Saint Amour

Film 2016 | Commedia +13 101 min.

Anno2016
GenereCommedia
ProduzioneFrancia, Belgio
Durata101 minuti
Regia diBenoît Delépine, Gustave Kervern
AttoriGérard Depardieu, Benoît Poelvoorde, Vincent Lacoste, Céline Sallette, Gustave Kervern Andréa Ferréol, Chiara Mastroianni, Izia Higelin, Ana Girardot, Michel Houellebecq.
Uscitagiovedì 27 ottobre 2016
DistribuzioneMovies Inspired
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 6 recensioni.

Regia di Benoît Delépine, Gustave Kervern. Un film con Gérard Depardieu, Benoît Poelvoorde, Vincent Lacoste, Céline Sallette, Gustave Kervern. Cast completo Genere Commedia - Francia, Belgio, 2016, durata 101 minuti. Uscita cinema giovedì 27 ottobre 2016 distribuito da Movies Inspired. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 6 recensioni.

Condividi

Aggiungi Saint Amour tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Padre e figlio si mettono in viaggio per scoprire le aziende vinicole della campagna francese.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Commedia dolce-amara dal ritmo alticcio e spirito picaresco, prodigiosamente illuminata dai suoi protagonisti.
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 19 febbraio 2016
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 19 febbraio 2016

Jean alleva tori robusti e sogna il primo premio al Salone Internazionale dell'Agricoltura, Bruno non ne può più di allevare tori e desidera soltanto una donna e un altro bicchiere di vino. Dentro un taxi e una complicata relazione filiale, Jean e Bruno cercano un dialogo e infilano strade secondarie per ritrovarsi. Impugnata la mappa dei vini, si spostano lungo le regioni francesi per degustare vino, silenzi e confidenze. Ogni tappa è segnata da una donna che fa più dolce e più folle il loro viaggio. Orfani rispettivamente di madre e consorte, Bruno e Jean s'imbattono in Venus, una giovane donna 'gravida' di vita che li conduce a cavallo verso un domani improbabile eppure possibile.
Lanciare due robusti bevitori lungo la route des vins con Vincent Lacoste alla guida di un taxi, è il rischio preso e la sfida vinta da Benoît Delépine e Gustave Kervern. Commedia dolce-amara interpretata da Gérard Depardieu e Benoît Poelvoorde, Saint Amour è la storia di un viaggio, reale e metaforico, di un padre e un figlio. Road movie che percorre le campagne francesi con ritmo alticcio e spirito picaresco, Saint Amour espone nella forma stabile della commedia l'instabilità della vita, dove passi avanti e passi indietro compongono una trama risonante di antifrasi, echi e rime.
Svolto con esemplare semplicità, il nuovo film di Delépine e Kevern è prodigiosamente illuminato dai suoi protagonisti che credono nelle deviazioni e nelle prese d'atto. Ancora insieme sulla strada e sullo schermo (Asterix alle Olimpiadi e L'autre Dumas), Depardieu e Poelvoorde abitano questa volta un intervallo sospeso, malinconico, declinante e morbido. Incalzati in primi piani claustrofobici e da un presente che tende a separarli, faticano a riconoscersi nella propria immagine problematicamente adulta. Depardieu, sanguigno e terragno, è fatto della stessa pasta, e dello stesso vino, del film che interpreta, invecchiando inesorabilmente intorno alla propria radiosa aura. Attore che può riempire da solo una scena, non solo per il plusvalore fisico, accetta di farsi frazionare dal montaggio e lungo la strada infilando letti occasionali con commovente disagio. L'effetto è di nostalgica dissonanza. Nella sequenza intima condivisa con Céline Sallette, signora accanto celata dal suo corpo sazio, c'è d'improvviso il senso di tutto ciò che noi abbiamo perduto e che personaggio e attore riscoprono sopraffatti a tradimento dalla falsa memoria.
Dalle immagini che riportano al Depardieu truffautiano, scossa elettrica di emozione e di battaglia che al cinema muore sempre e solo per amore. Al suo fianco, ebbro e compulsivo, viaggia Benoît Poelvoorde buffone che corteggia respinto e non si arrende tra conversazioni instabili e un bicchiere di troppo. Personaggio invadente con una nota acuta (e impastata) di tristezza nella voce, l'attore belga resta in equilibrio tra verità e performance, scegliendo come primo strumento il suo corpo che procede di bolina e parla fino a esaurirsi.
Se Vincent Lacoste, che 'guida' discreto, è un vino onesto e leggero e Benoît Poelvoorde un grand cru, Depardieu è indubbiamente un cuvée millésimé, prodotto eccelso vinificato da uve di un'unica annata. Annata inestimabile e irripetibile anche per il cinema francese. Ma come tutti i vini buoni per degustarli è necessario servirli in un contesto adeguato. Collaudati sommelier, Delépine e Kevern apparecchiano con perizia la tavola, assecondando la natura terrena e popolare dei loro 'soggetti' fluttuanti tra tenerezza e ombra.
Saint Amour ha il colore rubino carico del vino del mese e del titolo, il sapore speziato di una commedia che elabora un tessuto umano non convenzionale, assunto senza giudizio e con simpatia, un tessuto mai cucito fino in fondo. Punto di raccolta del viaggio e dell'energia dei protagonisti sono le donne, una per ogni regione attraversata. Ana Girardot, Chiara Mastroianni, Andréa Ferréol, Céline Sallette, sono ragazze selvagge diversi anni dopo l'emancipazione e la liberazione sessuale che rimettono al mondo con giochi erotici senza cattiveria e gli occhi innocenti, che fanno l'amore o che se ne dimenticano, che si angosciano per il debito pubblico o cercano un figlio da uomini ammaccati che non sanno più che fare con una donna, incapaci di conformarsi ai codici più elementari della buona creanza.
Possibilità di un'isola e di una sosta per loro è anche Michel Houellebecq, affittuario con derive nichiliste che mantiene un'incredibile coerenza coi suoi personaggi letterari e afflitti. Delépine e Kevern confermano la loro preferenza per le epopee a 'bordo strada' e per lo spirito sguaiatamente sgualcito che conduce i protagonisti lontano da casa. Impossibile per loro il ritorno alla normalità, impossibile rientrare chez soi. Li congediamo allora in uno spazio bucolico da reinventare con una famiglia che non è più quella 'di partenza' ma quella che hanno scelto viaggiando sbronzi di vita.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?

SAINT AMOUR disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 31 gennaio 2017
LBavassano

Mescolano ingredienti svariati, ma parimenti privi di misura, Benoit Delepine e Gustave de Kervern. Una comicità di grana più che grossa, per di più frequentemente alla ricerca della risata più banale, ed una malinconia che costantemente scivola nel patetico. Un tour attraverso i grandi vini di Francia e immagini di desolante approssimazione.

domenica 12 marzo 2017
no_data

il film é ferocemente e impietosamente antimaschilista. Mi è piaciuto molto

giovedì 16 febbraio 2017
scratty

 Mah!! Cosa dire un cast ottimo del cinema francese ma purtroppo con scarsi risultati per lo spettatore...forzato nel finale, confuso nella sceneggiatura..serreale e a tratti patetico. Non lo ricordero' di certo se non per i bellissimi paesaggi francesi. I francesi sanno fare di meglio.  

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Che se a un certo punto un allevatore, figlio e nipote d'allevatore, scopre di detestare i tori e desiderare vino e donne? Eccellente accoppiata l'ignavo, obeso Depardieu e lo svanito Poelvoorde: padre e figlio, in attesa di conoscere l'esito di un concorso per il miglior "montatore" al Salone dell'Agricoltura, viaggiano lungo la "route des vins" litigando, degustando, amando, ricordando, fino alla [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Funziona bene la monumentale coppia. Gérard Depardieu e Benoit Poelvoorde incarnano (verbo non casuale) padre vedovo e figlio, allevatori di tori, che s'imbarcano in taxi da Parigi verso il Sud. Un breve Tour de France senza meta, pieno di clamorose sbronze, a cominciare dal rosso del titolo, e inattesi incontri con donzelle piuttosto disponibili. Ma la vera felicità è scoprire quanto si vogliono bene. [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati