Montage

Un film di Jeong Geun-Seop. Con Jeong-hwa Eom, Sang-kyung Kim, Young-chang Song Titolo originale Mong-ta-joo. Thriller, durata 120 min. - Corea del sud 2013.
   
   
   

Un "montaggio" perfetto: imprevedibile e grandioso Valutazione 4 stelle su cinque

di laurence316


Feedback: 27050 | altri commenti e recensioni di laurence316
lunedì 3 dicembre 2018

Ancora una volta, uno straordinario thriller da quel di Corea (del Sud). Magistralmente scritto dal regi­sta, che in più l’ha diretto con mano ferma e sicura, Montage è sicuramente uno dei migliori film corea­ni della stagione.

Un ineccepibile meccanismo narrativo, capace di creare una suspense quasi insosteni­bile (in particolare, nell’ultima [eccezionale] mezz’ora), di tenere realmente sulle spine, avvincere, catturare, fino agli ultimissimi istanti, inanellando una serie di colpi di scena via via sempre più sorprendenti (raggiungendo il culmine col finale: veramente inaspettato).

Il tutto è ottenuto per mezzo, come accennato, di una sapiente costruzione narra­tiva (che alterna il passato remoto [il 1997], il passato prossimo e il presente) e di un’ottima idea di montaggio (impossibile dire di più, altrimenti il rischio è di rovinare la sorpresa [che, giusto per ribadire, è effettivamente tale]).

Se, insomma, nei primi minuti può apparire convenzionale (il rapimento, il mancato risolvimento del caso, il conse­guente poliziotto tormentato), Montage è in realtà opera di uno sceneggiatore acuto, che usa i suddetti topoi di base per ricamarci sopra una trama che rivela ben presto tutte le sue potenzialità, e la trasforma in un avvincente thriller ca­pace di tenere col fiato sospeso.

Seppur non troppo marca­tamente, il film sfiora poi spunti d’interessante critica so­ciale, nel suo mostrare ciò a cui si è disposti (o, in altri casi, costretti) a fare in un mondo spietato, dove quando scoppia una crisi a pagarne le conseguenze sono sempre i più deboli. E se può legittimamente generare dubbi circa l’ideologia, la scena di poco antecedente il finale li dissipa e, come in perfetto stile coreano, al contempo si dimostra capace di commuovere (rendendo palesi, in pochi attimi, tutti i dubbi, le ansie, le incer­tezze a cui è stata sottoposta la madre).
Al di là del montaggio, buona anche la fotografia e convincenti le prove degli attori: Uhm è una vera diva in patria, modello di riferimento per molte attrici delle gene­razioni successive; Kim viene da Memories of Murder, il quasi capolavoro di Bong Joon-ho.
Buon suc­cesso in Corea del Sud, è passato purtroppo inosservato in gran parte del resto del mondo (Italia com­presa, naturalmente), salvo, forse, in India, dove ne è stato realizzato un remake nel 2016: Te3n, di Rib­hu Dasgupta.

[+] lascia un commento a laurence316 »
Sei d'accordo con la recensione di laurence316?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di laurence316:

Vedi tutti i commenti di laurence316 »
Montage | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | laurence316
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità