CJ7

Acquista su Ibs.it   Dvd CJ7   Blu-Ray CJ7  
Un film di Stephen Chow. Con Stephen Chow, Min Hun Fung, Chi Chung Lam, Sheung-ching Lee, Jiao Xu, Yuqi Zhang Commedia, Ratings: Kids, durata 86 min. - Hong Kong 2008. MYMONETRO CJ7 * * * - - valutazione media: 3,09 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Si ride molto grazie al CJ7... Valutazione 3 stelle su cinque

di laurence316


Feedback: 27050 | altri commenti e recensioni di laurence316
domenica 6 gennaio 2019

... e magari si diventa anche più umani!

Dopo il colpo grosso a livello internazionale con il precedente
Kung Fusion, Chow decide di tornare alla regia di una vera e propria scommessa.
Una favola simpatica, tacciata di “buonismo” come se un film rivolto all’infanzia dovesse essere, al contrario, “cattivista”, sicuramente a tratti eccessivamente melodrammatica (ma una certa scena nei dintorni dell’epilogo saprà certo far versare una lacrimuccia a tutti i più sensibili, e ai piccini, che non avranno proba­bilmente sentore della prevedibilissima risoluzione della faccenda), a tratti alquanto,
per l’appunto, scontata, non all’altezza delle prove migliori del regista, ma no­nostante tutto quasi sorprendentemente riuscita.

Chec­ché ne dicano alcuni, difatti, grazie a
CJ7 si ride e molto (a patto, però, che lo si guardi in versione originale, evi­tando accuratamente, come sempre, il doppiaggio), e questo nonostante la natura fondamentalmente infantile delle gag (tra le tante trovate, memorabile quella delle mosse “kung fu” della piccola creaturina, che riporta alla memoria le opere precedenti di Chow, in cui si è ci­mentato nella “fusione” delle mosse dell’arte marziale applicate più o meno ad ogni cosa possibile ed immagi­nabile, dalla cucina [God of Cookery] al calcio [Shaolin Soccer]). E tutto senza, ovviamente, dimenticare di in­serire la piccola morale a coronamento e completamen­to.

Qualcuno potrà
forse rimanere basito di fronte a certi soprusi a cui viene sottoposta la creatura proveniente dallo spazio profondo, ma sono funzionali alla costru­zione del discorso. Perché il piccolo protagonista, con­dizionato dal contesto sociale in cui vive, da un’educazione che ripete continuamente come la massima aspirazione dell’uomo debba essere unicamente quella di accumulare ricchezza, di “avere successo”, anche utilizzando i metodi più criminosi, ed in più a causa di un iniziale malinteso, subito si aspetta da “CJ7” null’altro che un universale esecutore dei propri desideri, grazie al quale ottenere il più possibile col minimo sforzo. E appena la creaturina non si dimostrerà in grado di fungere da “genio della lampa­da” personale, finirà per abbandonarla. Ma il piccolo Dicky non mancherà di comprendere rapidamente il proprio errore.
Il messaggio è evidente, e altrettanto palesemente non particolarmente originale, ma non si può certo dire che sia negativo.
E anche il “sacrificio” finale (che l’ultimissima scena rende chia­ramente non definitivo) ribadisce una volta in più concetto, di accettazione e rapporto con l’altro, al quale donare senza necessariamente pretendere di ricevere qualcosa in cambio (all’inizio vale solo per il “CJ7” ma presto il rapporto disinteressato diventerà reciproco).

Mentre i soprusi a cui viene sottopo­sto dagli altri marmocchi dimostrano di una società incapace di vedere oltre, richiusa su se stessa, che attraverso il proprio spietato spirito di competitività, di efficienza
, ottuso pragmatismo, sopraffazione, umiliazione e detrimento dell’altro, dogmatica accettazione di un’unica visione del mondo (con annes­se tutte le più variegate scempiaggini ugualmente accettate come oro colato), ha tolto la capacità di im­maginare e di meravigliarsi persino all’infanzia (il bulletto e i suoi sgherri che “giocano” a fare gli adulti, e non riescono a comprendere come non si tratti affatto di un giocattolo; sicuramente, in futuro, capaci di sopravvivere in un mondo spietato in cui a vincere è unicamente il più forte, o forse il più cat­tivo).

Naturalmente, tutto ciò non significa che il film renda ingombranti tutte queste possibili interpre­tazioni, soffocando l’impianto
spettacolare, da puro intrattenimento. Anzi, forse ricercare tali interpreta­zioni appare un po’ esagerato alla lunga (perché, in fondo, lo scopo di questo CJ7 – Creatura extraterrestre è quello di divertire), ma ciononostante necessario al fine di rimediare ai numerosi frain­tendimenti che il film si è dimostrato in grado di generare (con spettatori che vi hanno addirittura intra­visto una esemplificazione di una supposta “cultura cinese dell’abuso sugli animali”. Come sempre, si è prontissimi a rintracciare tutti i possibili difetti degli altri [anche immaginari], provando un perverso piacere nel farlo; nonché non solo di fraintendere completamente un film, ma anche, per giunta, di ren­derlo incredibilmente emblematico di un’intera cultura, e non semplicemente, se proprio, delle idee di chi l’ha prodotto).

Al di là di ciò, sul piano più puramente cinematografico, è vero che la computer-graphics non eccelle ma è anche vero che non stona completamente, essendo usata in tono volutamente antinaturalistico e con una certa giocosa creatività in certe, esilaranti, sequenze. Per andare a creare, dunque, una sorta di E.T. d’oriente” divertente, ritmato, recitato benissimo dalla piccola e sorprenden­te Jiao Xu (perché sì, in realtà si tratta di una bambina).
Che però, costato intorno ai 20 milioni di dolla­ri, non si rivela un grandissimo successo rispetto alle precedenti opere di Chow, pur riuscendo a recupe­rare il budget. Almeno, rispetto ad altri, è stato distribuito in Italia, anche se, come già accennato, è consigliabile evitare la versione doppiata (altamente consigliabile).

[+] lascia un commento a laurence316 »
Sei d'accordo con la recensione di laurence316?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di laurence316:

Vedi tutti i commenti di laurence316 »
CJ7 | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Pubblico (per gradimento)
  1° | laurence316
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità