A Blast

Un film di Syllas Tzoumerkas. Con Aggeliki Papoulia, Vassilis Doganis, Maria Filini, Themis Bazaka, Giorgos Biniaris.
continua»
Titolo originale A Blast. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 83 min. - Grecia, Germania, Paesi Bassi, Italia 2014. - Microcinema uscita giovedì 27 agosto 2015. MYMONETRO A Blast * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 5 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,75/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblicon.d.
Presentato in concorso al Festival di Locarno, è il secondo film di uno dei realizzatori più acclamati della nuova ondata di registi greci.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Syllas Tzoumerkas rovista nel cestino della spazzatura di una singola famiglia per svelare il degrado più vasto di una terra intera
Marco Chiani     * * * - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Maria è madre di tre bambini, avuti da un marinaio di cui è sinceramente innamorata, sorella di una donna con problemi mentali sposata ad un simpatizzante dell'estrema destra, figlia di un'anziana paraplegica e di un padre con poco polso. I problemi finanziari della famiglia, proprietaria di un'attività commerciale e di pochi immobili, vanno di pari passo con il suo crollo psicologico. Ancora meglio, potrebbero esserne la causa.
Sia ascrivibile o meno in quella new wave greca che ha portato all'attenzione della critica e dei maggiori festival i lavori di Yorgos Lanthimos, Alexandros Avranas e Athina Rachel Tsangari, A Blast apre uno squarcio impressionante sulla situazione di un nazione strangolata dalla crisi economica attraverso quello stesso obiettivo che dal particolare sembra aprirsi al generale. Con l'apporto fondamentale di Aggeliki Papoulia, già interprete delle pellicole di Lanthimos, si procede in una discesa verso un teorema del malessere e della menzogna che Syllas Tzoumerkas suggerisce appartenere, in stessa misura, al privato e al pubblico, alla famiglia e alla cosa pubblica. Tutto brucia in questo racconto ipercinetico e diretto, contribuendo a disegnare una Grecia più che tragica perché nessun intervento arriverà a restituire equilibrio ai meccanismi in gioco.
Siamo alle prese con un chiaro esempio di cinema della crudeltà, volutamente sgradevole, di pancia, urlato e fisico quanto lo sono le interpretazioni di un gruppo di attori adattissimi ai loro ruoli: alla sua seconda prova dopo Terra madre, il regista greco punta il dito verso i mali del paese, sia sufficiente pensare all'orientamento politico di estrema destra del cognato di Maria, senza per questo invischiarsi nelle strettoie del film a tesi. Procede invece verso un disegno liberamente caotico che il montaggio restituisce nella sua frammentaria unità, da cui l'inquietudine si fa spazio per singoli sprazzi e temi, dalla fame di sesso, che è quasi ribellione e voglia di sentirsi vivi, all'impossibilità di conoscere le cose per quello che sono (i tradimenti del marito sono sconosciuti a Maria così come il segreto della madre è scoperto solo in seguito ad una scena di troppo scoperta sgradevolezza).
In breve, Syllas Tzoumerkas rovista nel cestino della spazzatura di una singola famiglia per svelare il degrado più vasto di una terra intera, lo fa con furore e qualche compiacimento di troppo, riuscendo tuttavia a colpire la coscienza dello spettatore grazie ad un evidente polso registico. Presentato in concorso al Festival del Film Locarno 2014.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
A BLAST
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
Wuaki.tv
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
* * * - -

Un'esplosione, a volte incontrollata

giovedì 31 dicembre 2015 di Chemicalone

Il cinema greco, quello di Yorgos Lanthimos su tutti, è sicuramente la "voga" del momento. E a ragione. Dunque quando una nuova produzione arriva da un paese così martoriato economicamente come la Grecia, l'attenzione è massima. Diciamolo subito, l'opera di Syllas Tzoumerkas merita attenzione.  Il fim vuole fare, di una storia particolare, la situazione generale che sta vivendo il Paese. Una famiglia, e un Paese, che hanno perso punti di riferimento, continua »

* * * - -

Il flusso incontrollato di emozioni potenti

domenica 12 giugno 2016 di Guidobaldo Maria Riccardelli

Carnale e ipercinetico, cerca di porsi sulla scia, con stile differente, dell'ottima scuola greca contemporanea, riuscendoci solo in parte. Profondamente permeato dalla situazione ellenica contemporanea, si caratterizza come pellicola che fa del contatto fisico il tema portante del suo sviluppo, declinandolo sotto derivazioni multiple, ambigue, sempre a cavallo tra il positivo ed il negativo, abbracciati simultaneamente, in un'incertezza, in una commistione di sensazioni che ben fotografa la realtà continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film A Blast adesso. »

La Grecia allo sbando in una famiglia disfunzionale

di Roberto Nepoti La Repubblica

Disorientamento, sbando, violenza: sono le parole chiave per descrivere A Blast di Syllas Tzoumerkas; e la cosa più amara del suo film è che, nella storia di una famiglia, si proietta chiaramente la condizione odierna del popolo greco. Maria vorrebbe studiare, ma deve rinunciarvi per seguire il minimarket indebitato della madre. S'innamora del marinaio Yannis, da cui ha tre figli. Però l'uomo è sempre in viaggio e Maria, alle prese con la disfunzionale famiglia, traversa uno dopo l'altro gli stadi della delusione e dell'amarezza. »

Grecia, la crisi vista da dentro

di Alessandra Levantesi La Stampa

Uno sguardo dall'interno sulla Grecia della crisi viene offerto da A Blast, dove l'esplosione del titolo allude allo scoppio di un fuoco devastatore, in senso letterale e metaforico. Al secondo film, Syllas Tzoumerkas firma un racconto che procede avanti e indietro nel tempo sui nervosi balzi emotivi della sua protagonista: un'aggressiva, vitalistica Aggeliki Papoulia alla ricerca di una via di uscita da una situazione economica insostenibile. Della Grecia, con i suoi cadaveri nell'armadio (il cognato fascista, il padre rassegnato, la madre disonesta), la famiglia di Aggeliki ripropone ha in piccolo i mali e gli errori. »

La folle corsa di Maria per sfuggire al debito

di Cristina Piccino Il Manifesto

Nelle parole del regista, e in quelle con cui viene lanciato nelle nostre sale, in questo inizio di stagione estiva, A Blast «racconta la disillusione e la radicalizzazione di una generazione». Aggiunge il regista di cui avevamo visto il precedente Homeland nella Settimana della Critica veneziana (2010): «Maria inizia la sua vita da adulta con le migliori intenzioni. Dieci anni dopo, da qualsiasi punto di vista lo si osservi, il suo mondo sta crollando. Non volendo più avere niente a che fare con una vita di attenzioni non corrisposte, una dignità persa e la mancanza di voglia di vivere, lei attacca». »

Penoso il vizietto del marinaio

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Povera Grecia. La crisi contagia anche il cinema. Lo dimostra questo barboso dramma familiare. Maria ha tre bambini, una sorella scema sposata a un fascista, una madre paraplegica, un papà passivo, un negozio in rosso e un ardente compagno. Peccato che lui, in navigazione s'ingroppi un collega. Come cantavano Dalla&De Gregori: ma come fanno i marinai? Da Il Giornale, 27 agosto 2015 »

A Blast | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Uscita nelle sale
giovedì 27 agosto 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità