Zodiac

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Zodiac   Dvd Zodiac   Blu-Ray Zodiac  
Un film di David Fincher. Con Jake Gyllenhaal, Mark Ruffalo, Robert Downey Jr., Anthony Edwards, Brian Cox.
continua»
Thriller, durata 158 min. - USA 2007. uscita venerdì 18 maggio 2007. MYMONETRO Zodiac * * * - - valutazione media: 3,05 su 140 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,05/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Diventa un film la vita del famoso serial killer Zodiac, che terrorizzò San Francisco alla fine degli anni Sessanta.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La storia di un serial killer che terrorizzò San Francisco in un thriller atipico e ossessivo
Andrea Chirichelli     * * * - -

Durante l'estate del 1968, nell'area di San Francisco, comincia a operare un serial killer che rivendica i propri omicidi con lettere spedite ai principali quotidiani locali. Dopo aver assunto un nome riconoscibile, Zodiac, l'assassino sfida la polizia con una serie di messaggi in codice che nessuno riesce a decifrare correttamente. Sulle sue tracce, oltre a una coppia di detective, si mettono anche un giornalista alla ricerca di scoop e un vignettista frustrato, quest'ultimo appassionato di codici ed enigmistica: la sfida è appena cominciata...
Zodiac è un thriller atipico: ispirato alle azioni di un serial killer che tenne per anni in scacco la polizia di San Francisco (ancora oggi il caso è considerato chiuso solo perché il principale imputato morì prima di essere sottoposto a processo), il film di David Fincher concentra le sue attenzioni non tanto sulla figura dell'assassino, che rimane sullo sfondo, avvolta da un'aura inquietante e misteriosa, ma su un eterogeneo gruppo di personaggi, le cui vite vengono sconvolte dalle azioni del killer.
Il tema dell'ossessione, già declinato efficacemente da Fincher nelle pellicole del suo recente passato, ritorna e diventa quindi perno dell'intera vicenda: tutti i protagonisti della storia, in primo luogo l'ispettore David Toschi (un eccezionale Mark Ruffalo) e l'anonimo vignettista Robert Graysmith (il capace Jake Gyllenhaal), sacrificano carriera, affetti e famiglia, pur di trovare il bandolo della matassa che, anno dopo anno, si fa sempre più fitta e apparentemente inestricabile. Sullo sfondo, emerge sempre più chiaro il ruolo chiave che assumono col passare degli anni i media e l'informazione in generale.
Nonostante la sua eccessiva durata (oltre due ore e mezza) non contribuisca certo a renderne più agevole la visione, Zodiac garantisce più di un momento memorabile: la sequenza dell'omicidio a sangue freddo di una coppietta nei pressi di un lago e quella che vede Jack Gyllenhaal scendere nello scantinato di uno dei presunti colpevoli, valgono, come si suol dire, il prezzo del biglietto. Peccato che Fincher non abbia reso più compatta e omogenea la narrazione e non abbia utilizzato il tempo a sua disposizione per approfondire meglio alcuni personaggi, come quello del giornalista ubriacone interpretato (casualmente...) da Robert Downey Jr. e quello, forse troppo marginale, cui dà volto e corpo Chloe Sevigny. Graziato da una prestazione del cast a dir poco sontuosa, Zodiac è un film ostico, affascinante, un "thriller non thriller" anticonvenzionale, forse troppo lento e denso di fatti e dialoghi. In America il pubblico non ha gradito (la critica è invece osannante): da noi, dato il genere, potrebbe avere miglior fortuna. Quel che è certo è che David Fincher, anche se non al suo meglio, ha davvero talento da vendere.

Premi e nomination Zodiac MYmovies
Zodiac recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Zodiac
Primo Weekend Italia: € 641.000
Incasso Totale* Italia: € 2.487.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 19 agosto 2007
Primo Weekend Usa: $ 13.100.000
Incasso Totale* Usa: $ 32.758.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 aprile 2007
Sei d'accordo con la recensione di Andrea Chirichelli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
81%
No
19%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Dimenticare seven: il male e' accanto a noi

giovedì 24 maggio 2007 di Bob

Snobbato dall'adolescenziale pubblico americano, il nuovo atteso film di David Fincher difficilmente conquistera' il pubblico italiano. Quello che vuole vedere e rivedere (e capace di capire) sempre le solite cose. Innanzitutto, a dispetto del tema trattato, la ricerca di un serial killer che terrorizzo' realmente San Francisco dal 1969 in poi per circa un decennio, non e' assolutamente un thriller ma piuttosto un dolente docu-drama di taglio giornalistico. Cio' non toglie che al suo interno i momenti continua »

* * * * *

Cronaca di una verità impotente

domenica 5 settembre 2010 di GilesNefandor

Sono trascorsi troppi anni da quando un film mi ha coinvolto al punto da indurmi a scriverne. Ed è sorprendente che a rapirmi, quasi ad annichilirmi per centosessanta minuti sia stato un autore mai andato oltre un'ambiziosa mediocrità. Del resto è notevole la spontaneità con la quale Fincher, dopo una prova come questa, abbia recuperato l'abituale inanità per realizzare Il curioso caso di Benjamin Button. Leggo di qualcuno che ha sperato in un reinverdimento continua »

* * - - -

Zodiac - il mistero del male

lunedì 21 maggio 2007 di bartolo fontana

Regia di David Fincher, lo stesso di SEVEN. Un serial killler mai catturato che terrorizzò la California tra gli anni 60 e 70. Una cosa soltanto è certa: non si è mai riusciti a quantificare il numero, in maniera certa, delle vittime per causa di questo pazzo criminale.Egli è riuscito ad ossessionare anche i quattro uomini che cercarono di dargli la caccia, rendendoli l'ombra di loro stessi. E' la forma peggiore del male, nessun movente ma solo il gusto sadico di uccidere laddove i morti ammazzati continua »

* * * - -

La disperata ricerca della verità

sabato 24 marzo 2007 di Darjus

Ancor più abile dell’introvabile killer Zodiac, Fincher traveste il suo serial-thriller, arricchendolo con ossessioni noir. Protagonista e deuteragonista di tanta metaforica ricostruzione, sono, infatti, la Verità, che si cela dietro la pigrizia facile del non sapere e la sua disperata e compulsiva ricerca. La sete di conoscenza e di sapere. A tutti i costi e contro ogni logica considerazione. Quella sete che solo un uomo semplice, amante della lettura e dei giochi d’ingegno, poteva avere, arrivando continua »

Robert Graysmith
Melanie: "Perché hai tanto bisogno di farlo, perché?"
Robert: "Perché non lo farebbe nessun altro!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Robert Graysmith
Melanie: "Perché hai tanto bisogno di farlo, perché?"
Robert: "Perché non lo farebbe nessun altro!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
David Toschi (frase tristissima)
"Le persone invecchiano Robert, dimenticano…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Zodiac oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Zodiac

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 17 giugno 2008

Cover Dvd Zodiac A partire da martedì 17 giugno 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Zodiac di David Fincher con Jake Gyllenhaal, Mark Ruffalo, Robert Downey Jr., Anthony Edwards. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Zodiac è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Zodiac

SOUNDTRACK | Zodiac

La colonna sonora del film

Disponibile on line da giovedì 17 maggio 2007

Cover CD Zodiac A partire da giovedì 17 maggio 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Zodiac del regista. David Fincher Distribuita da Varèse Sarabande.

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Da oggi anche sugli schermi italiani Zodiac di David Fincher, il regista di Seven, che qui svela la fonte primaria di ispirazione di quell'horror-thriller quasi insostenibile per la sua minuziosa efferatezza, ma ne rovescia anche l'estetica e i presupposti. Rievocando il serial killer che terrorizzò la zona di San Francisco fra gli anni 60 e 70, il californiano Fincher torna infatti alle angosce della sua infanzia, ma non potendo trovare un senso, una logica, un colpevole sicuro, moltiplica le piste e non ne chiude nessuna. »

Puzzle d'autore per un thriller troppo ambizioso

di Valerio Caprara Il Mattino

«Zodiac» uscito oggi nelle sale italiane ha monopolizzato il cartellone di ieri: stranamente in concorso, il film di David Fincher ha purtroppo rispettato solo in minima parte le attese. Per entrare subito nel merito si può dire che si tratta di un thriller quantomeno spiazzante, diretto e recitato al meglio eppure penalizzato da difetti gravi di per sé e gravissimi per uno dei generi cinematografici più popolari e competitivi. Nonostante lo sfarzo, l'imponenza e la raffinatezza da kolossal d'autore, Zodiac ha il coraggio o la temerarietà di debordare nella durata (oltre due ore e mezza), estenuarsi in un inestricabile labirinto di contrappunti ed episodi accessori ed esaurirsi in un finale che ricompone per lo spettatore un puzzle complicatissimo a cui mancano uno scatto emotivo e una ragione narrativa all'altezza delle spropositate ambizioni. »

Fincher porta un serial killer sulla Croisette

di Maurizio Cabona Il Giornale

Primo film hollywoodiano in concorso al Festival di Cannes, Zodiac di David Fincher è da oggi anche nelle sale italiane. Lungo (oltre due ore e mezza) e insolito, evita i luoghi comuni fincheriani e il lieto fine. L'assassino seriale naturalmente c'è ed è realmente esistito; manipola polizia e stampa, ma i luoghi comuni - in parte accolti, in parte ideati da Se7en, il film più noto di Fincher - mancano. Affiora piuttosto l'eco dell'unico altro suo film da festival: Fight Club (Mostra di Venezia, 1999). »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Il più imprendibile dei serial killer era vanitosissimo: "Quando gireranno un film su di me, chi farà la mia parte?". Lo chiese in una delle lettere – a firma Zodiac – spedite alla polizia di San Francisco. Alcune erano crittografate, altre no. In tutte, l'omicida misterioso si accusava di crimini commessi da poco oppure mai risolti, delirava annunciando che sarebbe andato in paradiso (con le sue vittime a fargli da schiavi), minacciava di far saltare uno scuolabus. In tempi meno mediaticamente avvertiti dei nostri – lo squartatore californiano cominciò a terrorizzare le coppiette nel 1969 – mandò una lettera, con brandello di camicia insanguinata, anche a Melvin Belli, celebre avvocato attaccabrighe (e famoso per una parte in "Star Trek"). »

Zodiac | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità