Giorni Felici

Film 2023 | Drammatico, 88 min.

Regia di Simone Petralia. Un film con Anna Galiena, Franco Nero, Maria de Medeiros, Marcello Mazzarella, Marco Rossetti. Cast completo Genere Drammatico, - Italia, 2023, durata 88 minuti. Uscita cinema lunedì 11 dicembre 2023 distribuito da Europictures. - MYmonetro 2,44 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Giorni Felici tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 11 dicembre 2023

Un dramma commovente che riflette sulla fragilità umana e la capacità di amare e resistere nelle situazioni più difficili. In Italia al Box Office Giorni Felici ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 3,9 mila euro e 2,7 euro nel primo weekend.

Consigliato nì!
2,44/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,83
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Un melodramma autunnale attento ai dettagli e credibile nel raccontare il progredire della malattia.
Recensione di Simone Emiliani
sabato 9 dicembre 2023
Recensione di Simone Emiliani
sabato 9 dicembre 2023

Margherita, un'attrice che si sta preparando per il prossimo ruolo in un film internazionale che si girerà a Los Angeles, ha appena festeggiato il suo compleanno con gli amici più cari e il figlio Enea, un musicista insoddisfatto della sua carriera. Tra le persone che le sono più vicine c'è la sua agente Michela e l'amico medico Ramiro. La sua vita cambia all'improvviso quando non riesce più a muoversi. Dopo essere stata ricoverata, torna a casa in carrozzina ma spera di riprendersi presto. Non essendo autosufficiente, oltre alla presenza della domestica arriva anche l'ex-compagno Antonio, chiamato da Enea. I due all'inizio si comportano come due estranei. Ma quando le condizioni di salute di Margherita peggiorano dopo che le è stata diagnosticata la SLA, iniziano a riavvicinarsi e ritornano nei ricordi i loro 'giorni felici'.

In fuga dal presente. Ci sono già le immagini iniziali di un passato felice di un film nel segno della memoria in cui c'è il desiderio impossibile di poter riavvolgere il nastro. Ma c'è anche la ricorrente presenza delle fotografie nell'appartamento di Margherita e dei filmini.

Dal momento della malattia della protagonista, Giorni felici sembra proiettarsi indietro nel tempo con i due personaggi giovani che sono frammenti di un flashback e/o la ricostruzione di un film da girare, probabilmente tra gli squarci più vitali del film soprattutto nelle scene al mare.

Simone Petralia, al secondo lungometraggio dopo Cenere, firma un melodramma autunnale molto attento ai dettagli e capace di mostrare in maniera credibile i progressivi segni della malattia di Margherita a cominciare dalla scena in cui le cade la brocca di vetro dalla mano.

Girato quasi tutto all'interno di un appartamento, sottolinea lo scarto tra la dimensione claustrofobica del presente dove la casa per la protagonista diventa una prigione e Antonio ci gira inizialmente come un luogo totalmente sconosciuto e, al contrario, gli squarci all'aperto del passato.

Anna Galiena e Franco Nero mostrano di essere in sintonia nei panni di una coppia che si sta riavvicinando dopo anni di lontananza e la loro vicenda richiama gli echi di Nick Cassavetes di Le pagine della nostra vita. La componente realistica, dove potrebbero esserci dei riferimenti alla vicenda di Piergiorgio Welby (l'attivista e giornalista gravemente malato che aveva chiesto nei suoi scritti di interrompere le cure che lo tenevano in vita) è quindi la parte più riuscita di Giorni felici, efficace nella scena più forte, quella in cui viene comunicata ai familiari di Margherita che la sua malattia è irreversibile.

Il film però non ce la fa a decollare nel momento in cui deve lasciar emergere la parte più emozionale. Certo, ci sono le lacrime, i rimpianti, gli obiettivi raggiunti e, al contrario l'insoddisfazione del figlio Enea e i sogni perduti di Antonio.

Petralia la strada del mélo sembra cercarla, forse anche con convinzione. Si sofferma sui dettagli della pioggia sulla vetrata, sul tempo che resta, sugli sguardi di un sentimento mai perduto e forse ritrovato. Trova qualche frammento intenso nei silenzi di Margherita e Antonio. Ma Giorni felici sotto questo aspetto non solo non esplode ma procede anche a singhiozzo.

Alcuni dialoghi diventano così poco spontanei ("Esiste il niente?") e, dopo la parte iniziale, aumenta la distanza tra i due protagonisti e i personaggi secondari. Tra questi soprattutto Maria de Medeiros è troppo in ombra. Così la morte finisce per restare più fredda dell'amore.

Sei d'accordo con Simone Emiliani?
Powered by  
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 12 dicembre 2023
Alessio Accardo
Close-up

"Non si vive come nei film, non c'è una voce fuori campo che ti spiega quello che è successo, non c'è la musica sotto i nostri primi piani. Nella vita si fanno le stronzate e poi si pagano. Fine." Così parlò Margherita (Anna Galiena), la protagonista del secondo lungometraggio del messinese Simone Petralia. Il film di cui vi parliamo, Giorni felici, invece, fa di tutto per smentire la battuta di quel [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 dicembre 2023
Matteo Pivetti
Sentieri Selvaggi

Come una decina di anni fa aveva fatto Michael Haneke con il suo Amour, anche Simone Petralia, al suo secondo lungometraggio Giorni felici, utilizza la senilità e la malattia per mettere in scena una dolce storia d'amore. Sotto una superficie che sembra quindi raccontare l'inesorabile avvicinarsi della morte, assistiamo alla rappresentazione del sentimento che più di tutti rappresenta al contrario [...] Vai alla recensione »

martedì 5 dicembre 2023
Roberto Silvestri
Film TV

L'incurabile malattia riavvicina Margherita, star di successo, ad Antonio (Franco Nero), regista in declino che la lanciò ma da cui si separò avventatamente, perché solo l'amore, che non è rose e fiori come credevano gli hippie, ci fa immortali. Petralia è ipnotizzato dal sorriso solare e radioso di Anna Galiena, che neppure la SLA, malattia che tutto paralizza, può fermare.

NEWS
TRAILER
martedì 7 novembre 2023
 

Regia di Simone Petralia. Un film con Anna Galiena, Franco Nero, Maria de Medeiros, Marcello Mazzarella, Marco Rossetti. Prossimamente al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati