Sapore di te

Film 2014 | Commedia 101 min.

Regia di Carlo Vanzina. Un film con Serena Autieri, Nancy Brilli, Eugenio Franceschini, Matteo Leoni, Virginie Marsan. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2014, durata 101 minuti. Uscita cinema giovedì 9 gennaio 2014 distribuito da Medusa. - MYmonetro 1,76 su 34 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sapore di te tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il cast del film del 1983 era composto da Jerry Calà, Isabella Ferrari, Virna Lisi, Alba Parietti e un esordiente Massimo Ciavarro. Il film ha ottenuto 1 candidatura ai Nastri d'Argento, In Italia al Box Office Sapore di te ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 1,9 milioni di euro e 991 mila euro nel primo weekend.

Sapore di te è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
1,76/5
MYMOVIES 1,75
CRITICA 2,00
PUBBLICO 1,54
CONSIGLIATO NO
I fratelli Vanzina non riescono a immaginare un cinema che si affranchi dalle ambientazioni e dalle caratterizzazioni anni Ottanta.
Recensione di Dario Zonta
Recensione di Dario Zonta

Forte dei Marmi non è cambiata: ogni anno per trent'anni, stessa spiaggia, stesso mare, stessi personaggi. Che siano gli anni Sessanta o gli anni Ottanta poco importa, cambia la musica ma non le pulsioni primarie, quelle che portano i ragazzi ad innamorarsi delle ragazze, i mariti a tradire le moglie, gli onorevoli a delinquere e la piccola borghesia ad emergere con ogni mezzo. Alberto Proietti è uno di questi, venditore di moda giovane con un negozio a San Giovanni che vorrebbe avere una licenza per via del Corso e per questo sfrutta la conoscenza con un onorevole craxiano di politica e napoletano di nascita che ama piacere alle donne promettendo favori a destra e a manca. Poi c'è Armando che vorrebbe essere come lo Steve McQueen di Vasco Rossi, orfano di padre, ne gestisce il negozio di antiquariato, ma corre dietro a qualsiasi gonna, fino a quando non incontra i jeans attillati di Anna che lo porta a cambiare. A loro si aggiungono Chicco e Luca, milanesi bene, amici d'infanzia, che si contendono la stessa ragazza. E poi altri comprimari, figure di un presepe estivo che non muta mai.
I fratelli Vanzina tornano sul luogo del "delitto", quella Forte dei Marmi che trent'anni fa aveva fatto da sfondo per uno dei loro film più famosi, Sapore di mare. Il posto non è cambiato e neanche il gusto, appunto il "sapore". Non è la prima volta che Carlo e Enrico decidono di ripercorre i tratti di una strada che per loro è stata fortunata. Si tratta per lo più di operazioni programmatiche dal forte sapore nostalgico che non sempre riescono, anzi quasi mai. L'ambientazione anni Ottanta, con tanto di colonna sonora vintage, dagli Spandau Ballet e Loredana Bertè, è una vera e propria dichiarazioni di intenti.
Questo ritorno al passato, che è sempre stato un passato "alla anni Ottanta" anche quando parlava degli anni Sessanta, denuncia la difficoltà dei Vanzina ad immaginare un cinema che si affranchi definitivamente da quelle ambientazioni e da quelle caratterizzazioni. Che cosa ci vogliono realmente dire i Vanzina con questo film? Parlano a noi, qui ed oggi, oppure a loro stessi, là e allora?

Sei d'accordo con Dario Zonta?
Sapore di vecchi anni Ottanta.
Recensione di Dario Zonta

Con i loro film vacanzieri, estivi e invernali, Carlo ed Enrico Vanzina hanno caratterizzato una stagione del cinema italiano definendo, nel bene e nel male modi costumi gusti dell'Italia a partire dagli anni Ottanta. I «Sapore di mare» e le «Vacanze di Natale» sono stati la cartina di tornasole di un Paese che passeggiando sull'orlo dell'abisso ha saputo e voluto divertirsi, specializzandosi in quel che poi sarebbe diventato. Sono stati a modo loro bravi, i Vanzina, a intercettare e definire quegli umori, forse financo a caratterizzarli. Quel che sembra, ora, è che non riescano più a raccontare il presente se non attraverso il richiamo, per certi versi malinconico e nostalgico, a quel passato che è stato per loro glorioso. Sapore di te è un film in questo senso assolutamente programmatico nel voler resuscitare un'idea di cinema e di mondo che sono affondati per sempre e mai più torneranno. Sapore di mare (girato nel 1983) era ambientato negli anni Sessanta e s'ambientava a Forte dei Marmi. Sapore di te (girato nel 2013) è ambientato negli anni Ottanta, sempre a Forte dei Marmi. Le storie sono sempre le stesse: amori giovanili, tradimenti senili, incroci generazionali all'ombra di un ombrellone da spiaggia, osservati con uno sguardo postumo che accarezza questi figuri (gli italiani della spensierata era craxiana) come fossero resistenze cinematografiche e antropologiche da proteggere e far rivivere. In questo senso Sapore di te sembra il restauro conservativo di Sapore di mare, la riproposizione di un classico, ma senza più un Paese ad accoglierlo. Si guarda il film e le sue tante ingenuità, spesso volute, con un sentimento di tristezza, non per la nostalgia di un'epoca che non vorremmo rivivere ma per essere stati considerati bisognosi di questa stessa nostalgia. Preferiamo i Vanzina quando si ridestano da questa ipnosi dell'immaginazione e guardano il presente con maggiore lucidità, quelli di Il pranzo della domenica. Tra i personaggi che fanno più breccia in questo ritorno del «sapore» vanziniano ci sono Maurizio Mattioli e Vincenzo Salemme, un romano e un napoletano.
Da L'Unità, 9 gennaio 2014

Sei d'accordo con Dario Zonta?
SAPORE DI TE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 13 gennaio 2014
DIEGO ASTARITA

 "Sapore di te" , 2014 regia di Carlo Vanzina. Entusiasmato dal fatto che tale film rappresenta il sequel di un caposaldo di un genere da me preferito e che per di più è ambientato negli anni Ottanta, mi sono recato alla proiezione. Purtroppo, però, nonostante i propositi, non sempre l' esperimento va a buon fine.

lunedì 9 marzo 2015
ultimoboyscout

Siamo al Forte, negli anni '80 in piena estate (ne vengono raccontate due), dove si incrociano le storie di numerosi bagnanti tra amori corrisposti e non, grandi amori verso una squadra di calcio e politici con moglie al seguito invaghiti della soubrette di turno. Niente di nuovo sotto al sole si direbbe e infatti è proprio così.

martedì 25 marzo 2014
Shura

Complice la mia ragazza assieme al sex appeal latino e a quel richiamo calamitoso e nevrastenico che la Saunders esercita su di lei sono andato a vedere questo Movie, ma non ho avuto molta altra scelta.L'eufemismo di tutto questo è che la Saunders non è neanche così male, nel ruolo della fidanzatina di ceto medio borghese in L'aria salata ha fatto una performance molto [...] Vai alla recensione »

domenica 12 gennaio 2014
refix001

A parte gli episodi di Salemme..resi divertenti dalla sua comicità, tutto il resto è davvero da scandalo. Un film ambientato agli anni '80, con le sole auto di quegli anni..ma con personaggi vestiti secondo lo stile ultra fashion 2013. I contenuti sono degni di un film per bambini (0-10). Sembra Assurdo..ma alla fine abbiamo riso tantissimo .

martedì 13 maggio 2014
Ragthai

Se volessi essere a tutti i costi conformista dovrei scrivere una recensione pessima e sdegnata contro questo film, dandomi arie da intenditore snob. Eppure il film mi e' piaciuto, mi ha divertito, Va preso per quello che e', un puro film di evasione, ma non volgare e ben confezionato. Ovvio, il cliche' alla fine e' sempre quello, ma almeno a differenza di altri film non mi ha annoiato. [...] Vai alla recensione »

martedì 14 gennaio 2014
Formisano

Capita , che la voglia di un buon film , ti assalga alle ore 22.40 dopo una giornata di lavoro. Allora corri, una lotta contro il tempo , prendi con la forza tuo fratello e lo porti con te al cinema. Magari trovo i biglietti per American Hustle (pensi correndo verso il cinema).Arrivato al cinema, ti accorgi che gli unici due spettacoli rimasti alle 23.

domenica 12 gennaio 2014
Raffaele1

Il film delude certamente le aspettative, in modo particolare per attori del calibro di Salemme e Mattioli. Nella sua mediocrità si pone in carreggiata con gli altri pessimi film italiani di Natale ( vedi Colpi di Fortuna ).

mercoledì 28 ottobre 2015
gianluca sersante

rivisto recentemente in dvd e confermo la mia opinione positiva sul film ..che dire e' uno di quei film che rivrdro sempre con piacere..

sabato 4 gennaio 2014
diego.corona

Non giudico il film dato che ancora deve uscire (anche se è prevedibile di cosa parlerà e come sarà - ahinoi! - girato...), ma è possibile che nel 2014 sia dia ancora spazio ai Vanzina coi loro soliti filmacci balneari (che in inverno diventano "cinepanettoni", in pratica cambia soltanto la location), tra seni rifatti, perizomi e recitazione da ergastolo? Quel [...] Vai alla recensione »

martedì 14 luglio 2015
Mau741

Ho visto il film non m'è piaciuto piu di tanto. E' il classico filmetto che si lascia guardare in pieno luglio/agosto perchè ti sembra di essere li. Nulla piu e nulla in confronto ai classici film estivi anni '80. La cosa che m'ha lasciato abbastanza sconcertato, avendo vissuto gli anni '80, è che non c'è veramente un richiamo a quegli anni. Gli attori sono vestiti come oggi (era l'epoca dei paninari... [...] Vai alla recensione »

mercoledì 11 marzo 2015
Barolo

Per quanto il cinema dei Vanzina sia solitamente insignificante,becero,volgare,misogino ect,ect, il film in questione, pur non entrando nel novero dei bellissimi,risulta comunque gradevole e a tratti divertente.Naturalmente non c'è niente di nuovo,nel panorama della commedia all'italiana, ma le situazioni raccontate e la simpatia degli attori riescono a strappare qualche risata.

martedì 23 settembre 2014
Onufrio

Gli indomiti Vanzina mettono in atto la nuova commedia italiana, riprendendo gli anni 80, narrando storie d'amore sbocciate e finite in quel di Forte dei Marmi. Un cast ben costruito regala allo spettatore una piacevole commedia, mai volgare, divertente e senza i classici luoghi comuni e le costanti scenette alla quale si assiste ad ogni commedia in cui i sentimenti la fanno da padrone.

venerdì 16 maggio 2014
gianluca sersante

fresco ,spensierato ,divertente e con un pizzico di romanticismo che non guasta in perfetto stile vanzina mi e' piaciuto moltissimo un applauso ai grandi fratelli vanzina che da anni divertono il pubblico con film decisamente piacevoli !

martedì 14 gennaio 2014
lapianista

L'ho visto oggi e sono stata  molto contenta,merita di vederlo. Mi ha trasmesso emozioni,simpatiche le canzoni anni'80 me le ricordavo tutte. Poi abbiamo riso io e una mia amica con le scene dei tradimenti,intrighi vari. Mi comprero' il dvd quando uscira'.

domenica 12 gennaio 2014
PAOLETTO79

certi film dovrebbero vietarli sono un'offesa... da uomo apprezzo solo il cast femminile..=) pensate che una catena di multisala ha inviato email , stampandole si aveva diritto. ad un ingresso 2x1... avevano presvisto tutto... FILM INUTILE. ed alcuni attori che riescono a lavorare in altre situazioini + artistiche annaspando in scempi simili..

domenica 12 gennaio 2014
film80

VANZINA DOPO MOLTI ANNI NON CAPISCE CHE I SUOI FILM FANNO MOLTO RIDERE, MA RIESCONO  POCO L'ATMOSFERA DELL' AMBIENTAZIONE CHE FA A PERDERE A SAPORE DI TE DI SUPERARE QUALCHE FILM COMICO. VANZINA  DOPO QUALCHE ANNO DOVREBBE CAMBIARE TECNICA LE SUE IDEE SON SEMPRE MENO E ANCHE MENO DIVERTENTI. SI SALVANO LE SCENE D'AMORE PORTANDO AL FILM UN 1,80 ANCHE TROPPO PER UN FILM COME QUESTO. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 22 gennaio 2014
petri

un film che non sa dove andare, gag trite e ritrite messe insieme alla bene e meglio

domenica 19 gennaio 2014
pucci-75

molto deludente, primo di sentimenti, di trama ed e la brutta copia di sapore di mare che fanno in tv. in poche parole na ca****

domenica 12 gennaio 2014
refix001

Assolutamente banale. Se non fosse stato per Salemme..non avrei resistito più di trenta minuti.

sabato 8 marzo 2014
Roronoa00

Dopo 2 minuti si capisce immediatamente che è identico sputato a sapore di mare 2, dopo 10 capisci che il paragone precedente è un insulto per la pur boiata degli anni '80. Inguardabile,scontato peggio della roba dell'ikea. Spreco di soldi per chi l'ha sovvenzionato (perchè purtroppo gli han dato anche soldi per farlo) e per chi l'ha guardato

domenica 26 gennaio 2014
Melvin II

 Sapore di te è un film del 2014 diretto da Carlo Vanzina. A distanza di 30 anni dall'uscita di Sapore di mare, ambientato negli anni sessanta  I fratelli Vanzina ritornano a Forte dei Marmi per raccontare le estati della prima metà degli anni ottanta. L’operazione “amarcord” è fallita.

mercoledì 22 gennaio 2014
brian77

Teneri Vanzina! Scelgono personaggi terrificanti e riescono a non giudicarli, quasi ad amarli. Fanno un tipo di cinema che è ormai lontano anni luce dal mondo e dai gusti, ma non è affatto triviale come si dice, anzi è quasi nostalgico. Film personale anche nel taglio visivo, come tutti i loro, semplice, memore delle commediole anni '50 e dedicato a quel pubblico, senza la [...] Vai alla recensione »

martedì 21 gennaio 2014
Nooddles

Uno dei film più schifosi che io mai visto in vita mia!!! Non ho visto nessuna differenza tra una telenovela e questo psuedofilm, anzi le telenovele argentine di un tempo erano molto più belle e caratteristiche ;).... Pessimo, noioso, vomitevole, solo un pochino meglio di un altro pessimo (il peggiore) film intitolato "I soliti idioti", che è il peggiore che io mai visto!!!.

martedì 14 gennaio 2014
FELICINO

Ho pagato sei euro di biglietto, ma sono stati ben spesi visto che il film faceva ridere parecchio ed era ricco di belle fanciulle. Dal punto di vista tecnico, posso dire che c'erano anacronismi nella stazione di Viareggio perchè la cartellonistica era moderna e si intravedevano le carrozze bianche a strisce blu-verde che in quel decennio c'erano già ma avevano altri colori.

lunedì 24 marzo 2014
Melvin II

 Sapore di te è un film del 2014 diretto da Carlo Vanzina. A distanza di 30 anni dall'uscita di Sapore di mare, ambientato negli anni sessanta  I fratelli Vanzina ritornano a Forte dei Marmi per raccontare le estati della prima metà degli anni ottanta. L’operazione “amarcord” è fallita. I Vanzina in un sol colpo, “massacrano” [...] Vai alla recensione »

Frasi
"Lo conoscevo da meno di un'ora!"
Una frase di Anna Malorni (Martina Stella)
dal film Sapore di te - a cura di aurora
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Trent'anni dopo, i Vanzina tornano in vacanza al Forte: ambientato sull'arco delle estati 1983-85, Sapore di te riparte in chiave di nostalgia dalla data di uscita di Sapore di mare, che a sua volta si svolgeva, sempre in chiave di nostalgia, nel 1964. Come dire che tutto cambia e nulla cambia sotto il sole dell'estate versiliana, dove si fanno e disfanno giovani amori, si intrecciano effimere storie [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Trent'anni dopo Sapore di mare, diventato col tempo l'oggetto di un affettuoso culto, Enrico con Carlo Vanzina vogliono rinnovarne i fasti nella stessa location, Forte dei Marmi, celebrando trent'anni dopo quei primi anni Ottanta dalla cui postazione contemporanea, allora, avevano celebrato i primi anni Sessanta; sostituendo la mitizzazione di una stagione delle proprie vite già adulte alla mitizzazione [...] Vai alla recensione »

Marco Giusti
Il Manifesto

Ritornano gli anni '80, anzi le estati a Forte dei Marmi del 1984 e del 1985, La Capannina, e la musica: gli Spandau Ballet, Cindy Lauper, Mike Francis, Tropicana, Sunshine Reggae, I Just called To Say I Love You, il Costanzo Show, le discussioni su Il Giornale di Montanelli come giornale della destra (lo era, lo era), quelle su Tonino Cerezo e Chierico («Chierico nun po' gioca' a sinistra»).

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Vi ricordate l'ineffabile "Sapore di mare?" 30 anni dopo i fratelli Vanzina tornano a Forte dei Marmi, con un "sequel" che parte laddove finiva l'originale e canta gli anni '80 illustrando - nelle intenzioni - uno spaccato della società italiana di allora". C'è l'onorevole socialista (Salemme) che flirta con una soubrette di Drive In (Serena Autieri), il commerciante romano che gli chiede un aiutino [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Si può avere nostalgia della nostalgia? Non è una cosa semplice, ma i Vanzina ci provano con questo loro film (il 62mo, se abbiamo contato bene). Sapore di sale infatti, 1983, era l'ottavo titolo di due trentenni che reinventavano i "mitici" anni 60 a suon di canzoni e omaggi alla commedia balneare d'antan (doppia nostalgia dunque: per l'epoca e per il suo cinema).

Valerio Caprara
Il Mattino

Zitti zitti piano piano, i Vanzina brothers ci tengono a ricordare come il loro mondo sia ancora vivo e lotti per lo spettatore. «Sapore di te», in effetti, si mette in coda agli scoop dei cinepanettoni, ma in realtà se ne distacca nel segno di un prototipo popolare non ancora drogato dal piglio cafonal e la sguaiataggine battutista. Nostalgico già nel periodo d'ambientazione (gli Anni Ottanta), il [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

In zona cinepanettoni è nettamente il miglior film della stagione. I fratelli Vanzina, instancabili e acuti osservatori dei mutamenti del costume, non solo da bagno, tornano a Forte dei Marmi trent'anni dopo il loro fortunato Sapore di mare. Ripetendo lo schema di allora, ma con partenza nel 1984: tante storielle concatenate tra spiaggia e ville, flirt e corna.

NEWS
NEWS
mercoledì 25 luglio 2018
 

Sapore di Te, nel suo passaggio televisivo in prima serata ieri sera, ha totalizzato il 10.6% di share pari a 2.048.000 spettatori. Il film del 2014 del compianto Carlo Vanzina torna a parlare dell'estate a Forte dei Marmi dove Alberto Proietti, venditore [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati