Amore che vieni, amore che vai

Acquista su Ibs.it   Dvd Amore che vieni, amore che vai   Blu-Ray Amore che vieni, amore che vai  
Un film di Daniele Costantini. Con Fausto Paravidino, Filippo Nigro, Massimo Popolizio, Donatella Finocchiaro, Tosca D'Aquino.
continua»
Drammatico, durata 103 min. - Italia 2008. - Cinecittà Luce uscita venerdì 14 novembre 2008. MYMONETRO Amore che vieni, amore che vai * 1/2 - - - valutazione media: 1,73 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente no!
1,73/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * - - - -
 pubblico * 1/2 - - -
   
   
   
Carlo giovane cameriere a Genova negli anni '60, difende Luciana, una prostituta, dall'aggressione di Rampin,suo protettore.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Sulle tracce di De Andrè
Gabriele Niola     * * - - -

A Genova nel 1963, in un contesto ricostruito con poca cura del particolare e molta approssimazione (si vedono motorini moderni, bandiere della pace e addirittura vestiti sotto le coperte nelle scene di sesso) un ragazzo si inventa pappone con il beneplacito della madre ma si innamora fatalmente di una donna bellissima. Dall'altra parte un criminale di poco conto, che vive di notte nei locali vicini al porto tra alcolici e storie di ordinaria prostituzione, tenta un colpo importante assieme ad un sardo appena uscito di prigione in cerca di soldi per fuggire con una prostituta di cui si è innamorato. Alla fine il fato vincerà su tutti, anche sul timor di Dio.
Tratto da "Un Destino Ridicolo" libro scritto a quattro mani da Alessandro Gennari e Fabrizio De André, Amore che vieni amore che vai è un film-omaggio al cantautore ligure, infarcito di uno spirito umile, disgraziato ma pieno di dignità che è spesso stata la cifra delle storie delle sue canzoni e che viene sottolineato dalle musiche dell'amico Nicola Piovani, forse le peggiori che si ricordino del grande maestro.
Come si intuisce già dalla breve descrizione della trama i riferimenti all'universo di De Andrè sono moltissimi e a molti diversi livelli di lettura, ma il gioco invece che esaltare il film lo appesantisce influendo con una certa pesantezza sulla trama che in più momenti si arena su situazioni scontate e deliri registici.
Ad aumentare il senso di straniamento della pellicola contribuiscono anche il cast e la realizzazione, entrambi fortemente influenzati dal teatro. Il regista e gran parte degli attori infatti provengono da lì e si sente. Si sente in Fausto Paravidino (che nel suo Texas si era guardato bene dall'essere così caricato), si sente in Tosca D'Aquino (bisognosa al cinema di una mano forte che ne tenga a freno la teatralità) e soprattutto si sente in come sono organizzate le scene, spesso lunghi piani sequenza e incapaci di "creare senso" in termini cinematografici.
Se i fan di De Andrè possono anche appassionarsi ad una storia che tenta di trasferire al cinema il fascino della poetica del cantautore ligure, gli altri che desidererebbero solamente vedere un film rimangono facilmente delusi da una storia poco interessante, da personaggi che si compiacciono di quello che sono e di intrecci molto naive raccontati senza alcuna partecipazione.
Dori Ghezzi ha preso le distanze dal film e ha dichiarato di non averlo assolutamente gradito.

Premi e nomination Amore che vieni, amore che vai MYmovies
Incassi Amore che vieni, amore che vai
Primo Weekend Italia: € 52.000
Sei d'accordo con la recensione di Gabriele Niola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
74%
No
26%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Amore che vieni, amore che vai adesso. »
Shop

DVD | Amore che vieni, amore che vai

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 4 dicembre 2012

Cover Dvd Amore che vieni, amore che vai A partire da martedì 4 dicembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Amore che vieni, amore che vai di Daniele Costantini con Fausto Paravidino, Massimo Popolizio, Donatella Finocchiaro, Filippo Nigro. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Amore che vieni, amore che vai (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film Amore che vieni, amore che vai

GALLERY | Una visione disincantata.

La fotogallery

martedì 18 novembre 2008 - Lisa Meacci

Amore che vieni, Amore che vai: la fotogallery Dopo aver avuto la sua anteprima al Festival di Roma, il nuovo film di Daniele Costantini intitolato Amore che vieni, Amore che vai, è escito da pochi giorni nelle sale. Ormai noto, è che la pellicola si basa sul libro Un destino ridicolo di Alessandro Gennari e Fabrizio De André e racconta di Carlo, giovane cameriere di una Genova anni '60 che si ritroverà a difendere una prostituta dall'aggressione del suo protettore.

GALLERY | Il cast del film omaggio a De Andrè.

Il red carpet

giovedì 30 ottobre 2008 - Pietro Coccia

Amore che vieni, Amore che vai: il red carpet Red Carpet anche per il cast di Daniele Costantini che con Amore che vieni, Amore che vai, ha reso omaggio al romanzo Un destino ridicolo di Fabrizio De Andrè e Alessandro Gennari. Fausto Paravidino, Filippo Nigro, Massimo Popolizio, Donatella Finocchiaro, Tosca d'Aquino, Claudia Zanella e Agostina Belli hanno presentato ieri il film al Festival di Roma .

   

GALLERY | Omaggio a Fabrizio de André.

Photo call

mercoledì 29 ottobre 2008 - Pietro Coccia

Amore che vieni, Amore che vai: Photo call Tratto dal romanzo di Fabrizio de André Un destino ridicolo, Amore che vieni Amore che vai è stato presentato al Festival di Roma nella sezione L'altro cinema. Il film, diretto da Daniele Costantini, è ambientato nei vicoli di Genova dove Bernard, Carlo e Salvatore organizzano il furto di un carico di merce preziosa. Nel loro percorso incrociano due donne: Veretta, una timida prostituta che vuole cambiare vita, e Maritza, una giovane istriana tanto affascinante quanto sfuggente. Tra i protagonisti Fausto Paravidino, Massimo Popolizio, Donatella Finocchiaro, Filippo Nigro, Claudia Zanella e Tosca D'Aquino.

   

di Cristina Borsatti Film TV

L’atmosfera è quella di un teatro di posa, la piéce rappresentata resta in bilico tra burlesque e grottesco, rinunciando a qualsiasi forma di realismo. Per essere tratto da un romanzo (quel Destino ridicolo scritto da Fabrizio De André e Alessandro Gennari), il secondo lungometraggio di Daniele Costantini (dopo Fatti della banda della Magliana) è una trasposizione che più libera non si può. Dell’originale resta il filo conduttore e pochi personaggi, che si aggirano tra i carruggi di Genova e il suo porto. »

Ma De André è molto meglio nei cd

di Maurizio Cabona Il Giornale

Le inclinazioni mettevano Fabrizio De André a contatto con la teppa: lo si coglie anche nel film Amore che vieni, amore che vai di Daniele Costantini, ispirato al romanzo di De André e Alessandro Gennari Un destino ridicolo . Siamo nella Genova del 1963. Si parte da un giro di prostitute, gestito da un prosseneta improvvisato (Fausto Paravidino) e si arriva a una «stangata» che riesce invano: il bandito sardo di Filippo Nigro, l’amante Donatella Finocchiaro e il bandito «francese» (Massimo Popolizio, l’unico che parli italiano senza accenti). »

Soporifero omaggio a De Andrè

di Francesco Alò Il Messaggero

Dai Fatti della banda della Magliana ai fattacci di tre poveri diavoli (contrabbandiere, protettore, pastore sardo) che cercano il colpo della vita nella Genova dei primi anni '60. Ancora storie di criminalità per Daniele Costantini che smette l'impostazione teatrale del fratello brechtiano di Romanzo criminale per indossare il più canonico film in costume Amore che vieni, amore che vai, liberamente tratto da Un destino ridicolo di De André romanziere ed ispirato alle atmosfere di alcuni classici musicali del cantautore genovese. »

Io, prostituta per De André

di Fulvia Caprara La Stampa

Finalmente potrà indossare gli abiti che vedeva addosso a sua madre nelle vecchie foto Anni Sessanta, perfetti per le donne con la vita stretta e i fianchi morbidi: «Ho sempre pensato che mi sarebbe piaciuto vivere in quell'epoca, quei vestiti si adattano alla mia fisicità». A realizzare il sogno sarà un film, Un destino ridicolo, diretto da Daniele Costantini, girato a Genova, basato sul romanzo omonimo di Fabrizio De André: «Sarò una prostituta, l'ho immaginata un po' come grisella della canzone, ho pensato a Via del Campo». »

Amore che vieni, amore che vai | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 14 novembre 2008
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità