•  
  •  
Apri le opzioni

Robert Enrico

Robert Enrico è un regista, sceneggiatore, montatore, è nato il 13 aprile 1931 a Liévin (Francia) ed è morto il 23 febbraio 2001 all'età di 69 anni a Parigi (Francia).

Dopo l'Idhec, Robert Enrico (di origine italiana) si impone come autore di cortometraggi: Thaumetopoea (1960), in bilico fra cinema scientifico e cinema poetico, mette in luce le sue straordinarie capacità tecniche e la sua sensibilità cinematografica; La rivière du hibou (1962), un piccolo gioiello, colleziona premi in tutto il mondo, Oscar compreso. «Era una storia di civili e militari durante la guerra civile americana» ricorda il regista a Michelle Roquier (France Cinéma 1996). Nel 1962 tre suoi cortometraggi, tratti da novelle di Ambrose Bierce, vengono riuniti in un unico film distribuito col titolo Au coeur de la vie, che stranamente non farà successo: «Venne giudicato troppo estetico, e così mi dovetti rivolgere temporaneamente alla televisione».
Il suo debutto nel lungometraggio avviene nel 1963 con La belle vie (in realtà già nel 1957 aveva partecipato in Italia alla realizzazione di Paradiso terrestre di Luciano Emmer in veste di collaboratore tecnico). La belle vietratta del reinserimento di un militare che torna a casa dalla guerra d'Algeria; il film ha dei problemi con la censura, «risultato: due anni di silenzio» commenta amaramente l'autore.
Da allora la carriera di Enrico segue strade alterne, divisa fra alcuni film di natura intimista (Tante Zita, 1967) e altri più numerosi d'azione, fra cui qualche poliziesco (Les grandes gueules, 1965, da un noir di José Giovanni), e d'avventura (Les aventuriers, Ho! Les caïds, storia di alcuni cascatori che si specializzano in furti). Il suo percorso cinematografico dimostra in maniera esemplare tutti i problemi e le difficoltà economiche che gravano sui cineasti francesi degli anni Settanta. Malgrado l'enorme successo commerciale di Le vieux fusil (1975), formidabile film d'azione all'americana sulla resistenza (viene presentato nella retrospettiva Noiret), appena due anni dopo è costretto a interrompere le riprese di Coup de foudre, con Philippe Noiret e Catherine Deneuve (la fine dell'aristocrazia europea dopo la prima guerra mondiale). Tra i film di Enrico girati negli anni Ottanta ricordiamo Pile ou face (1980), storia dei complicati rapporti tra un poliziotto e un sospetto: Philippe Noiret (il testardo, ribelle commissario Baroni) e Michel Serrault sono due splendidi "mostri" di bravura. Zone rouge (1986), un dramma ecologico (la diossina). Au nom de tous les miens (1983), storia allucinante di una famiglia ebrea polacca del ghetto di Varsavia a Treblinka. Nel bicentenario della Rivoluzione Francese (1989) concepisce un vasto affresco storico, ma realizzerà solo la prima parte della trilogia, Les années lumière (1990). Vent d'Est (1992), storia avvincente degli ucraini sopravvissuti a fianco dei tedeschi nella seconda guerra mondiale, è stato accolto in maniera contrastante.
Negli ultimi anni Robert Enrico dovrà lavorare soprattutto per la tivù, ma svolgerà anche un'intensa attività nell'ambito della difesa dei diritti d'autore.
Da France Cinema 06

Ultimi film

Drammatico, (Francia - 1986), 95 min.
Drammatico, (Francia - 1983), 83 min.
Giallo, (Francia - 1980), 105 min.
Drammatico, (Francia - 1975), 102 min.
Drammatico, (Francia - 1974), 100 min.
Avventura, (Francia - 1971), 113 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati