Le colline hanno gli occhi

Acquista su Ibs.it   Dvd Le colline hanno gli occhi  
Un film di Alexandre Aja. Con Aaron Stanford, Kathleen Quinlan, Vinessa Shaw, Emilie de Ravin, Dan Byrd.
continua»
Titolo originale The Hills Have Eyes. Horror, durata 107 min. - USA 2006. uscita venerdì 25 agosto 2006. - VM 14 - MYMONETRO Le colline hanno gli occhi * * 1/2 - - valutazione media: 2,90 su 119 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,90/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Due famiglie lottano per la sopravvivenza sullo sfondo del deserto americano.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Il remake dell'omonimo film di Wes Craven è un film sostanzialmente politico, fondato sulla volontà di fuga della società americana dalla sua cattiva coscienza
Alessandro Regoli     * * * - -

Una famiglia americana parte per una lunga gita attraverso il deserto del Nevada in direzione di San Diego. Durante il viaggio vengono assaliti da un gruppo di ex minatori diventati cannibali in seguito a una serie di esperimenti nucleari avvenuti durante gli anni 50. Nello scontro, la lotta per la sopravvivenza finirà per trasformare la famiglia "buona" annullando le differenze con i cannibali. Con questa operazione Alexandre Aja recupera le tematiche care agli horror di fine anni settanta, con i suoi mostri, le sue paure inconsce che tornano a riemergere in una società americana che anche nel 2005 continua ad avere terrore del diverso, compresi quei figli deformi che ha contribuito a creare per poi dimenticarli, preferendo relegarli in una dimensione d'oblio. Il remake dell'omonimo film di Wes Craven (prodotto dallo stesso Craven) è un film sostanzialmente politico, fondato proprio sulla volontà di fuga della società americana dalla sua cattiva coscienza. Ambientato nel New Mexico, in realtà è stato girato nel deserto del Marocco, finendo per tracciare una sorta di fil rouge tra il passato e il presente della storia di un popolo, che da sempre non riesce a guardare in faccia la realtà preferendo nascondersi dietro una vita fatta di buone intenzioni.
È quanto accade ai Carter, famiglia rappresentante della parte più reazionaria della società americana, guidata da Big Bob, un ex poliziotto in pensione, repubblicano convinto e talmente religioso da sprofondare quasi nel fanatismo. Gli scontri di Big Bob con il suocero Doug, democratico e pacifista, sono continui, ma gli eventi che accadranno alla famiglia Carter finiranno per annullare le differenze tra le due fazioni. Tra tutti è proprio Doug il personaggio più interessante, quello che in un certo senso si evolve accettando il confronto con il doppio oscuro che rappresenta la comunità di cannibali, il rimosso di quella cultura cui appartiene e che deve riconoscere per poter combattere. Interessante è l'insistere di Aja sul dettaglio degli occhiali che si rompono: strumento di mediazione tra la realtà e l'occhio, finiscono per perdere progressivamente la loro funzione nel momento in cui Doug abbandona i panni del buon democratico per vestire quelli del vendicatore, novello Rambo che, con l'emergere prepotente dell'irrazionale, si trasforma in un eroe moderno mosso unicamente dal desiderio di vendetta.

Premi e nomination Le colline hanno gli occhi MYmovies
il MORANDINI
Incassi Le colline hanno gli occhi
Primo Weekend Italia: € 360.000
Primo Weekend Usa: $ 15.709.000
Incasso Totale* Usa: $ 15.709.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 1 gennaio 2006
Sei d'accordo con la recensione di Alessandro Regoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
78%
No
22%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Ottimo remake!!!!!!!!!

domenica 27 agosto 2006 di Daniele

Grande remake, girato alla grande, il regista dimostra di essere una promessa per il futuro in campo cinematografico. Un ottimo film che, secondo me, aggiunge qualcosa all'originale, fornendo all'aspettatore le spiegazioni necessarie a capire l'esistenza e l'assurda mutazione fisica di quei "mostri" che abitano sulle colline. Il regista cerca in tutti i modi di criticare la società Americana, basta vedere una semplice scena dove il bambino che se ne và in giro, alla sua età, con una pistola fra continua »

* * * * *

I mutanti hanno un perché

mercoledì 7 maggio 2008 di la parda Flora

In realtà sono un gruppo di minatori che non ha voluto abbandonare le sue case ed è il frutto della conseguente contaminazione radioattiva degli esperimenti nucleari condotti dal governo nel deserto. Nella versione originale, credo volessero politicamente simboleggiare il popolo, su cui il potere passa incurante come un carro armato, e poi è abbandonato a se stesso purché se ne stia sufficientemente in disparte da non farsi troppo notare. Tra l’altro, se non sbaglio, il soggetto nacque ispirato continua »

* * * * *

Odio e vendetta

giovedì 28 dicembre 2006 di Joe80

Reduce dal successo in patria, con il suo ALTA TENSIONE, ad Alexander Aja, emergente regista francese giunge un inaspettata chiamata, niente di meno che dal maestro Wes Craven, il regista di opere dell'orrore indimenticabili come NIGHTMARE e L'ULTIMA CASA A SINISTRA, che lo vuole per il suo prossimo progetto; ovvero alla regia del rifacimento di un suo altro classico (parecchio sopravvalutato) degli anni passati: LE COLLINE HANNO GLI OCCHI. Sotto l'ala protettiva di Wes Craven, che compare in vesti continua »

* * * - -

Ben fatto

domenica 18 marzo 2007 di Riccardo

Un bel remake quello di Alexandre Aja dove la buona sceneggiatura e l'ottima regia sono accompagnate da un magnifica fotografia che aiuta a rendere lo spazio desertico del Nevada(in realtà il film è stato girato in Marocco)che circonda i protagonisti e le loro disavventure ancora più opprimente.Il territorio sembra essere isolato dal resto del mondo grazie alla presenza delle impetuose colline che rendono lo spazio ancora più ristretto lasciando lo spettatore senza fiato e nell'inquietudine.Opprimente continua »

Il benzinaio (Tom Bower)
I bambini sono cresciuti nelle miniere come animali.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Bob Carter
Non siamo soli… sta succedendo qualcosa qui intorno a noi…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
LIZDAR POCO DOPO LO STUPRO A BRENDA
"Tornerò a prenderti!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Le colline hanno gli occhi

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 29 marzo 2007

Cover Dvd Le colline hanno gli occhi A partire da giovedì 29 marzo 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Le colline hanno gli occhi di Alexandre Aja con Aaron Stanford, Kathleen Quinlan, Vinessa Shaw, Emilie de Ravin. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1. Su internet Le colline hanno gli occhi è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Le colline hanno gli occhi

APPROFONDIMENTI | C'è un mondo inquietante nascosto dietro i nostri specchi.

Il film

martedì 30 settembre 2008 - Pressbook

Riflessi di paura, Il film Dal regista de Le colline hanno gli occhi arriva Riflessi di paura, la terrificante storia di un ex poliziotto tormentato che deve salvare la sua famiglia da un male indescrivibile, che sta utilizzando gli specchi come portale per introdursi nella loro casa. Ben Carson (Kiefer Sutherland) ha visto giorni migliori. E’ passato quasi un anno da quando l’instabile agente della polizia è stato sospeso dal NYPD per aver sparato e ucciso un altro membro sotto copertura, un incidente che non soltanto gli è costato il posto, ma che lo ha spinto verso l’alcoolismo e a nutrire un rancore che ha allontanato sua moglie e i ragazzi, portandolo a trasferirsi sul divano di sua sorella al Queens.

VIDEO | In esclusiva una clip del nuovo film horror di Alexandre Aja.

Arizona rosso sangue

mercoledì 16 febbraio 2011 - Nicoletta Dose

Piranha 3D, Arizona rosso sangue Il cult Lo squalo di Steven Spielberg ha inaugurato un sottogenere cinematografico di grande fortuna. Il connubio acqua e terrore adora accogliere, nelle oscure profondità marine, mostruose creature dalle inclinazioni assassine; il mare aperto, con il suo mondo invisibile e irraggiungibile, è un luogo misterioso che si apre di fronte allo sguardo indagatore di sub e scienziati ma non si dà mai del tutto, trattenendo i più reconditi segreti al buio di piccole grotte o tra i granelli di sabbia. L'orrore di questo ignoto è origine e fine del nuovo film di Alexandre Aja, maestro della paura che, dopo Le colline hanno gli occhi e Riflessi di paura, richiama i piccoli protagonisti marini di Piraña (1978) di Joe Dante, per trasferirli in Arizona, e riportarli sul grande schermo in 3D.

   

di Roberto Nepoti Vanity Fair

Ennesimo remake di un horror culto anni 70, con lo stesso titolo e la regia di Wes Craven; ma (caso insolito) migliore dell’originale. Una famiglia di turisti attraversa il New Mexico, quando il camper resta in panne. E in zona abita un nucleo di assassini, la cui deformità è frutto di mutazioni genetiche causate da esperimenti nucleari nel deserto. Il francese Alexandre Aja mette in scena un «gore» spaventoso, giocando sulla contrapposizione tra la perfetta famiglia americana e il suo doppio mostruoso. »

di Luca Barnabé Ciak

La famiglia Carter si ritrova in panne in mezzo al deserto. Il gruppo viene attaccato all'improvviso da una famiglia di famelici cannibali, risultato aberrante di un suolo adibito dal governo a esperimenti nucleari. Torna la famiglia che, con Leatherface e consanguinei e insieme agli Osbourne, concorre al titolo di "nucleo parentale più sudicio, trash e cattivo d'America". Il remake del cult di Craven (produttore insieme a Peter Locke) è una doccia di sangue, aggiornamento 2006 del calco datato 1977. »

di Francesco Alò Rolling Stone

Paura e disgusto a Hollywood. Arrivano i ragazzini del "porn horror"capitanati dagli scalmanati Eli Roth (Hostel) e Alexandre Aja (Alta tensione). Quest'ultimo ha diretto un notevole remake di Le colline hanno gli occhi di Wes Craven che si è divertito a vedere il 27enne francese esaltare i contenuti splatter e politici del suo omonimo film dei 1977. Una famigliola yankee divisa tra Kerry (ottimo il giovane Aaron Stanford) e Bush (fantastico il padre di famiglia neocon di Ted Levine) si imbatte in una famigliola di cannibali durante una gitarella in camper attraverso il deserto. »

di Luca Castelli Il Mucchio

Una cosa bisogna dirla. A furia di tentativi, forse gli americani i remake stanno imparando a farli. Le colline hanno gli occhi è l'ennesima rivisitazione di un classico horror del ventennio '70-'80 ed è una di quelle che meno fanno rimpiangere l'originale. Diretto da Wes Craven nel 1977, il primo Le colline hanno gli occhi raccontava le avventure di una famiglia diretta alla California, sperduta nel deserto e aggredita da una comunità di cannibali. Scontro antropologico tra istinto e ragione, barbarie e civiltà, la sfida tra le due famiglie terminava in un grande macello di sangue, con la vittoria della prima (quella "civilizzata"), i cui superstiti ìmparavano a mostrarsi feroci e spietati come i rivali. »

Le colline hanno gli occhi | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | daniele
  2° | la parda flora
  3° | joe80
  4° | dandy
  5° | riccardo
  6° | fedeleto
  7° | diego campari
  8° | nino p.
  9° | horror o_o
10° | horrorman
11° | maurizio crispi
12° | gus
Rassegna stampa
Maurizio Porro
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 25 agosto 2006
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità