Quando hai 17 anni

Film 2016 | Drammatico 116 min.

Regia di André Téchiné. Un film Da vedere 2016 con Sandrine Kiberlain, Kacey Mottet Klein, Corentin Fila, Alexis Loret, Jean Fornerod. Cast completo Titolo originale: Quand on a 17 ans. Genere Drammatico - Francia, 2016, durata 116 minuti. Uscita cinema giovedì 6 ottobre 2016 distribuito da Cinema. - MYmonetro 3,46 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Quando hai 17 anni tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Due ragazzi instaurano un rapporto difficile da portare avanti a causa delle avversità tra le due famiglie d'origine. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Cesar. In Italia al Box Office Quando hai 17 anni ha incassato 131 mila euro .

Quando hai 17 anni è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,46/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,60
PUBBLICO 3,29
CONSIGLIATO SÌ
Téchiné si ritrova e ritrova il suo cinema cogliendo la chiarezza dell'essere e lasciando emergere il disagio del movimento osservato, ripetuto, arrampicato sui rilievi della vita.
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 16 febbraio 2016
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 16 febbraio 2016

Damien ha diciasette anni e frequenta con profitto il liceo. Figlio di un pilota in missione e di una madre dottoressa, da qualche tempo ha un problema. Un problema che ha il volto e il piglio sfrontato di Tom, che non perde occasione a scuola per provocarlo. Figlio adottivo di una coppia che gestisce una fattoria in montagna, Tom ha paura di amare e tiene a distanza chi vorrebbe tanto farlo. Come Damien che con la pubertà ha scoperto il desiderio e la sua inclinazione sessuale. Ma Tom non ci sta e tra loro il confronto si fa aspro. Poi la vita, scandita da trimestri, irrompe gravosa togliendo o donando dentro una nuova stagione.
André Téchiné ha già raccontato con L'età acerba la nascita di un sentimento travagliato e di un desiderio che monta in piena natura, nondimeno sarebbe un errore ridurre Quando hai 17 anni alla sola descrizione di una passione adolescenziale. Perché il film dell'autore francese si misura con pudore e intelligenza con la virilità, la filiazione e tutto quello che determina profondamente gli individui. Téchiné ancora una volta dimostra la volontà di indagare gli insondabili sentimenti umani, partendo proprio dall'istintualità dell'adolescenza e adoperando una strategia situazionale dove la macchina da presa scruta al millimetro il corpo e scava nell'enigmatica impulsività adolescenziale.
Il punto di vista dei giovani protagonisti è rapportato sempre al nucleo familiare e sociale la cui riformulazione è al passo con la storia. Se L'età acerba abitava nella Francia del conflitto algerino, Quando hai 17 anni è ficcato nelle montagne dell'Ariège e in un Paese assediato e sospeso tra raid aerei e missioni di pace. Damien è figlio di un pilota dell'Armée de l'Air in missione e 'allievo' di un ex militare che lo fa boxare convogliando sul punching ball la sua rabbia giovane. Avvicinati gli spettacolari paesaggi montani, Téchiné interpone la natura con la visibilità totale dei personaggi, adolescenti, genitori, militari, ex militari, contadini, insegnanti, presidi, una comunità umana che collabora, si soccorre e si sostiene.
C'è qualcosa d'immaginabile e insieme utopico nella maniera in cui Téchiné mostra i suoi personaggi senza mai contrapporre le classi sociali. Perché come spiega molto bene al figlio la madre di Sandrine Kiberlain non bisogna avere paura ma 'confidenza' nella vita, davanti all'amore salta tutto, le etichette sociali come i pregiudizi sessuali. Ma "quando i tigli sono verdi lungo i viali" e "il cuore è folle come Robinson in un romanzo" sei diffidente e preparato agli attacchi. Damien e Tom hanno soltanto diciassette anni e prima di amarsi e (af)fidarsi devono cercarsi, battersi, affrontarsi, darsele di santa ragione dentro una natura selvaggia sulla quale scorre il tempo e le stagioni. Diviso in trimestri e lungo nove mesi, intervallo in cui si nasce (la sorellina di Tom) e si muore (il padre di Damien), Quando hai 17 anni pedina i suoi personaggi risaltando al microscopio la loro corporalità, fino a raggiungere per via epidermica il cuore inesplorato delle emozioni.
Rinvigorito dall'aria di montagna e dalla scrittura di Céline Sciamma (Diamante nero), Téchiné si ritrova e ritrova il suo cinema. Elusa la spettacolarizzazione e i sentimenti rosa dei film commerciali, coglie di nuovo la chiarezza dell'essere, lasciando emergere tutto il disagio del movimento osservato, ripetuto, arrampicato sui rilievi della vita. Disagio agito da Corentin Fila e Kacey Mottet Klein, derivati dalla lirica di Arthur Rimbaud ("On n'est pas sérieux, quand on a dix-sept ans") e pieni di un'aggressività che si nutre della reciproca aggressività. Tra loro si accomoda la madre rigenerante e rigenerativa di Sandrine Kiberlain, compresa in uno dei suoi ruoli più belli, che accudisce e ascolta l'impetuosa inquietudine dei figli. Uno biologico, l'altro 'orfano' e riflesso speculare di suo figlio. Partecipanti liminali alla soglia di due piani esistenziali, ambigui, aperti a tutto e splendidamente indeterminati, Damien e Tom esistono in una zona fisica ed emotiva di passaggio, in uno stadio di vaghezza perenne. A settantatre anni Téchiné mette in scena l'età acerba, quella nuda, irrazionale, inconsequenziale, mossa dall'emozione del momento, variabile come le stagioni, presa a pugni, vestita di lividi, avida di vita.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
QUANDO HAI 17 ANNI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 9 ottobre 2016
vanessa zarastro

Come si possono non attrarre due giovani diciassettenni così diversi tra loro? Siamo nel liceo scientifico di una piccola cittadina nelle montagne dell’Arège, nei Pirenei. Il film Quando hai 17 anni narra il rapporto tra Thomas (un bravo Corentin Fila) e Damien (uno strepitoso Kacey Mottet Klein) durante l’arco di un anno, diviso simbolicamente in trimestri come a sottolineare [...] Vai alla recensione »

martedì 22 novembre 2016
beghella

 Mi è piaciuto perché ci sta dentro tanta roba. E' uno sfiorare senza restare in superficie. Un documentario emotivo dove la sceneggiatura è volutamente scarna ma è anche migliore perché te la crei mentre torni a casa. Dopo,e più tardi ancora. Diventa solo tua ,ad abbellirti i pensieri. E' un film  sugli opposti,abitanti del  senso [...] Vai alla recensione »

domenica 9 ottobre 2016
Maurizio.Meres

In questo film vengono evidenziati tutti i pregiudizi ,che oggi una inumana è alquanto ignoranza esistenziale,senza valori sta creando una spaccatura tra esseri simili ma con una evidente diversità mentale,nel film non c'è mai un atto di omofobia,ma sono loro stessi nel creare le paure di una loro stessa diversità,e di una incapacità di comunicare con gli altri,non c'è una sola scena in cui loro,i [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 marzo 2017
giuliog02

Un film ben costruito e girato in modo accurato per raggiungere l'obiettivo del regista  relativamente  alla formazione  dell'identità personale e di genere, in questo caso di due ragazzi di provincia dell'area pirenaica nel Sud-Ovest francese. La recitazione dei due giovani attori che interpretano le parti di Damien e Tom é assolutamente eccellente; [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 marzo 2017
giuliog02

Un film ben costruito e girato in modo accurato per raggiungere l'obiettivo del regista  relativamente  alla formazione  dell'identità personale e di genere, in questo caso di due ragazzi di provincia dell'area pirenaica nel Sud-Ovest francese. La recitazione dei due giovani attori che interpretano le parti di Damien e Tom é assolutamente eccellente; [...] Vai alla recensione »

martedì 22 novembre 2016
beghella

Mi è piaciuto perché ci sta dentro tanta roba. E' uno sfiorare senza restare in superficie. Un documentario emotivo dove la sceneggiatura è volutamente scarna ma è anche migliore perché te la crei mentre torni a casa. Dopo,e più tardi ancora. Diventa solo tua ,ad abbellirti i pensieri. E' un film  sugli opposti,abitanti del  senso d'estraneità che passa tra la ricerca e la scoperta di sè.

domenica 16 ottobre 2016
ANDREA GIOSTRA

 L'ultimo film di André Téchiné, presentato in concorso al “Festival del Cinema di Berlino” 2016, "Quando hai 17 anni", è in proiezione nelle Sale Cinematografiche italiane da Giovedì 6 ottobre 2016. Scritto da André Téchiné con Céline Sciamma, vede un ottimo cast di [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 ottobre 2016
Flyanto

Quando Hai 17 Anni", ultima opera cinematografica del regista André Techiné, chiaramente fa già intuire che è un film che tratta un argomento riguardante l'età adolescenziale. In esso, infatti, vi sono due compagni di classe di 17 anni, uno figlio di una dottoressa e l'altro, di origine congolese, adottato da una coppia di francesi che non può avere bambini.

domenica 16 ottobre 2016
LBavassano

Inizia molto bene, anche per merito di una splendida fotografia di spazi sconfinati, fino a quando lascia intendere molto più di quanto non spieghi. Ma poi diviene troppo esplicito, in tutti i sensi, e soprattutto naufraga in un mare di buoni sentimenti, di personaggi a proprio modo tutti troppo perfetti (insopportabilmente stucchevole e falso il buonismo della madre dottoressa).

martedì 18 ottobre 2016
ralphscott

Una storia semplice con protagonisti i sentimenti adolescenziali,resi veri ed emozionanti da un regista che da anni li racconta con passione e forte resa. La faccia di Damien,il ragazzo rossiccio,buca lo schermo:scommetto che la rivedremo a presto. Suggestive ambientazioni sui Pirenei.

venerdì 14 ottobre 2016
no_data

Credo che lo spettatore abbia il diritto di scoprirlo da solo!

venerdì 14 ottobre 2016
no_data

Due compagni di scuola che durante l'ultimo anno di liceo scoprono la propria omosessualità. Mentre il primo la accetta senza troppi problemi l'altro cerca di opporvisi fino a quando, dopo varie vicissitudini, si lascerà sopraffare dai sentimenti. Parallelamente assistiamo alla vita quotidiana ed ai problemi delle rispettive famiglie. Un film molto bello, pieno di umanità e di passione con attori bravissimi [...] Vai alla recensione »

FOCUS
FOCUS
sabato 8 ottobre 2016
Roy Menarini

Che cosa intendiamo affermando che un film è "vero", o "autentico"? Si tratta di una delle formule più usate dagli spettatori per spiegare il proprio coinvolgimento in una storia, per controbattere a un interlocutore poco convinto della bontà di una pellicola, per far capire si è "creduto" all'universo di finzione creato dal regista. Si tratta del resto di una delle più antiche forme di valutazione estetica, anzi per secoli si è giudicata l'arte a partire dalla sua somiglianza con la realtà rappresentata. Oggi, che abbiamo strumenti più raffinati, come possiamo valutare questa autenticità (o al contrario la sensazione di artefatto e insincerità di altre opere)?

Prendiamo Quando hai 17 anni del maestro André Techiné - un regista che si è sentito dire spesso (e a ragione) di aver girato film veri, con personaggi genuini. Coloro che hanno apprezzato il film, compresi molti critici, hanno insistito sulla credibilità dei due adolescenti, al tempo stesso subissati dal tumulto della loro età e messi a confronto con pulsioni talvolta poco confessabili. Ci basta? È sufficiente pensare che si tratti di una capacità dovuta alla penna intelligente di Céline Sciamma (sceneggiatrice e regista a sua volta) e alla comprovata esperienza di Techiné nel ritrarre momenti di passaggio della vita (come in L'età acerba o Alice e Martin)?

Tutto questo ovviamente esiste, eppure non possiamo attribuire a un mero processo di costruzione del personaggio né a un preteso "savoir vivre" di certi autori la loro acutezza di sguardo. La risposta si trova, come spesso accade, nei dettagli. Per quanto molte persone pensino che i processi di messa in scena contino meno della storia narrata, sono proprio quelli a donare la sensazione di autenticità.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Sono innumerevoli i registi che hanno cercato di fissare sulla pellicola dolori e gioie dell'adolescenza, quell'età incerta in cui - dubitando di tutto - si devono prendere decisioni cruciali per la propria vita. Per riuscire a farlo così bene ci voleva un regista ultrasettantenne: o meglio, l'alleanza tra l'ulrasettantenne André Téchiné e la sua collega Céline Sciamma, giovane sceneggiatrice e regista [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Nel 1994 André Techiné si era imposto all'attenzione internazionale con il film L'età acerba, romanzo di formazione adolescenziale sullo sfondo della guerra di Algeria che Quando hai 17 anni molto rievoca, anche se le pedine sulla scacchiera sono disposte altrimenti. Nella cornice montana dei Pirenei del Sud suggestivamente fotografata da Julien Hirsch, due ragazzi dell'ultimo anno di liceo sembrano [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

In apparenza conformati al ritmo sonnolento del paesino dell'Ariège in cui vivono, Tom e Damien sono compagni di scuola adolescenti che non si sopportano, ma debbono frequentarsi perché la madre del secondo è il medico della madre del primo. Questa relazione intorbidita dalle normali incertezze dell'età consente al francese Téchiné di cesellare gli stati d'animo dei protagonisti e di avviarli alle [...] Vai alla recensione »

Cristina Piccino
Il Manifesto

Quando hai 17 anni, uno dei più bei film di André Téchiné, tra i più raffinati narratori per immagini d'oltralpe, dai tempi del capolavoro Le Roseaux Sauvages ('94), è un romanzo di formazione e di scoperta della vita che si intreccia a quella della sessualità. Prepotente, furiosa, col cuore in gola e lo spavento di lasciarsi andare come accade solo a quell'età.

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Un film fatto di neve e di vento, di mucche e di fieno, di furiose lotte fra adolescenti e di tracce d'orso che si perdono nel bosco. Una storia d'amore e amicizia, anzi d'inimicizia e poi d'amore, che comincia davanti a una lavagna in autunno e finisce in piena estate, tra le montagne dei Pirenei. Dopo un anno tutt'altro che scolastico, anche se Damien e Tom si conoscono, si studiano e sulle prime [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
giovedì 22 settembre 2016
 

In un aspro villaggio tra le montagne della Francia sud-occidentale, Damien e Tom frequentano la stessa scuola. Potrebbero essere amici, ma non si sopportano. Si insultano, e quando le parole non sono abbastanza si picchiano.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati