuovi membri: il giudizioso Miles (Max Irons) e l'introverso Alistair (Sam Claflin). E se la goliardia facesse da paravento a perfidi umori e micidiali frustrazioni che l'alta società non riesce più a controllare? Una grande abbuffata presso un pub di campagna potrebbe rivelarsi fatale. Giovani sex symbol provenienti da saghe pop (soprattutto Irons e Claflin) inseriti dentro un convincente gioco al massacro tra perfidi viziati ("Posh" vuol dire questo) per i quali la donna è nemica e i piccolo borghesi fastidiose comparse diventate protagoniste del '900. »

Dopo la cronaca ecco i ragazzi sbandati di Oxford

di Roberto Nepoti La Repubblica

Il Riot Club del film, che Laura Wade ha adattato dalla propria pièce, è ispirato al Bullingdon Club di Oxford, esclusiva confraternita di cui è stato membro il premier britannico David Cameron. Il suo scopo apparente è indire feste da baccanale con alcol, cibo, droga, escort e distruzione finale del pub ospitante; quello sotteso, perpetuare i privilegi - e le prepotenze - dei rampolli di sangue blu, futura classe dirigente britannica. Ne fanno parte l'odioso Alistair, fascistoide sicuro della propria intrinseca superiorità, e Miles, che invece si vergogna un po' delle sue nobili radici (e qui i motivi della fascinazione per il Riot sfuggono). »

Posh | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | viper7
  2° | jaylee
  3° | lucreziabordi
  4° | alile
  5° | filippo catani
  6° | eleonora panzeri
  7° | enzo70
  8° | staik�n
  9° | zepping
Trailer
1 | 2 | 3 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 25 settembre 2014
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità