La tristezza ha il sonno leggero

Film 2021 | Commedia 95 min.

Regia di Marco Mario De Notaris. Un film con Ciro Priello, Marco Mario De Notaris, Serena Rossi, Stefania Sandrelli. Genere Commedia - Italia, 2021, durata 95 minuti. - MYmonetro 2,25 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La tristezza ha il sonno leggero tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il film è ambientato a Napoli, il 9 novembre 1989, durante la notte della caduta del Muro di Berlino. Il timido Erri Gargiulo, quarantenne senza ambizioni, vedrà cadere anche il suo muro...

Consigliato nì!
2,25/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,00
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Una sceneggiatura naif che propende al surreale e con qualche trovata simpatica.
Recensione di Paola Casella
mercoledì 24 febbraio 2021
Recensione di Paola Casella
mercoledì 24 febbraio 2021

Napoli, settembre 1989. Erri Gargiulo è un quarantenne che sogna di fare il fumettista ma, secondo sua moglie Matilde, fa "disegni di merda" e "non è un uomo" perché non riesce a metterla incinta. Matilde lo caccia di casa, dopo avergli sbattuto in faccia che lo tradisce con un altro. Erri viene raggiunto da Flor, figlia di suo padre e della sua seconda compagna, che vive in una comune e ha una concezione stravagante della vita, e incoraggia il fratellastro a voltare pagina. L'uomo fissa un incontro con una prostituta, ma alla viglia del suo appuntamento galante, Flor gli piomba in casa e annuncia che la madre di Erri ha riunito proprio lì la famiglia per dare a tutti un'importante notizia. Ed ecco arrivare l'intero clan famigliare che, oltre ad Erri e a Flor, comprende la "reggitora" Renata Ferrara, il suo secondo marito Mario e i loro due figli, uno dei quali con famiglia.

Che la geografia del clan famigliare Gargiulo-Ferrara sia complessa è evidente, tanto che La tristezza ha il sonno leggero interrompe qua e là la narrazione per permettere ad ognuno dei personaggi di spiegare il suo rapporto di parentela con gli altri: ed è una delle trovate simpatiche del film diretto e interpretato (nel ruolo di Erri) da Marco Mario de Notaris, attore napoletano al suo debutto dietro la cinepresa.

La sceneggiatura, dello stesso de Notaris con Tiziana Martini, è liberamente ispirata al romanzo omonimo di Lorenzo Marone, che appare in un breve cammeo durante i titoli di coda. Questi piccoli interventi sulla grammatica filmica rivelano la curiosità e l'intento innovativo del neoregista, evidentemente desideroso di raccontare una storia per certi versi anticonvenzionale.

Tuttavia la struttura narrativa e la regia sono ancora molto approssimative, come succede a chi compie il salto da davanti a dietro la cinepresa. La tristezza ha il sonno leggero sconta l'inesperienza del suo autore, anche nella direzione di un gruppo di bravi attori di scuola napoletana come Roberto Caccioppoli, Ciro Priello e Tonino Taiuti, su cui spiccano Marzio Honorato e Serena Rossi. Ma l'insufficiente raccordo fra le recitazioni e una sceneggiatura eccessivamente naif finiscono per indebolire l'insieme. Anche Stefania Sandrelli, sempre capace di potenziare le sue caratterizzazioni, fatica a tenere insieme un personaggio contradditorio in scrittura.

Quel che la sceneggiatura ha di buono è invece una certa propensione al surreale, che regala momenti imprevisti come il dialogo finale fra Mario e Renata.

Probabilmente de Notaris aspira alla dolcezza lunare di Massimo Troisi, condita anche di quella malinconia partenopea che sa che "se vuoi essere felice nella vita ci sarà sempre un prezzo da pagare". In un mondo in cui crolla il Muro di Berlino e Maradona sta per capitolare al matrimonio, Erri cercherà di accogliere il cambiamento, continuando però a pensare che con qualcuno, prima o poi, dovrà fermarsi a "spacchettare i cartoni del trasloco".

Sei d'accordo con Paola Casella?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 3 marzo 2021
MAURIDAL

     Di pellicola  in  macchina  da ripresa ne è passata , da LA FAMIGLIA di Scola , al film LA TRISTEZZA HA IL SONNO LEGGERO,   e anche le famiglie sono cambiate un pò dovunque , e questo film di Marco De Notaris  regista  e attore  ,non è una commedia italiana e neanche una malinconia partenopea, vista l’ambientazione [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 4 marzo 2021
Alice Sforza
Il Giornale

Erri, sbattuto fuori di casa perché incapace di dare un figlio alla moglie, si ritrova in una nuova abitazione, mentre dà appuntamento a una prostituta. Prima dell'ora convenuta, però, iniziano ad arrivare, inaspettati, i Gargiulo e i Ferrara, ovvero i figli e parenti della mamma di Erri e del suo nuovo marito. Con il padrone di casa sempre più nervoso nell'attesa dell'«amichetta» che si rivelerà una [...] Vai alla recensione »

martedì 2 marzo 2021
Rocco Moccagatta
Film TV

Ricordate quel film dei fratelli Marx dove Groucho riempie all'inverosimile di persone la cabina di un piroscafo? Ecco, il film d'esordio di De Notaris (finora attore soprattutto di teatro, qui anche protagonista, non molto incisivo) ricorda quel gag, costruito com'è sul graduale accumulo di personaggi nella nuova casa tra il fané e il bohémien dello svagato Erri, aspirante fumettista, lasciato dalla [...] Vai alla recensione »

martedì 2 marzo 2021
Valerio Caprara
Il Mattino

L' aspetto migliore di «La tristezza ha il sonno leggero», appena approdato sulla piattaforma RaiPlay è quello dell' evidente determinazione del neoregista che, anche in virtù della proprietà transitiva, rinforza la sua performance nel ruolo del protagonista. Marco Mario De Notaris, in effetti, è un attore di lungo e pregevole corso, dotato di un' ingombrante (in senso buono) personalità che qui gli [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 febbraio 2021
Lorenzo Ciofani
La Rivista del Cinematografo

Piace molto ai lettori, il prolifico Lorenzo Marone: dieci testi nell'ultimo decennio, tutti più o meno varianti del binomio "sentimenti e Napoli" con titoli emblematici nel definire un orizzonte di sogni e bisogni, da Magari domani resto a Inventario di un cuore in allarme passando per La tentazione di essere felici già all'origine de La tenerezza di Gianni Amelio.

NEWS
NEWS
lunedì 22 febbraio 2021
 

Il film è ambientato a Napoli, il 9 novembre 1989, durante la notte della caduta del Muro di Berlino. Il timido Erri Gargiulo, quarantenne senza ambizioni, vedrà cadere anche il suo muro... Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati