La piazza della mia città - Bologna e Lo Stato Sociale

Film 2019 | Documentario, +13 88 min.

Titolo originaleLa piazza della mia città - Lo Stato Sociale
Anno2019
GenereDocumentario,
ProduzioneItalia
Durata88 minuti
Al cinema5 sale cinematografiche
Regia diPaolo Santamaria
AttoriEnrico Brizzi, Luca Carboni, Gianni Morandi, Gianluca Farinelli, Matilda De Angelis Michele Mellara.
Uscitagiovedì 17 settembre 2020
DistribuzioneI Wonder Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 4 recensioni.

Regia di Paolo Santamaria. Un film con Enrico Brizzi, Luca Carboni, Gianni Morandi, Gianluca Farinelli, Matilda De Angelis. Cast completo Titolo originale: La piazza della mia città - Lo Stato Sociale. Genere Documentario, - Italia, 2019, durata 88 minuti. Uscita cinema giovedì 17 settembre 2020 distribuito da I Wonder Pictures. Oggi tra i film al cinema in 5 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 4 recensioni.

Condividi

Aggiungi La piazza della mia città - Bologna e Lo Stato Sociale tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Le riprese del concerto de Lo Stato Sociale nella loro città di Bologna. In Italia al Box Office La piazza della mia città - Bologna e Lo Stato Sociale ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 14,1 mila euro e 9,6 mila euro nel primo weekend.

La piazza della mia città - Bologna e Lo Stato Sociale è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Una riflessione sul portato simbolico della Piazza intorno al controverso concerto de Lo Stato Sociale a Bologna .
Recensione di Raffaella Giancristofaro
lunedì 14 settembre 2020
Recensione di Raffaella Giancristofaro
lunedì 14 settembre 2020

Bologna, 12 giugno 2018: dopo diverse difficoltà si tiene in Piazza Maggiore il concerto di Lo Stato Sociale, la formazione cittadina che a febbraio ha ricevuto un’attenzione mediatica enorme dopo l’esibizione al Festival di Sanremo con "Una vita in vacanza". A due anni da quel live gratuito, a cui la sopraintendenza all’archeologia, belle arti e paesaggio aveva inizialmente opposto il veto sull’opportunità culturale dell’evento, la band si ritrova per le vie e i locali della città a ragionare su quell’esperienza e sul valore simbolico di quella piazza.

Luogo immortalato da Lucio Dalla nell'omonima canzone (1976), Piazza Grande da secoli abbraccia potere politico (palazzo D’Accursio, sede del Comune) e clericale (la Basilica di San Petronio e la fontana del Nettuno) in un’unica stretta, accogliendo contemporaneamente la comunità sul “crescentone” (rimando alla focaccia lievitata, com'è chiamata in città) cioè la pavimentazione centrale, emergente rispetto al livello circostante.

Su quella distesa di pietre in granito sono avvenuti alcuni dei passaggi storici e sociali più determinanti per il Paese, filtrati e ancora pulsanti nel Dna dei bolognesi: la guerra di Resistenza, la Liberazione, gli scontri del ’77, le manifestazioni sindacali, i funerali dell’attentato alla stazione ferroviaria del 2 agosto 1980. Ma è anche stata il teatro di un memorabile concerto dei Clash (1980) ed è diventata location delle proiezioni all'aperto della rassegna estiva “Sotto le stelle del cinema” e del Festival Cinema Ritrovato, a cura dalla Cineteca di Bologna, che qui fornisce rari documenti d’archivio e vedute della piazza (“tutte le volte che ci sono stato con qualcuno non di Bologna, mi hanno detto «questa cosa l’ho vista succedere solo qui», dice Lodo Guenzi). Infine, anche del concerto de Lo Stato Sociale (che in realtà lì avevano già suonato): a difesa del diritto della band di esibirsi si era schierato infatti sui social, dov’è popolarissimo, Gianni Morandi, sbloccando ogni ostacolo burocratico.

La piazza della mia città di Paolo Santamaria (già alle prese con la scena musicale italiana nel dirigere Ex Otago - Siamo come Genova) avvicenda alle riprese di quella performance le interviste a diversi rappresentanti della cultura in città, approfondendo i pensieri dei componenti della band, che come statuto si dà l’abolizione del concetto di leader: in ordine di apparizione, Francesco Draicchio, Enrico Roberto, Alberto Guidetti, Ludovico Guenzi e Alberto Cazzola. Ognuno di loro si riserva un momento da solista e approfondisce le linee condivise del gruppo: testimoniare l’era del precariato e della violenza, ripristinare un senso di collettività e di amore, non prendersi troppo sul serio, fare del realismo senza dimenticare cantabilità né ballabilità, criticare il sistema temperandolo col graffio sovversivo degli Skiantos (con un’apparizione del fondatore Fabio Testoni e della statua di Daniele Rossi dedicata a Freak Antoni) il loro parlare per slogan paradossali, sradicando frasi fatte e idee preconfezionate. Esponendosi, facendo i nomi, che si tratti di multinazionali petrolchimiche, dei responsabili della morte di Federico Aldrovandi o dell’unico politico in platea sanremese a non averli applauditi nella festa sanremese.

Attorno ai “regaz” una polifonia di voci di artisti e figure chiave della cultura della città si esprime sul ruolo di avanguardia e laboratorio civile che Bologna ha rivestito dal dopoguerra in poi. Il concerto osteggiato in piazza, insomma, si fa pretesto per riporre in chiave pop il tema democratico dello spazio politico, l’agorà, e dell’indipendenza dell’arte dal potere. Curioso, inedito crossover di documento storico e film su una band, che è al contempo anche vivace, lepido e smaltato veicolo di promozione del territorio.

Sei d'accordo con Raffaella Giancristofaro?
Suonare a casa.
a cura della redazione
lunedì 3 giugno 2019

Bologna, giugno 2018. Il concerto in Piazza Maggiore de Lo stato sociale, la band che ha portato l'indie italiano sui palchi di Sanremo. Un evento che ha fatto la storia della musica italiana. Sceso dai palchi di tutto il Paese, il gruppo si rivela in un documentario diretto da Paolo Santamaria, raccontando del suo prezioso rapporto con la piazza e la città magica che si muove intorno. Fra le interviste a personaggi come Matilda De Angelis, Gianni Morandi e Luis Sal, unite a esilaranti immagini d'archivio selezionate dai registi bolognesi Mellara e Rossi, la musica diventa protagonista di un indimenticabile show al centro di una delle piazze più iconiche d'Italia. Sullo sfondo, la città rossa che si trasforma e pullula di vita.

LA PIAZZA DELLA MIA CITTÀ - BOLOGNA E LO STATO SOCIALE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
mercoledì 23 settembre 2020
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

Tutto parte dal concerto di Lo Stato Sociale, la band bolognese che si è tenuto in Piazza Maggiore il 12 giugno 2018. Partono alcuni successi come Mi sono rotto il cazzo, La musica non è una cosa seria, Una vita in vacanza (brano che è arrivato secondo al Festival di Sanremo), Amarsi male e la versione di Sono un ribelle mamma degli Skiantos. Parlano i protagonisti del gruppo: Francesco Draicchio, [...] Vai alla recensione »

martedì 15 settembre 2020
Caterina Bogno
Film TV

Ah, che bellezza le piazze: ci si incontra (e scontra), si scambiano baci e si costruisce la democrazia, in «aperta rivolta all'eccesso di intimità». Figurati poi se l'arena in questione è la piazza Maggiore di Bologna: neanche un libro potrebbe tesserne esaustivamente le lodi. Tra un aperitivo e l'altro ci provano purtuttavia i regaz di Lo stato sociale, che insieme a un'altra manciata di bolognesi [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
venerdì 4 settembre 2020
 

Regia di Paolo Santamaria. Un film con Enrico Brizzi, Luca Carboni, Matilda De Angelis. Dal 17 settembre al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
mercoledì 2 settembre 2020
 

Bologna, giugno 2018. Il concerto in Piazza Maggiore de Lo stato sociale, la band che ha portato l'indie italiano sui palchi di Sanremo. Un evento che ha fatto la storia della musica italiana. Sceso dai palchi di tutto il Paese, il gruppo si rivela in [...]

NEWS
giovedì 4 giugno 2020
 

Le riprese del concerto de Lo Stato Sociale nella loro città di Bologna. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati