Il ministro

Film 2015 | Commedia nera 90 min.

Regia di Giorgio Amato. Un film con Gianmarco Tognazzi, Alessia Barela, Fortunato Cerlino, Edoardo Pesce, Jun Ichikawa. Cast completo Genere Commedia nera - Italia, 2015, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 5 maggio 2016 distribuito da Europictures. - MYmonetro 3,05 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il ministro tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il film è una black comedy scritta e diretta da Giorgio Amato (Circuito chiuso, The Stalker).

Il ministro è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,05/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,60
CONSIGLIATO SÌ
Una favola nerissima con una galleria di nuovi mostri senza possibilità di redenzione.
Recensione di Paola Casella
venerdì 29 aprile 2016
Recensione di Paola Casella
venerdì 29 aprile 2016

Franco è un piccolo imprenditore che si occupa di bonificare le aree industriali dismesse. I tempi sono duri e Franco ha un bisogno disperato di assicurarsi l'appalto di un'area ancora non assegnata. A questo scopo dovrà corrompere un ministro, organizzandogli una serata perfetta affinché il ministro non possa rifiutare. Il che, secondo Franco, significa procurare al ministro il suo piatto preferito, i vini "che ti fanno fare bella figura", un assortimento di stupefacenti e una escort a disposizione dell'onorevole per tutta la notte. A procurargli l'escort penserà Michele, il cognato di Franco, faccendiere corto di cervello ma ricco di iniziativa. Quando la prescelta ha un incidente inaspettato, Michele la sostituisce con una ragazza cinese che parla otto lingue ed è in procinto di laurearsi in teologia ermeneutica. A completare il quadro ci sono Rita, la moglie di Franco inacidita e depressa, ed Esmeralda, la colf venezuelana che Rita ha deciso di licenziare in tronco. Come andrà a finire la serata?
Giorgio Amato, sceneggiatore passato alla regia, costruisce una favola nerissima sul complicato intrigo di corruzione e connivenze in cui molti si muovono, e a cui alcuni hanno venduto l'anima tout court. Nessuno è innocente in questa storia, e il cinismo crudele che anima tutti i personaggi non li abbandonerà dalla prima all'ultima scena, mostrando un coraggio e una coerenza narrativi non comuni nel cinema italiano contemporaneo, sempre pronto alla deriva piaciona e buonista. Amato costruisce una galleria di nuovi mostri senza possibilità di redenzione, ma ognuno animato da una disperazione di fondo che rende l'etica un fantoccio nelle mani dell'economia.
L'ispirazione è chiaramente la commedia all'italiana anni '60, il modello è quello della cattiveria castigatrice di Monicelli, Salce e Risi: se ci fossero dubbi basta ascoltare la (onnipresente) colonna sonora creata ad hoc da Eugenio Vicedomini. Tutto il cast funziona: Tognazzi nei panni di Franco, un omaggio ai ruoli più riprovevoli interpretati dal padre Ugo; Fortunato Cerlino ministro dannato e sarcastico; Jun Ichikawa incarnazione dello spauracchio asiatico in procinto di comprarsi tutto l'Occidente; Alessia Barela moglie senza figli e senza più speranza; Ira Fronten immigrata disposta a tutto pur di sopravvivere; Edoardo Pesce cognato incapace la cui imbecillità ed egocentrismo sono facilmente strumentalizzabili dalle più becere correnti "politiche".
Il tallone d'Achille è la regia, piuttosto debole e incerta, incapace di trasformare una pièce da camera in un film da grande schermo. Ma il ritratto dell'Italia contemporanea al suo livello più basso lascia l'amaro in bocca, esattamente come dovrebbe.

Sei d'accordo con Paola Casella?
IL MINISTRO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 3 maggio 2016
Sandro Palombella

Non c'è due senza tre, diceva il famoso proverbio. Dopo essermi goduto due bellissimi come "Perfetti sconosciuti" e "Lo chiamavano Jeeg Robot", giovedì scorso un mio amico mi porta alla Casa del Cinema ad assistere all'anteprima del "Il Ministro" del regista Giorgio Amato. Del regista avevo molto apprezzato il precedente film intitolato The Stalker [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 giugno 2017
Valter Chiappa

Funziona la scatola chiusa, eccome. Le mura di un appartamento, il perimetro di un tavolo, sono l’ambientazione ideale per il regista che, come in una camera autoptica, voglia vivisezionare i suoi personaggi ed estrarne gli interni tumori. Film come “Festen”, “Carnage”, “Il nome del figlio”, fino al celebratissimo “Perfetti sconosciuti” hanno dimostrato [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 luglio 2017
Portiere Volante

Qualcuno potrebbe anche dire che il film è grottesco ed incline al surreale,tuttavia mi sembra che il cinismo la faccia da padrone. Il regista,senza mezzi fronzoli,descrive  con ferocia agghiacciante il potere, e le conseguenze dello stesso,quando usato in maniera sconsiderata ed impropria. Volano mazzette ma questo è il minimo che vedrete e non voglio svelare i torbidi particolari [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 luglio 2017
Eleonora Panzeri

Franco, un piccolo e borioso imprenditore, una vita decisamente sopra le righe e l'ultima spiaggia per evitare il tracollo. L'Italia dipinta da Amato, incarna in maniera anche troppo verosimile il vuoto di questa epoca che come un virus sta infettando tutto e tutti. Soldi, potere ed apparenza, appaiono come i soli veri valori a cui tutti tendono, incuranti di sentimenti, gentilezza e delle [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 febbraio 2017
Liuk

Il Ministro è una commedia nera dissacrante che prende di mira la corruzione politica italiana descrivendo momenti che chissà quante volte si ripetono e si sono ripetuti nei salotti romani.  La pellicola tende al grottesco, com'è logico che fosse, ma senza scadervi completamente e senza creare caricature incredibili di personaggi impossibili.

lunedì 9 maggio 2016
alberto956

Il Ministro è una commedia noir, ironica e grottesca, come se ne vedono poche nel nostro cinema. Il film riesce a catturare lo spettatore. Ottimo cast di attori, una menzione in particolare per la splendida interpretazione di Gianmarco Tognazzi. Un film da vedere. Lo consiglio.

giovedì 28 dicembre 2017
Alejazz

Ritratto di un'Italia contaminata dalla corruzione dove gli appalti provo decidersi tra un bicchiere di Vermentino è un piatto di tonnarelli cacio e pepe e....un po'di compagnia di piacere. Sebbene il film, nel finale, possa sembrare di sfociare in un tono da eros, ho apprezzato molto la sceneggiatura (il tempo del film si risolve in una sera a cena) e l'interpretazione degli attori [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 luglio 2017
folgore94

Un film che ti cattura x la sua schiettezza e semplicita' .Sembra di assistere ad una pellicola degli anni ottanta,ambientata nei periodo attuale.Ottima interpretazione degli attori. Non do cinque stelle solo perche' il finale a mio parere non mi ha soddisfatto.Consigliio vivamente la visione

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati