Blade Runner 2049

Acquista su Ibs.it   Dvd Blade Runner 2049   Blu-Ray Blade Runner 2049  
Un film di Denis Villeneuve. Con Ryan Gosling, Harrison Ford, Ana de Armas, Sylvia Hoeks, Robin Wright.
continua»
Titolo originale Blade Runner 2049. Fantascienza, Ratings: Kids+13, durata 152 min. - USA 2017. - Warner Bros Italia uscita giovedì 5 ottobre 2017. MYMONETRO Blade Runner 2049 * * * - - valutazione media: 3,27 su 136 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Teniamoci l'originale... Valutazione 3 stelle su cinque

di laurence316


Feedback: 26325 | altri commenti e recensioni di laurence316
sabato 7 ottobre 2017

... e, Hollywood, basta con questi sequel, prequel e remake
Dove sono le idee originali?


Fare un seguito a ben 35 anni di distanza di uno dei più grandi film di fantascienza, oggetto di culto per schiere di appassionati, era impresa ardua (e non si sa quanto auspicabile). Se ne parlava già dalla fine degli anni '90 ma, dopo diversi avvicendamenti, la patata bollente è infine passata a Villeneuve (il regista di Arrival) che, forte della sceneggiatura di due veterani del cinema (dei quali uno, Fancher, era sceneggiatore anche del primo film), si cimenta nell'impresa realizzando un film per molti versi anche interessante seppur mai neanche lontanamente paragonabile all'originale.

Per non incorrere in cocenti delusioni è perciò necessario giudicare il film nella sua unicità evitando spiacevoli paragoni con il film di Scott che si rivelerebbero tutti a sfavore di questo Blade Runner 2049. Che, comunque, presenta lo stesso i suoi bei difetti, anche se giudicato come film autonomo.

Tra lentezze e lungaggini
Innanzitutto, impiega veramente troppo tempo a partire, una buona oretta e forse anche più si poteva tranquillamente tagliare senza perdere proprio un bel niente in termini di storia ed atmosfera, ed anzi guadagnando in concisione e compattezza. E non si tratta di una questione di lentezza in sé, dato che anche il primo Blade Runner aveva nel ritmo sostenuto uno dei suoi punti di forza, ma di lentezza spesso ingiustificata, considerando il fatto che gran parte delle scene mostrate in questo lasso di tempo non hanno una così grande influenza sulla trama e nemmeno hanno la funzione di creare l’atmosfera (se quella era l’intenzione si poteva raggiungere lo scopo anche in molti meno minuti).

Il sapore fortemente derivativo
E, tra l’altro, bisogna dirlo, cedendo per la prima e l’unica volta ad un paragone con il film di Scott, l’atmosfera di questo seguito ha ben poco di originale ed anzi sa molto, molto di già visto (c’è poco di nuovo e allora viene da chiedersi cosa dovrebbe impedire allo spettatore di andare direttamente alla fonte, recuperando quel capolavoro della fantascienza cinematografica che è il primo Blade Runner, evitando di perdere tempo con opere derivative).

La sceneggiatura, fintamente complessa, annacquata e poco consistente, e il finale
Un altro punto dolente di Blade Runner 2049 è la sceneggiatura. Che non solo si dilunga inutilmente ma, come se non bastasse, orchestra un colpo di scena finale che è solo irritante e fastidioso e che, semplificando per evitare spoiler, rovescia le carte in tavola facendo assumere al film i connotati del mero prologo di qualcosa di ben più vasto e grandioso che, evidentemente, è previsto per il futuro (insomma, un clamoroso finale aperto che lascia la storia principale e più interessante, riguardante un prossimo conflitto tra due opposte fazioni, a data da destinarsi [sempre che poi del film venga effettivamente prodotto un seguito]).
Un colpo di scena che riguarda anche il protagonista di questo film, l’agente K, e che, retrospettivamente, porta a chiedersi quale sia stato il senso di assistere ad un film, tra l’altro di oltre due ore e mezza, che non conclude un bel niente di fatto e, di conseguenza, non aggiunge neanche un bel niente a quanto detto in precedenza nel film dell’82. E che anzi lascia, come detto, gli sviluppi più interessanti a chissà quando (magari un ulteriore seguito ad altri 35 anni di distanza, nel 2052).

Ma quale villain
E poi colui che dovrebbe sostanzialmente fare la parte del “cattivo” di turno, il Neander Wallace interpretato da J. Leto, non compare quasi mai e si rivela alquanto inutile (probabilmente anche quest’ultimo avrà un ruolo maggior in un ideale prossimo capitolo, chi lo sa).

Ma quale capolavoro
Insomma, Blade Runner 2049 rivela sempre più, man mano che si sviluppa, la sua mera natura di blockbuster industriale d’intrattenimento senza una visione propria ben definita. Non che questo sia necessariamente di per sé un male, ma date le pretese filosofiche che accampa forse sarebbe stato lecito aspettarsi qualcosina di più di un paio di belle scene, di un ottima fotografia e di diversi ottimi effetti speciali. Tutto caratteristiche che lo accomunano a schiere di altri film che però nessuno giudica grandi traguardi dell’arte cinematografica, né tra i migliori sequel della storia del cinema né tanto meno dei capolavori (come sempre più spesso accade la critica d’oltreoceano si è lasciata un po’ andare in una profusione di elogi non molto meritati).

Il film di Villeneuve è un film di puro intrattenimento e non un’opera d’arte né un nuovo traguardo della fantascienza cinematografica che, appunto, oltre ad un paio di buone sequenze (quella al rifugio di Deckard in una Las Vegas post-apocalittica e quella finale) offre ben poco (e ripara in una scontata scazzottata per risolvere la faccenda).

Che cosa rimarrà di questo film?
E’ difficile immaginare che questo Blade Runner 2049 farà ancora parlare di sé tra 35 anni, è difficile immaginare che diventerà un nuovo cult movie ed è difficile immaginare che anche solo una persona sarà in grado di nominare una singola sequenza veramente memorabile di questo film, una singola sequenza veramente eccezionale in cui si distingua dal Blade Runner di Ridley Scott sulle cui spalle si appoggia per gran parte della durata, una singola citazione veramente da ricordare (i tempi delle cose che nessun umano potrebbe mai immaginare a quanto pare sono finiti da un pezzo).

Concludendo, è un film che si lascia guardare, ad eccezione di alcuni momenti in cui rallenta un po’ troppo, che si può vedere se non altro per curiosità, un film discreto che però non impressiona più di tanto e che, in fin dei conti, poteva essere molto meglio (i presupposti, dopotutto, c’erano tutti)

[+] lascia un commento a laurence316 »
Sei d'accordo con la recensione di laurence316?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
71%
No
29%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
pietrosg domenica 28 gennaio 2018
mai neanche lontanamente paragonabile...
0%
No
100%

Proprio così. Ovviamente è la mia opinione, ma la struggente meraviglia dell'originale è stato il perfetto connubio fra storia e colonna sonora: a distanza di anni ho scoperto che sono assolutamente intrecciate. Sia le immagini che la musica da sole perdono moltissimo, insieme un capolavoro. Perchè non richiamare Vangelis??
Il film non mi ha colpito molto, manca molto "ambiente" che nel primo era vivissimo. Peccato.



[+] lascia un commento a pietrosg »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di laurence316:

Vedi tutti i commenti di laurence316 »
Blade Runner 2049 | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | antoniomontefalcone
  2° | laurence316
  3° | samanta
  4° | jeanlot71
  5° | nicola1
  6° | zaius72
  7° | elgatoloco
  8° | carloalberto
  9° | misterwinter
10° | kriticos-one
11° | annalisarco
12° | dariobottos
13° | clavius
14° | skywalker70
15° | giorpost
16° | vanessa zarastro
17° | loland10
18° | harloch74
19° | gustibus
20° | andreaalesci
21° | orion84
22° | cristian
23° | orione95
24° | hollyver07
25° | sparrows81
26° | fantasyfactory
27° | maurizio.meres
28° | kimkiduk
29° | zakalwe
30° | paolp78
31° | mattomarinaio
32° | iuriv
33° | ilcirro
34° | mauridal
35° | ennio
36° | ziosam
37° | edenartemisio
38° | alesimoni
39° | maramaldo
40° | ansku
41° | citizenkane
42° | fight_club
43° | chilipalmer
44° | il_caravaggio
45° | flyanto
46° | vincenzoambriola
47° | geronimostilton
48° | paolosalvaro
49° | jennyx
50° | silver90
51° | mattiagualeni
52° | mokujohn
53° | andrea1234
54° | silver90
55° | ceresfelipe
56° | udiego
57° | ninopellino
58° | tmpsvita
59° | carlosantoni
60° | azuccoa
61° | pietroviola
62° | lucavon95
63° | francescodf
64° | weachilluminati
Premio Oscar (7)
BAFTA (10)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 5 ottobre 2017
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità