Le vite degli altri

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Le vite degli altri   Dvd Le vite degli altri  
Un film di Florian Henckel von Donnersmarck. Con Martina Gedeck, Ulrich Mühe, Sebastian Koch, Ulrich Tukur, Thomas Thieme.
continua»
Titolo originale Das Leben der Anderen. Drammatico, durata 137 min. - Germania 2006. - 01 Distribution uscita venerdì 6 aprile 2007. MYMONETRO Le vite degli altri * * * * - valutazione media: 4,15 su 229 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

NEWS | Da giovedì in sala e stasera in streaming.

La scelta di barbara su mymovieslive!

martedì 12 marzo 2013 - Annalice Furfari

La scelta di Barbara su MYMOVIESLIVE! Una storia di dolorose scelte di vita e d'amore ai tempi della Stasi. Ambientata in un paese diviso da un muro di cemento, ma soprattutto da una barriera intangibile di paure e sospetti. È la storia attorno a cui ruota La scelta di Barbara, dramma diretto dal tedesco Christian Petzold e presentato con successo al Festival di Berlino 2012, dove si è aggiudicato l'Orso d'Argento. Nell'estate 1980, la dottoressa Barbara viene punita per avere richiesto un visto di uscita dalla Germania Est. Da Berlino, dove vive, il medico è costretto al trasferimento in un ospedale di campagna.

   

NEWS | Hugo e The Artist si contendono la statuetta. Tra gli attori è sfida tra Clooney e Pitt.

Tutte le nomination

martedì 24 gennaio 2012 - Robert Bernocchi

Oscar 2012, tutte le nomination In una corsa così attesa come l'Oscar (e che viene preannunciata da molti premi), è difficile che avvengano tante sorprese. Quest'anno, il numero di scelte anomale è rimasto basso, ma ci sono sicuramente delle notizie importanti. Per esempio, il fatto che titoli come The Tree of Life (che è stato nominato anche come miglior regista, Terrence Malick) e Molto forte, incredibilmente vicino siano entrati nei nove film che si giocheranno l'Oscar maggiore. Continua »

   

FOCUS | Terraferma scelto per l'Oscar. Di Pino Farinotti.

Ma moretti poteva farcela

lunedì 3 ottobre 2011 - Pino Farinotti

Statuetta molto lontana: ma Moretti poteva farcela Terraferma, di Emanuele Crialese è stato dunque scelto dalla Commissione di selezione istituita dall’Anica come candidato a entrare nella cinquina che si contenderà l’Oscar come miglior film straniero. È stato già scritto molto, sono state poste molte domande. Cerco di rispondere. Per i miei interventi, credo sia notorio, preferisco la chiave storica a quella critica. La critica abbonda e … deborda, è discrezionale, e offre molti vantaggi, a cominciare dalla natura anarchica del cinema che si lascia scrivere addosso in una certa chiave e in quella opposta, e una può valere l’altra.

   

FOCUS | Fra Bond e Hitchcock.

Un nuovo (mini) genere

lunedì 20 dicembre 2010 - Pino Farinotti

The Tourist: un nuovo (mini) genere The Tourist è una spy story apparentemente tradizionale. L'uomo comune che si trova coinvolto in un intrigo internazionale, incontra una donna misteriosa, trova le risorse per venire a capo dell'intrigo e trova anche l'amore. Ecco, il nodo è "apparentemente". In realtà ci sono implicazioni di cinema e di racconto che fanno del film un piccolo precedente, una sorta di (mini)genere. Ricordo qualcosa di simile, quando nel 1985 John Huston diresse L'onore dei Prizzi. Sulla scorta delle storie alla "padrino" il regista ci mise il suo registro e fece un film ironico, dove quei personaggi diventavano, in ottimo stile non c'è dubbio, caricature di se stesse.

   

NEWS | Il terzo episodio de Le cronache di Narnia, Megamind e Natale in Sudafrica.

Com'è bello il somaro al cinema!

venerdì 17 dicembre 2010 - Nicoletta Dose

Film nelle sale: com'è bello il somaro al cinema! C'è un'età appropriata per essere asini? No, ignoranza e ingenuità non sono attitudini legate al tempo. Giovani e attempati possono essere, in ugual misura, estranei alla 'conoscenza' di se stessi, degli altri e di tutto il resto. Il terzo film da regista di Sergio Castellitto, La bellezza del somaro, prende spunto da un modo di dire che si scaglia sulla stoltezza per mettere in risalto l'importanza della cultura. Quest'ultimo sostantivo, troppo spesso bistrattato nel nostro paese, raccoglie numerosi aspetti dell'evoluzione umana, tra i quali il passaggio dall'adolescenza (acerba e poco istruita) alla maturità (per definizione più ricca di esperienza e sapere).

   

INTERVISTE | Presentato ieri a Roma The Tourist, il nuovo film di Florian Henckel von Donnersmarck.

Il turista e la femme fatale

giovedì 16 dicembre 2010 - Marianna Cappi

Il turista e la femme fatale Florian Henckel von Donnersmarck voleva fare un film lussuoso, suggestivo e coinvolgente, ma che non si prendesse troppo sul serio. Angelina Jolie e Johnny Depp, nei panni di una femme fatale inglese e di un turista americano, stanno al suo gioco e sfrecciano per Venezia sui motoscafi e sui "coppi", in abiti da sera e da notte (leggi: in pigiama). Alla conferenza stampa, invece, regista e protagonista maschile si sono presentati in ritardissimo, mentre la Jolie non è arrivata proprio, bloccata a Berlino da un guasto dell'aereo, ma ha promesso la sua presenza in serata, in tempo per il red carpet.

VIDEO | In esclusiva su MYmovies il trailer italiano del film con Angelina Jolie e Johnny Depp.

Il trailer in anteprima

mercoledì 22 settembre 2010 - Marlen Vazzoler

The Tourist, il trailer in anteprima In anteprima su MYmovies il trailer italiano di The Tourist, l'atteso remake diretto dal regista Florian Henckel von Donnersmarck (Le vite degli altri) e interpretato da Angelina Jolie, Johnny Depp, Paul Bettany, Timothy Dalton, Steven Berkoff e Rufus Sewell. La pellicola, girata in gran parte a Venezia, racconta l'incontro tra Frank, un turista americano in viaggio in Europa, ed Elise, una donna bellissima ma misteriosa. Quello che sulle prime sembra essere l'inizio di una storia d'amore, diventa ben presto un gioco pericoloso fatto di seduzione e inseguimenti.

   

NEWS | Trailer e nuova foto del film con la Jolie e Depp.

Tutto è iniziato quando ho incontrato una donna sul treno

giovedì 16 settembre 2010 - Marlen Vazzoler

The Tourist: tutto è iniziato quando ho incontrato una donna sul treno L'anticipato trailer del thriller The Tourist diretto dal regista tedesco Florian Henckel von Donnersmarck (Le vite degli altri), ed interpretato da Angelina Jolie, Johnny Depp, Paul Bettany, Rufus Sewell e Timothy Dalton, ha debuttato ieri su Yahoo Movies! Il film, remake dell'omonimo film francese del 2005 diretto da Anthony Zimmer, è stato sceneggiato da Julian Fellowes (Gosford Park, Young Victoria), Christopher McQuarrie (Usual Suspects,Valkyrie) e Jeffrey Nachmanoff (The Day After Tomorrow, Traitor).

TELEVISIONE | Sandra Bullock è una Miss FBI: Infiltrata speciale.

Martedì 22 giugno

martedì 22 giugno 2010 - Valeria Filippi

Film in Tv: martedì 22 giugno Nel 2010 vince l'Oscar come miglior attrice per The Blind Side; cinque anni fa Sandra Bullock era Miss FBI: Infiltrata speciale (Canale 5, 21.10), il sequel a cinque anni di distanza da Miss Detective. La Bullock è anche produttrice di questa scoppiettante commedia d'azione che la vede alternare formali divise da poliziotta a sfavillanti abiti per concorsi di bellezza. La sceneggiatura è firmata da Marc Lawrence, che aveva lavorato con la Bullock anche in Miss Detective ed è uno specialista di commedie spassose, avendo scritto (e diretto) Two Weeks Notice (ancora protagonista la Bullock), Scrivimi una canzone e Che fine hanno fatto i Morgan? (accomunate dal protagonista maschile, Hugh Grant).

   

TELEVISIONE | In prima visione The Blind Side, premio Oscar per Sandra Bullock.

Cannes tra passato e presente e grandi anteprime

giovedì 13 maggio 2010 - Valeria Filippi

Film in tv: Cannes tra passato e presente e grandi anteprime La settimana comincia con due fratelli che di risate se ne intendono: Scemo & + scemo e Io, me & Irene sono solo alcuni dei loro successi sul grande schermo; parliamo di Peter e Bob Farrelly che domenica ci propongono la loro irriverenza nella commedia nera Fratelli per la pelle (Canale 5, 2.45); i gemelli siamesi in questione sono Matt Damon e Greg Kinnear e con loro ci sono la sensualissima Eva Mendes e la cantante Cher nei panni di se stessa. A notte fonda possiamo recuperare l'appassionata riflessione del decano Manoel De Oliveira sugli amori incompiuti, La lettera (Raitre, 2.

INTERVISTE | Più indulgenti del loro solito tornano i fratelli Vanzina.

Italiani brava gente

venerdì 26 marzo 2010 - Gabriele Niola

La vita è una cosa meravigliosa: Italiani brava gente I fratelli Enrico e Carlo Vanzina hanno attraversato il cinema italiano degli ultimi 30 anni con tre tipologie di film: commedie farsesche (i film di Natale), film di genere (gialli e thriller anni '70) e commedie sofisticate. Quest'ultimo genere (cui appartengono Sapore di mare, Il cielo in una stanza e Il pranzo della Domenica) è quello che regala loro maggiore felicità, quello in cui credono di più e che scrivono con più piacere. Non a caso dichiarano di essere arrivati a La vita è una cosa meravigliosa non per commissione, come spesso gli capita, ma per puro desiderio di realizzare un film, nelle parole di Enrico, "semplice eppure complesso, un film ottimista che parli degli italiani come le nostre commedie ormai non fanno più".

TELEVISIONE | Dai grandi classici del cinema ai nuovi cult.

Dal cinema femminile all'horror passando per il pop

giovedì 26 novembre 2009 - Ilaria Feole

Film in tv: dal cinema femminile all'horror passando per il pop La settimana televisiva inizia con una prepotente presenza femminile: domenica, a partire dal pomeriggio fino a notte fonda, saranno le donne, appassionate, fragili, forti e testarde a dominare il piccolo schermo. A dare il via è l’istitutrice interpretata da Deborah Kerr, protagonista di un’amicizia che abbatte le barriere tra Oriente e Occidente in Il re ed io (La7, 14.30); si prosegue con una donna ben meno docile, la splendida Elizabeth Taylor di La bisbetica domata, che Zeffirelli ha tratto dal capolavoro di Shakespeare (La7, 17.

NEWS | Attraverso il cinema tedesco al di qua e al di là del Muro di Berlino.

In bilico sul muro

lunedì 9 novembre 2009 - Edoardo Becattini

In bilico sul Muro Ogni film è la storia dell'abbattimento di un muro, il tentativo di rendere in forma visibile qualcosa che ci è inibito alla vista. Un eroe che affronta un ostacolo, un prigioniero in fuga, l'attivarsi dell'immaginazione, spesso hanno a che vedere con un muro, reale o simbolico che sia. E poi ci sono i muri della storia, esibizioni di un confine duro e ottuso che è la sintesi perfetta dell'incomunicabilità del nostro mondo, la perversione della non appartenenza e dell'impossibilità a conoscere contro le quali anche il potere dell'immaginazione cinematografica deve scontrarsi.

NEWS | Angelina Jolie e Sam Worthington sono i due nuovi protagonisti.

The tourist trova un nuovo regista

lunedì 19 ottobre 2009 - Marlen Vazzoler

The Tourist trova un nuovo regista Pare finalmente che la produzione del film The Tourist, il remake del film francese diretto da Jérome Salle, Anthony Zimmer, potrà procedere. Un anno fa Tom Cruise era stato scelto per interpretare il ruolo del protagonista di The Tourist diretto da Bharat Nalluri e successivamente era stata riportata la notizia che Charlize Theron era entrata a far parte del cast. Cruise ha poi scelto di abbandonare il film per girare Knight and Day di James Mangold con Cameron Diaz. All'inizio di agosto THR ha riportato che Sam Worthington ha sostituito Cruise nel ruolo di un turista americano che viene usato da un'agente dell'Interpol per incastrare un suo ex amante sospettato di essere un criminale.

   

FOCUS | Le contraddizioni tra i giudizi di critica e pubblico.

I nemici di sempre

lunedì 17 agosto 2009 - Pino Farinotti

La critica e il pubblico: i nemici di sempre La didascalia riferita al Farinotti&MYmovies è: "dalla parte del pubblico". Non significa essere dalla parte del botteghino, ma cercare una mediazione fra il gradimento di chi va al cinema e quello di chi lo critica. Un altro assunto è: un grande film non è mai proiettato in una sala troppo piena o in una troppo vuota, salvo eccezioni naturalmente, perché ci sono titoli da cinque stelle assolute, che mettono d'accordo critica e pubblico. Sono pochi, ma ci sono. Nell'era recente, sul Farinotti, ho attribuito solo due volte le cinque stelle, a Fratello dove sei? dei Coen e a La passione di Gibson.

NEWS | Il regista e showman americano presente alla Master Class del Festival di Locarno.

William friedkin a locarno

venerdì 14 agosto 2009 - Giancarlo Zappoli

William Friedkin a Locarno È un William Friedkin in piena forma quello che si presenta alla gremita Master Class del Festival di Locarno dove riceverà il Pardo d'Onore. Inizia ricordando da subito la sua carriera di autodidatta che non ha frequentato l'università, andava piuttosto male all'High School ed è entrato nel mondo delle immagini grazie a una pubblicità che prometteva anche a chi partiva da zero la possibilità di diventare regista televisivo. Appreso il mestiere praticandolo e ammirando i grandi maestri del cinema europeo senza dimenticare l'Orson Welles di Quarto Potere, il giovane Friedkin trova la svolta della sua vita andando ad un party (attività da lui solitamente detestata).

NEWS | Si è conclusa la nona edizione di Human Rights Nights – arts and film festival.

Il cinema dalla parte dei diritti umani

martedì 7 aprile 2009 - Luisa Ceretto

Il cinema dalla parte dei diritti umani Si è appena conclusa la nona edizione di Human Rights Nights – arts and film festival (Bologna, 27 marzo – 5 aprile 2009), promosso dal Comune, dalla Cineteca e dall'Università di Bologna. Due le sezioni competitive dedicate a documentari e cortometraggi. Dieci i documentari provenienti da varie parti del mondo, legati ai diritti umani, ricordiamo, tra gli altri, I Bring What I Love di Chai Vasarhelyi, che racconta il viaggio di Youssou N'Dour tra Islam e spiritualità baye fall in Senegal sino alla città sacra di Touba, durante la promozione delle musiche di Egypt.

TELEVISIONE | I giovani, la violenza e tutte le perversioni dell'animo umano nella nuova settimana televisiva.

La brutalità delle ossessioni

giovedì 28 febbraio 2008 - Edoardo Becattini

Film in tv: La brutalità delle ossessioni Cosa si può ponderare di meglio, per assecondare un'insonnia domenicale, di due vecchi classici del cinema d'azione e poliziesco e di un intricato percorso nei recessi della mente squisitamente moderno? Il nuovo palinsesto settimanale si apre così ai più nottambuli e indomiti spettatori dell'universo catodico, a partire da Mulholland Drive (Rete 4, 23.35), opera inizialmente concepita dal maestro David Lynch come una serie televisiva e infine divenuta un incommensurabile capolavoro di affascinanti ossessioni e perturbanti inquietudini.

NEWS | A. O. Scott e Manohla Dargis stilano la loro classifica 2007.

I migliori film del 2007 secondo il new york times

giovedì 27 dicembre 2007 - a cura della redazione

I migliori film del 2007 secondo il New York Times I due maggiori critici cinematografici del New York Times, A. O. Scott e Manohla Dargis, come ogni anno hanno stilato la lista dei 10 migliori film del 2007. Per Scott il miglio film del 2007 è stata la pellicola vincitrice della Palma d'Oro all'ultimo festival di Cannes 4 mesi, 3 settimane e 2 giorni del romeno Cristian Mungiu. Segue subito dopo il capolavoro della Pixar Ratatouille, film d'animazione che oltre ad avere una fattura filmica straordinaria affronta temi importanti e controcorrente.

   

NEWS | Il ritorno di Francis Ford Coppola accompagna la regina Elizabeth e il mondo capovolto di Terry Gilliam.

L'età dorata della giovinezza

mercoledì 10 ottobre 2007 - Chiara Renda

Prossimamente al cinema: l'età dorata della giovinezza A fine ottobre, passato il ciclone festivaliero, arriveranno sugli schermi di tutta Italia diverse opere presentate in anteprima a Roma. A cominciare dal film d'apertura, Elizabeth – The Golden Age di Shekhar Kapur, interpretato dalla splendida Cate Blanchett, recentemente premiata a Venezia per il suo convincente ruolo di un tormentato Bob Dylan in Io non sono qui, questa volta nei panni della determinata regina inglese e affiancata dal tenebroso Clive Owen. Un film letterario, tratto da un romanzo del 1988 dello scrittore Mircea Eliade, è il ritorno sugli schermi – dopo otto anni - di Francis Ford Coppola: ispirato alla vita del poeta rumeno Mihai Eminescu, Un'altra giovinezza è una fuga indoeuropea di un professore universitario che cambia totalmente vita dopo un drammatico incidente negli anni che precedono la Seconda guerra mondiale, interpretata da ottimi attori come Tim Roth e Bruno Ganz.

NEWS | Il protagonista del film premio Oscar Le vite degli altri muore di cancro a 54 anni.

È morto ulrich mühe

mercoledì 25 luglio 2007 - Chiara Renda

È morto Ulrich Mühe Si è spento domenica scorsa a Walbeck, presso Lipsia, l'attore tedesco Ulrich Mühe, noto al pubblico soprattutto per la sua recente commovente e intensa performance nel film Le vite degli altri, vincitore dell'Oscar, ma già interprete di alcune opere del regista austriaco Michael Haneke, come l'agghiacciante Funny Games (tra poco in uscita in versione remake americano), in cui recita insieme alla moglie Susanne Lothar, che oggi lascia insieme ai due figli. L'attore aveva già dichiarato pubblicamente di essere malato di cancro allo stomaco: "Sì, ho un cancro, mi sto sottoponendo alle opportune terapie e spero che presto starò meglio", aveva detto.

   

Le vite degli altri | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (2)
Golden Globes (1)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità