Non ci resta che piangere

Acquista su Ibs.it   Dvd Non ci resta che piangere  
Un film di Roberto Benigni, Massimo Troisi. Con Amanda Sandrelli, Roberto Benigni, Massimo Troisi, Livia Venturini, Loris Bazzocchi.
continua»
Comico, durata 111 min. - Italia 1984. - Lucky Red uscita lunedì 2 marzo 2015. MYMONETRO Non ci resta che piangere * * * * - valutazione media: 4,00 su 54 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,00/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
   
   
   
La coppia formata da Roberto Benigni e Massimo Troisi ha scritto, diretto e interpretato il film.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film all'insegna del divertimento più puro, del ridere per ridere, oltre ogni costrizione imposta dalle leggi della buona sceneggiatura
Marco Chiani     * * * 1/2 -

1984. Saverio, un maestro elementare, e Mario, un bidello, imboccano con la macchina una strada secondaria per evitare l'attesa di un passaggio a livello quando accade l'impensabile: un'improvvisa tempesta li porta indietro nel tempo fino al 1492. Dopo lo sgomento e la paura iniziali, Mario s'invaghisce della dolce Pia mentre Saverio pensa che la cosa più giusta da fare sia correre a Palos per fermare Cristoforo Colombo, impedendogli così di scoprire le Americhe.
Primo risultato nella classifica degli incassi della stagione 1984-1985, Non ci resta che piangere è il frutto preziosissimo dell'unione di due talenti comici fuori dall'ordinario allora al massimo delle loro capacità: il napoletano e il toscano, due modi differenti, ma affini di farsi beffe della realtà, una formidabile cornice narrativa per cui ogni paradosso diventa lecito e una voglia di giocare che viene prima di qualsiasi struttura o forma prestabilita. Innegabilmente meno riuscito dei precedenti film di Troisi così come dei successivi di Benigni, è un lavoro difficile da classificare, quasi meritasse una categoria a sé perché più imparentato con lo spettacolo di strada e con l'improvvisazione che con il cinema in quanto tale.
Sequenze entrate nella storia del cinema italiano, si pensi soltanto all'incontro con Leonardo Da Vinci, un impagabile Paolo Bonacelli, oppure all'attraversamento della dogana, convivono con momenti meno felici, con passaggi anche a vuoto, ma fisiologicamente necessari ad un'andatura sbilenca, rapsodica, circense quasi. Aperto, liberissimo, per forza di cosa surreale, è un film all'insegna del divertimento più puro, del ridere per ridere, oltre ogni costrizione imposta dalle leggi della buona sceneggiatura, quasi un capriccio portato avanti da due attori che vogliono vedere l'uno il funzionamento dell'altro. La sfrontatezza di Benigni e la dolcezza di Troisi creano un'alchimia particolarissima, una fantasia comica perfettamente realizzata sulle scenografie di Francesco Frigeri, volutamente posticce, da teatrino dei pupi: più che di assenza di un vero sguardo registico, bisognerebbe forse parlare di una regia tutta interna ai corpi, del girare a vuoto come principio espressivo in attesa di scintille luminosissime che non tardano a palesarsi.
Oltre alla versione immessa nelle sale, ne esiste un'altra, più lunga, con un differente finale in cui ha un maggiore sviluppo il personaggio di Astriaha, l'amazzone. Musiche di Pino Donaggio, fotografia di Giuseppe Rotunno, sceneggiatura dei due attori-registi insieme a Giuseppe Bertolucci.

Sei d'accordo con la recensione di Marco Chiani?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
61%
No
39%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * *

3° recensione

lunedì 31 gennaio 2005 di Anonimo

Troisi e Benigni assieme sono una grande coppia. Il film è diventato campione d'incassi, un successo enorme, è il miglior film di sempre del cinema comico italiano. Da non perdere la scena del fiorino. continua »

* * * * -

Una coppia mitica

giovedì 5 marzo 2009 di Nino P.

La trama di questo film sembra quasi onirica e fiabesca: un maestro elementare, Saverio ed un bidello, Mario, durante un breve viaggio in macchina si ritrovano sprofondati nel 1492, in un paesino della Toscana. All'inizio sembrano increduli ma poi si adattano alla nuova realtà che li circonda. Alla fine non fermeranno Cristoforo Colombo di scoprire l'America, ma in cambio, nonostante i loro caratteri giocherelloni e molto bizzarri, riusciranno a far inventare a Leonardo Da Vinci nientepopodimeno continua »

* * * * *

Altri tempi..alta comicità

domenica 27 novembre 2011 di NicoSonic_10

Film che ha fatto la storia del cinema italiano..due giovanissimi attori , due grandi personalità , due grandi comici , un grande film..semplicemente fantastici..chissà quanto ci avrebbe fatto ancora ridere il grande Massimo Troisi..scene indimenticabili , come quella del fiorino , o quella di "Mario" o Frittole o tante altre ancora..l'ho visto molte volte e non mi stanco mai di rivederlo! Altri tempi continua »

* * * - -

Ci si aspetta maggiore verve

lunedì 26 marzo 2012 di Luca Scial�

Saverio e Mario lavorano nella stessa scuola elementare, il primo come maestro, il secondo come bidello. Di ritorno da casa decidono di prendere una scorciatoia per raggirare un passaggio a livello, ma sbagliano strada e finiscono per ritrovarsi nel 1492. Dopo il naturale spavento iniziale, cominciano a convivere ed integrarsi con quella realtà, diventandone parte integrante tra varie disavventure. Da una regia firmata dalla coppia Benigni-Troisi, due stelle del cinema italiano in ascesa continua »

Un frate jettatore , nel 1492, si rivolge a Massimo Troisi
Ricordati che devi morire!
Come?
Ricordati che devi morire!
Vabbene.
Ricordai che devi morire!!
Sì, sì, no, mo' me lo segno proprio...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Roberto Benigni spiega a Massimo Troisi la necessità di fermare Cristoforo Colombo prima che vada a scoprire l’America
Ma come, “che ci hanno fatto gli americani?”. Gli indiani… che non si vede più un indiano a pagarlo oro, da nessuna parte del mondo… non c’è indiano da nessuna parte: l’hanno ammazzati tutti, hanno fatto finta d’essere arrivati prima gli americani! “Voi che ci fate qui?”. Gli indiani: “Noi ci siamo sempre stati”. “Sempre stati? Ah, ah, ah”. Trac, secchi tutti! Gli indiani che avevano scoperto l’America, altro che Colombo! Eh, gli indiani stavano già lì: se non ci trovava nessuno, l’aveva scoperta lui. Ma c’erano già gli indiani. No, Mario? Eh? Come se io ora vado in Puglia e dico: “Ueh, la Puglia!”. Oh, i pugliesi son duemila anni che stanno lì, lo sapranno che c’è la Puglia!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
massimo troisi
"Ma nove per nove farà mai ottantuno?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Non ci resta che piangere

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 13 marzo 2007

Cover Dvd Non ci resta che piangere A partire da martedì 13 marzo 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Non ci resta che piangere di Roberto Benigni, Massimo Troisi con Amanda Sandrelli, Roberto Benigni, Massimo Troisi, Livia Venturini. Distribuito da Cecchi Gori Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 2.0 - stereo. Su internet Non ci resta che piangere è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Non ci resta che piangere

APPROFONDIMENTI | Il cinema in movimento. Di Roy Menarini.

La comicità perduta

lunedì 2 marzo 2015 - Roy Menarini

La comicità perduta Forse farà un po' sorridere la dicitura di film "restaurato e rimasterizzato" per Non ci resta che piangere, redistribuito nelle sale italiane grazie a un accordo tra Mediaset e Lucky Red. In fondo, non si tratta di un capolavoro del cinema muto o di un film i cui valori figurativi sono al primo posto dell'interesse delle persone. Quel che conta, ancora una volta, è rivivere in sala, collettivamente, la potenzialità comica della commedia di Benigni e Troisi. Probabilmente si tratta anche di un'operazione a testa d'ariete: finora i tanti cult movie proposti nella distribuzione di contenuti alternativi nei multiplex non avevano toccato più di tanto il comparto della commedia italiana.

   

di Walter Veltroni

Il viaggio nel tempo è un classico dell’immaginario cinematografico. In questo film a viaggiare nel tempo sono due straordinari cavalieri picareschi. Sono l’unica possibile coppia comica del moderno cinema italiano. Hanno voluto, in questo film, divertirsi a fare il verso ai più grande ticket della storia della commedia italiana: Totò e Peppino. In Non ci resta che piangere c’è infatti il remake della straordinaria sequenza della dettatura della lettera in Totò, Peppino e la malafemmina. Troisi e Benigni sono piombati, dopo una notte di pioggia, in pieno Rinascimento. »

Non ci resta che piangere | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marco Chiani
Pubblico (per gradimento)
  1° | anonimo
  2° | nino p.
  3° | nicosonic_10
  4° | sir gient
  5° | great steven
  6° | luca scial�
Rassegna stampa
Giovanni Grazzini
Approfondimenti
la comicità perduta
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
lunedì 2 marzo 2015
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2015 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità