La città verrà distrutta all'alba

Film 2010 | Horror V.M. 14 101 min.

Regia di Breck Eisner. Un film con Timothy Olyphant, Radha Mitchell, Joe Anderson, Danielle Panabaker, Christie Lynn Smith. Cast completo Titolo originale: The Crazies. Genere Horror - USA, Emirati Arabi Uniti, 2010, durata 101 minuti. Uscita cinema venerdì 23 aprile 2010 distribuito da Medusa. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 2,61 su 73 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La città verrà distrutta all'alba tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

David Dutton, sceriffo di una piccola città del Kansas, cerca di proteggere con tutte le sue forze sua moglie Judy, dopo aver scoperto che qualcosa in città sta facendo impazzire le persone. In Italia al Box Office La città verrà distrutta all'alba ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 1,1 milioni di euro e 526 mila euro nel primo weekend.

La città verrà distrutta all'alba è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,61/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA 2,20
PUBBLICO 2,22
CONSIGLIATO NÌ
Il remake del film di Romero del 1973 è un film validi e di solido intrattenimento.
Recensione di Rudy Salvagnini
Recensione di Rudy Salvagnini

L'originale La città verrà distrutta all'alba rappresentò nel 1973 il ritorno di George A. Romero a un cinema dinamico e apocalittico, dopo il fondamentale La notte dei morti viventi. Agli zombie si sostituivano persone normali rese pazze da un virus colpevolmente propalato da fonti governative: il formato narrativo rimaneva lo stesso, ma lo spunto scientifico-tecnologico costituiva una variante significativa che avrebbe preso piede dando a Romero un altro primato nell'innovazione e togliendo al cinema "virologico" quell'aura asettica che sin lì l'aveva contraddistinto (Andromeda è un esempio tipico). Con tutto ciò, diversamente da La notte dei morti viventi, La città verrà distrutta all'alba di Romero non è un film perfetto. Perciò, un remake - in quest'epoca in cui tutto viene rifatto - trova già a priori meno obiezioni del solito. All'opera si è dedicato Breck Eisner, giovane regista californiano dal curriculum non trascendentale, sulla base di una sceneggiatura che rielabora ampiamente la storia originale.
Nella pacifica cittadina di Ogden Marsh, la gente comincia a comportarsi stranamente. Un tizio armato di fucile irrompe nel campo di baseball dove si sta giocando una partita. Lo sceriffo David Dutten lo conosce, come conosce tutti in città: pensa che sia semplicemente ubriaco e cerca di convincerlo ad abbassare il fucile, ma, quando il tizio gli punta contro il fucile, è costretto a ucciderlo. La dottoressa Judy Dutten, moglie dello sceriffo, cerca di alleviare il senso di colpa del marito per un omicidio così incongruo, ma le cose sono destinate a peggiorare. Di fronte a una situazione totalmente inaspettata per uno sceriffo di provincia, David non si perde comunque d'animo e indaga assieme al suo aiutante Russell. I due trovano un aereo precipitato nella palude vicina alla cittadina. Il micidiale carico dell'aereo ha contaminato l'acqua di Ogden Marsh liberando un virus che rende pazzi. Andando contro l'opinione dell'autorità cittadina che teme per i raccolti, David chiude l'acqua, ma è troppo tardi. I militari circondano l'area per evitare che il virus si diffonda e il caos domina sovrano.
I segni dei comportamenti instabili che screziano la perfetta armonia della tipica cittadina di provincia americana sono introdotti con gradualità e sapienza, attraverso un meccanismo narrativo fluido e oliato. La suspense è creata con cura e abilità, partendo dal rovesciamento inspiegabile della normalità e arrivando a un ossessivo scatenamento di una violenza sempre più selvaggia. La disumanità dell'intervento militare aggiunge ulteriori cupi dettagli a un quadro senza speranza nel quale le persone perdono ogni connotazione umana o se la vedono negare da quelli che dovrebbero portare loro salvezza. Rispetto al film di Romero (che qui figura come produttore esecutivo), questo ha le qualità che a quello in parte difettavano (coesione narrativa, costruzione della suspense, recitazione professionale, effetti speciali adeguati) e manca delle caratteristiche che rendevano l'originale un film particolare (forte connotazione politica e anti-istituzionale, cattiveria e anticonvenzionalità).
Due film diversi, quindi, ma ugualmente validi e di solido intrattenimento. Un problema per lo spettatore odierno può essere la mancanza di novità: il film di Romero era un precursore, questo segue una lunga serie di film nei quali il contagio virale rende pazzi scatenati o zombie. Non si può farne una colpa a Breck Eisner che ha diretto con efficienza e sensibilità il materiale narrativo che aveva tra le mani, riuscendo a realizzare efficaci momenti di tensione e a dipingere con tocchi di verità un incubo moderno e realistico.
Complessivamente buona la resa degli interpreti, con una particolare menzione per l'incisivo Joe Anderson, visto recentemente in Rovine, un altro horror interessante. Gli appassionati saranno contenti di vedere il fulmineo cameo di Lynn Lowry, che era tra i protagonisti del film originale.

Sei d'accordo con Rudy Salvagnini?
LA CITTÀ VERRÀ DISTRUTTA ALL'ALBA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD

-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 10 febbraio 2011
Sinphi

Non credo di aver visto il film originale....ma in fondo che un film sia un'idea originale? Ormai i film sono stati presi e ripresi da altri film!! Il film è fatto benissimo è perfetto...ma è l'dea che conta! Meriterebbe il massimo se non fosse prevedibile...troppo...ni ricorda in alcune scene Resident Evil...vari film di zombi, pero' diciamo che è ben confezionato!

venerdì 9 settembre 2011
time_traveler

 Ogden Marsh è una tranquilla cittadina rurale negli Stati Uniti. La sua quiete viene spezzata quando alcuni abitanti, senza apparente motivo, iniziano a comportarsi in modo strano, arrivando persino a commettere degli omicidi. Lo sceriffo Dutton cercherà di far luce sulla questione, ma quando nella cittadina arrivano i militari, diviene chiaro che qualcosa di terribile sta per accadere. [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 maggio 2012
Cillodec

Stasera mi è capitata per le mani questa versione anni '10 del buon vecchio "The Crazies" di Romero. In una cittadina dello stato dell'Iowa, non lontana da Cedar Rapids, la gente comincia a comportarsi in maniera piuttosto "bizzarra" e violenta, apparentemente senza alcun motivo. Il giovane sceriffo locale (Timothy Olyphant) collega gli avvenimenti alla caduta di [...] Vai alla recensione »

domenica 19 settembre 2010
LUCIDO71

Sicuramente CONSIGLIATO! Se cercate una gran bella tensione, se amate il genere, se accettate una trama sempre attuale (anche se trattasi di un remake), dialoghi intelligenti, una pellicola che non sconfina mai in "certe banalità" da horror.. allora vedete questo film! In +, suggerisco: L'ALBA DEI MORTI VIVENTI, INVASION, LA MASCHERA DI CERA, RIFLESSI DI PAURA.

martedì 1 marzo 2011
geppi

L'idea di base del film (che è quella dell'originale di Romero) è interessante, e il film tiene per la prima mezz'ora. Poi, dall'arrivo dell'esercito in poi, la trama diventa incoerente, improbabile, sconnessa. Gli attori sembrano smarriti e il film sembra non avere più un regista, semmai un assistente alla regia nemmeno troppo abile, che ricicla gli stereotipi [...] Vai alla recensione »

sabato 18 settembre 2010
Ehivez

Il film si lascia guardare, Timothy Oliphant sempre bravo e Brek Eisner riesce a tenere abbastanza alto il livello della tensione. La storia è semplicina semplicina (un seme della follia si diffonde in una piccola cittadina americana e tutti mano a mano diventano pazzi - da cui il titolo originale "Crazies"). Diciamo che fra i vari remake di film horror realizzati negli ultimi anni, questo si difende [...] Vai alla recensione »

domenica 25 aprile 2010
JOKER79

Alterantiva b-movie sulla falsa riga di film come "28 giorni dopo" e "Io sono leggenda". Il remake dell'originale di Romero appare come uno stato d'animo manierista e citazionista. La storia prende il via da un incidente (volutamente taciuto dal governo)accaduto in una remota cittadina dell'Iowa. Un aereo militare precipita liberando nelle acque potabili un virus che rende la gente insana e sanguinaria. [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 agosto 2010
cianoz

E' ovvio che fare un remake su di un film come questo spiana la strada a facile critiche. La storia, dopo che Romero l'ha "inventata" per primo molti anni fa, rischia di diventare banale. E infatti è così. Ma pazienza per l'assenza di novità, cosa comprensibile, ma qui il remake è proprio brutto. Ma più che brutto è paurosamente soporifero, piatto, noioso.

mercoledì 7 settembre 2011
ultimoboyscout

Solito filmetto a cavallo tra il catastrofico e l'apocalittico, fatto nemmeno bene che non offre nulla di buono, di nuovo o di interessante. Anzi c'è il solito virus che contagia la solita cittadina americana e c'è il solito esercito che delimita l'area per evitare la pandemia senza dare troppe spiegazioni. E' un remake dell'omonimo film del '73 di Romero e [...] Vai alla recensione »

martedì 27 aprile 2010
Gropius

Partendo dal presupposto che trattasi di un remake dell'omonimo film del 1973 , percui non si può obiettare in merito ad una  carenza di originalità si può comunque considerare tale pellicola riuscita solamente a metà.Considerando che il precedente film diretto da George Romero ben trentasette anni fà ha avuto il merito di annoverarsi tra i precursori di [...] Vai alla recensione »

martedì 27 aprile 2010
Grid alien

Premessa: il voto sarebbe tre stelle, metto 4 per alzare la media da 2.5 che è davvero poco visto che ci sono film molto peggiori con voti più alti Comunque il film è ben fatto: bravi gli attori, non male la sceneggiatura, bella la fotografia e tutto sommato non è malvagia la fotografia, davvero ben fatto il montaggio. Il problema principale è che il film parte subito in quarta, caratterizzando [...] Vai alla recensione »

martedì 27 aprile 2010
megatron84

Personalmente credo che questo film sia uno dei remake più riusciti STRAORDINARIO REMAKE

venerdì 23 aprile 2010
Nino Pell.

Questo film del regista Breck Eisner segue un filone collaudato che da Romero si è propagato fino a varie produzioni più recenti, come ad esempio "28 giorni dopo". Una produzione che, in sostanza, nulla toglie ma che, allo stesso tempo, non aggiunge niente di particolarmente nuovo al classico film a sfondo apocalittico. Siamo in una cittadina di provincia dell'America dove un virus, causato presumibilmente [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 aprile 2010
martalari

   La citta' verra' distrutta all'alba   molto d'azione non deluderà gli  amanti del genere    Scappate finche' potete perche' La citta' verra' distrutta all'alba   Splatter/horror maniaci svegliatevi...e dovrete farlo per forza : se il film di romero era un cult che poteva apparire un po' [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 febbraio 2011
andre89LOST

La prima mezzora è davvero interessante e piena di tensione. Poi dopo il film diventa banale e scontato.  Tutto sommato va detto che "La città verrà distrutta all'alba" è sopra la media di altri film di genere. Carina la scena finale. Buone le musiche. Voto: 6.5

mercoledì 12 maggio 2010
francescol82

Leggere la trama significa conoscere esattamente tutta la storia del film, niente di più niente di meno; il titolo poi svela il finale. Di horror ha ben poco, più che altro lo definirei un thriller-fantascientifico. Tutto sommato comunque il film è carino, lo consiglio.

domenica 2 maggio 2010
ralphscott

Buon film,plot interessante,ottimi attori. Mi ha infastidito qualche eccesso nell'ultima parte,dove il film si fa un po' fracassone e la coppia di protagonisti sfugge ad ogni pericolo in modo poco credibile (es.: dopo l'eslosione,escono dal tir con poche e leggere escoriazioni). I rimandi alla fantascienza del passato non mancano. Io ho pensato ai cittadini di "L'invasione [...] Vai alla recensione »

domenica 2 maggio 2010
Olinad

Nonostante sia un..remarke di Romero e films simili si siano già visti...vedi virus letale...è un film piu' che dignitoso. Mantiene una giusta tensione per tutta la durata del film...non cade nel grottesco e e non punta eccessivamente a scene tipiche horror...come arti mutilati e litri di sangue sparso sui pavimenti. La recitazione è discreta e sono piacevoli le parti del film girato on road.

sabato 20 novembre 2010
irontato

Io non ho ancora visto l'originale di Romero quindi non mi sento di dare un giudizio definitivo sulla sceneggiatura ma questa versione segue fedelmante tutti i canoni del genere e per questo motivo,nel 2010,i trucchetti classici per far aumentare la tensione risultano prevedibili e danno spesso la sensazione del già visto.Gli effetti speciali vengono un pò in aiuto alla trama ma [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 ottobre 2010
trofio

Premetto che non ho visto l'originale e ho affrontato questo remake convinto di vedere la solita boiata di genere che mi ostino a guardare (perchè mi piace il genere, appunto). Invece sorpresa! il film è bello, carico di tensione e con personaggi credibili. Pochi buchi nella sceneggiatura, tranne un paio di situazioni inverosimili che però non rovinano il totale.

lunedì 17 maggio 2010
claudeperla

La storia inizia con un incidente accaduto in una remota cittadina dell'Iowa. Un aereo militare precipita sulla cittadina liberando nelle acque potabili un virus che rende la gente insana e sanguinaria.Come al solito assistiamo alla strategia di routine adottata dal governo americano e dallo stato maggiore dell'esercito che cercano di isolare l'infezione istituendo un perimetro di sicurezza, dove gli [...] Vai alla recensione »

sabato 15 maggio 2010
wynorski guiaz '80s

Il piccolo paese di Odgeon Marsh comincia a dare strani segni di squilibrio a partire dai suoi abitanti. L'ex ubriaco del paese viene fermato durante una partita di baseball con in mano un fucile carico, un'uomo appicca un'incendio nella propria abitazione uccidendo moglie e figlio e così via. Lo sceriffo(Timothy Olyphant) si dimostra preoccupato riguardo a questi strani eventi ma dopo aver scoperto [...] Vai alla recensione »

martedì 11 maggio 2010
Jango

Lasciando perdere i dati generici del film (questa pellicola è un remake del 19**, il regista è, ha diretto inoltre...) l' elemento fondamentale di un film Horror, o meglio l' elemento che lo determina come tale (oggi) senza cadere nello scontato, è la freschezza cinematografica della narrazione (negli ultimi anni inesistente). A oggi abbiamo una valanga di Horror film che vengono lanciati sul mercato, [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 maggio 2010
mary70

Forse il mio sarà anche un commento UN PO' fuori luogo, ma vorrei dire una cosa e rispondere anche a chi ha risposto a me in qualche commento precedente con un semplice '' NON TI BASTA AVER VISTO IL TRAILER?''... dove chiedevo semplicemente se questo film è esageratamente sanguinolento e splatter, prima di decidere se vederlo o meno.

mercoledì 28 aprile 2010
gigg 83

Sicuramente i contenuti sono già visti e rivisti, è un mix di 28 giorni, e venne il giorno, resident evil.....ma la supsanse e l'ansia non mancano. E poi sono tutti questi film che avranno preso spunto da Romero no?

giovedì 24 febbraio 2011
Albachiara81

A me è piaciuto un sacco, diverso mdagli ultimi creati negli anni precedenti e ve lo consiglio!!! Bello davvero!!!

domenica 10 ottobre 2010
MARVELman

Senza dubbio un più che valido prodotto d'intrattenimento che si merita a mio modesto avviso più che ujn "carino" anche per via di qualche chicca presente nel film e scene veramente di geniale violenza che non sconfinano nel trash, sembrando girate quasi da Tarantino. La trama del film è semplice, il film originale non l'ho visto ma questo è [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 agosto 2010
TrafalarLaw

Questo film a mio parere e stato girato in maniera ottima. Il film ambientato in un paesino tranquillo fino a quado delle persone sono impazzit uccidendo i propri cari senza alcun motivo apparente; lo sceriffo della citta alora indaga e scopre un bombardiere militare caduto in un lago li vicino immediatamente la citta osservata dal satellite viene messa in stato di quarantena e nessuno neanche quelli [...] Vai alla recensione »

martedì 11 maggio 2010
g_andrini

MI è piaciuto. La storia di per se non è originale ma è una buona variazione sul tema. Tutto è curato nei minimi dettagli, con costi di produzione più che adeguati per girare un buon film. A mio parere è raffinato. Lo consiglio soprattutto a chi non è particolarmente amante del genere, come me. 

lunedì 27 febbraio 2017
EVILDEAD

Un film che a tratti sembra televisivo ,salve poi schizzare sangue come richiedono gli horror odierni; personaggi ed interpreti scialbi ed inconsistenti  (si salva un po' il vicesceriffo...) .finale scontatissimo ,con sequenza  tra i titoli di coda (ma chi l'avra' vista?) che lo rende meno rassicurante. Sembra una puntata di "Walking dead"  allungata,zero pathos,zero [...] Vai alla recensione »

martedì 3 maggio 2016
nerazzurro

Mai come ora il remake era d'obbligo. Romero non riuscì all'epoca a colpire nel segno ma grazie a questo film ,da lui approvato, la sua idea puo essere rivalutata in positivo.

venerdì 21 marzo 2014
toty bottalla

Il racconto filmico ha diverse fermate obbligatorie per dar sfogo alla parte spettacolare di esplodere continuamente qua e là, servite anche per l'eliminazione progressiva degli interpreti principali così, restano solo i nostri eroi cartoon che a quanto pare hanno fatto tanto per niente, remake che mischia vari generi sotto quello d'avventura tra confusione e ambiguità. [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 luglio 2012
lupodelupis

uno dei pochi casi in cui, sebbene il film sia di un genere visto e rivìsto, è meglio dell'originale. Forse perchè quello di Romero era mal recitato e con un finale poco convincente. Meglio questo

domenica 29 aprile 2012
Nonvogliogiudicaremalofarò

Film che parte in quinta e mantiene un ritmo incalzante fino alla fine. La città verrà distrutta all'alba è la dimostrazione di come si possa fare un bel film pur partendo da un soggetto trito e ritrito (in questo caso un virus che trasforma i cittadini di uno sperduto villaggio in esseri simili a degli zombie). Le scene hanno un forte impatto visivo e si evolvono in un modo [...] Vai alla recensione »

domenica 1 maggio 2011
hi mate!

Tuttavia si lascia guardare,qualche scena ad effetto ma originalità zero!

venerdì 22 ottobre 2010
giacomogabrielli

Degno remake del classico di Romero del '73. Spaventoso film dal regista di SAHARA che oltre a dirigere un cast capace, crea atmosfere degne di Romero, qui produttore esecutivo. RABBIOSO | ****

sabato 10 luglio 2010
shining

Beh, partendo dal presupposto che è un remake, non si può di certo pretendere il massimo dell'originalità. Posso solo dire che, in quanto non ho visto il precedente, tra l'altro di Romero, scorre veloce e offre buoni momenti di suspance. Gli effetti speciali sono buoni, come le interpretazioni. Radha Mitchell, già apprezzata in Silent Hill, ha dato un'altra buona [...] Vai alla recensione »

domenica 27 giugno 2010
AdryanRiver

giovedì 29 aprile 2010
Spike

Un tempo i film di genere, horror in particolare, erano quelli che nascondevano, per lo spettatore più attento, acuti messaggi politici. Il film di Eisner è una piacevole sorpresa. Le armi di distruzione di massa gli USA le hanno in casa e sono un pericolo per la popolazione; quando la situazione sfugge di mano non serve altro che inviare l'esercito a fare piazza pulita.

sabato 24 aprile 2010
il critico

"La città verrà distrutta all'alba" di Breck Eisner è una pellicola riuscita ma non un capolavoro.Il film punta su un paesino sperduto in campagna dove la gente comincia ad impazzire e ammazzano la gente, la città viene messa in quarantena e lo sceriffo,il suo vice e sua moglie tentano la fuga ma non sarà facile.

lunedì 19 aprile 2010
claudiasirtori

un buon lavoro, con interpreti credibili e suspence calibrata e crescente, buona realizzazione di ambienti e successione eventi. perfetta la descrizione della ineluttabilità degli ordini che vengono dall'alto e dei soldati che come in tutti i film di guerra, eseguono senza farsi domande. meglio la versione originale con sottotitoli in italiano come in tutti i film stranieri.

mercoledì 28 aprile 2010
Mr.Duff

Beh come dice gia la recensione il film nn è una novità anzi la trama è stata + volte utilizzata x moltissimi film (resident evil,e venne il giorno,cabin fever ecc..ecc...) Mi aspettavo di vedere qual cosa di nuovo ma haime mi sono ricreduto. Film d'intrattenimento cn qualche scena di suspance ma non proprio definendole horror.Effetti speciali discreti,interpretazioni anche,(l'attrice protagonista [...] Vai alla recensione »

domenica 25 aprile 2010
Mister_WNB

un buonissimo remake del vecchio film di romero che riesce a tenere alta la tensione e a procurare alcuni spaventi ben assestati. ottima fluidità sia nella regia che nello screenplay,cast sufficiente(personalmente ho apprezzato molto joe anderson,lo trovo un attore che può ambire a film importanti). le cose pià tecniche sono tutte buone,dal montaggio al mixaggio sonoro(abbastanza efficace).

venerdì 29 aprile 2011
Prime

Ennesimo remake di zombie mal riuscito dove si salva solo la regia

domenica 17 ottobre 2010
ficrome

filmetto noioso , non ho visto l'originale ma questo sembra scopiazzato da almeno una decna di titoli del genere. Trama ridicola e storia che non tiene.....lasciate perdere....

lunedì 12 luglio 2010
doni64

Film del genere thriller catastofico ma mai horror come descritto sul link.La trama e' passabile come l'interpretazione degli attori.Nel complesso un film simpatico.Voto 7

martedì 27 aprile 2010
faby8181

Il film mi è piaciuto, fatto davvero bene. La tensione non manca così come non mancano le occasioni per saltare dalla sedia. Tuttavia, ormai il tema "zombie" o roba simile (tutti ovviamente remake di romeriana memoria salvo rari casi come 28 giorni dopo) hanno un pò stufato. Inventiamoci qualcosa di nuovo!! Gli sceneggiatori cosa stanno facendo?!

venerdì 30 aprile 2010
baffo sudato

ciao a tutti,ho visto da poco questo film,a parte il fatto che paura non fa,un thriller non è,fantascienza non è,cioè è il primo film che vedo che non ha una sua collocazione...ma vi volevo chiedere a tutti una cosa,la storia qual è????????????di cosa parla?????????

mercoledì 28 aprile 2010
mez_mar_ize

Mi ha abbastanza annoiata...

sabato 24 aprile 2010
mary70

Scusate, io non l'ho visto ancora il film, vorrei sapere da chi l'ha visto se contiene scene FASTIDIOSAMENTE SANGUINOLENTE, alla dario argento o alla wes craven per intenderci.... perchè se è cosi evito di vederlo.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Francesco Alò
Il Messaggero

Sono zombi? No! Umberto Lenzi, identificato da Quentin Tarantino come colui che inventò lo zombi veloce (purtroppo oggi di moda) corresse il cineasta americano affermando perentoriamente: "Ma quali zombi, sono persone infette!". Si riferiva al suo interessante Incubo sulla città contaminata (1980). Quindi, non sono zombi neanche i poveri abitanti di una cittadina del Midwest che, per via di un virus [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

No! Non è il nuovo film di George Romero! Quello - visto a Venezia 2009 – si chiama Survival of the Dead ed è, per altro, bruttino assai. Questo è invece un remake del film omonimo del 1973 (in originale si intitolano entrambi The Crazies, «i pazzi»).Ora, la domanda è: se ne sentiva la mancanza? Probabilmente no, ma è la conferma che l'immaginario romeriano è infinitamente riciclabile, che si tratti [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Rifacimento del film 1973 dallo stesso titolo di George A. Romero. Il maestro dell'horror ne è produttore esecutivo (tranne che non si tratti di un incarico onorifico per dargli un po' di soldi). In una piccola città del Midwest le persone cominciano a morire misteriosamente, con una X sulle palpebre chiuse, con le labbra cucite o infilzate da un rastrello: e il contagio d'un virus sconosciuto trasforma [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Ancora un remake (le novità latitano anche a Hollywood). Il primo «La città verrà distrutta all'alba» era un film del '73 realizzato con mestiere, ma senza guizzi dal maestro dell'horror George A. Romero; a tornare sul tema fantapolitico del virus, magari diffuso ad arte dal potere, che rende pazza la gente è adesso il giovane Breck Eisner, sprovvisto del carisma romeriano eppure diligente sul piano [...] Vai alla recensione »

Mariuccia Ciotta
Il Manifesto

«La catastrofe è che tutto continui come prima». Walter Benjamin introduce lo stato di cose presenti e anche il fanta-horror La città verrà distrutta all'alba, remake del film di George Romero (The Crazies, 1973). L'incubo che ti insegue come le sirene spiegate di Chicago, secondo John Belushi, domina le distese piatte dell'Iowa e della Georgia, in uno scenario di guerra permanente, disumana e apocalittica. [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Nel 1973 La città verrà distrutta all'alba di Romero confermava quanto il regista temesse il suo governo. Pareva folle sperimentare armi biologiche sulla popolazione (non si sapeva ancora che ciò era realmente avvenuto negli anni Cinquanta). Dopo Seveso, non pareva più tanto un'americanata... Ora si è rifatto La città verrà distrutta all'alba: dirige Breck Eisner, produce Romero, mentre il copione [...] Vai alla recensione »

Robert Abele
The Los Angeles Times

Who wouldn't want the best for a movie with such a deliciously reactionary name like "The Crazies"? It first belonged to zombiemeister George A. Romero's 1973 indie provocation, centered on a small town's mental and physical disintegration following a mysterious water contamination. It now marks the latest in jacked-up horror remakes ("Texas Chainsaw Massacre," "Halloween," "The Hills Have Eyes") that [...] Vai alla recensione »

Jean-François Rauger
Le Monde

Le film dont The Crazies est un remake était sorti à la sauvette dans les salles françaises, essentiellement des cinémas de quartier, en 1979 soit six ans après sa réalisation, sous le titre à la fois opportuniste et stupide de La Nuit des fous vivants. Son auteur, George Romero, s'était, en effet, rendu célèbre avec son premier titre, La Nuit des morts vivants, qui non seulement allait transformer [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

È piaciuto a George Romero, che ne diresse la prima versione nel 1973; non dovrebbe dispiacere neppure ai suoi cultori questo remake basato su uno dei temi horror più prolifici: quello della contaminazione. Causa misterioso virus, gli abitanti di un'idilliaca cittadina del Middle West diventano sanguinari assassini, un po' nel genere zombi. Interviene l'esercito, che mette il villaggio in quarantena; [...] Vai alla recensione »

Michele Anselmi
Il Riformista

Non bisogna prendere troppo sul serio "La città verrà distrutta all'alba": sia l'originale del 1973 firmato dal regista di culto (esagerato) George A. Romero, sia il remake attuale diretto da Breck Eisner, quello di "Sahara". Poi certo, senza dover citare Hobbes, è indiscutibile che un certo horror di serie B ha saputo evocare la distruzione dell'american dream, satireggiandone le pulsioni consumistiche, [...] Vai alla recensione »

Alessio Guzzano
City

Il titolo esagera: si tratta di un paesello di 1260 anime, la cui quiete si spezza sul campo da baseball quando l'ubriacone del villaggio dei futuri dannati avanza con brutte intenzioni. Ma non beve da tempo e la causa delle orribili mutazioni in agguato tra i contadini è da ricondurre a una cineidea ormai più che datata: l'arma batteriologica custodita male dall'esercito che poi tenta di rimediare [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
venerdì 23 aprile 2010
Marlen Vazzoler

Strani volantini tra i monumenti romani Esce oggi nelle sale La città verrà distrutta all'alba, il remake del film omonimo di Romero diretto da Breck Eisner. Per l'occasione a Roma venerdì scorso si è svolta una piccola campagna virale del film tra la [...]

NEWS
giovedì 4 febbraio 2010
Marlen Vazzoler

Quattro amici devono fuggire da una cittadina impazzita La Overture Films ha fatto uscire due nuove clip e nuove immagini del remake diretto da Breck Eisner, The Crazies, basato sull'omonimo film di George Romero.

NEWS
martedì 22 dicembre 2009
Marlen Vazzoler

La pazzia in una tranquilla cittadina americana La Overture Films ha fatto uscire il secondo trailer del film diretto da Breck Eisner, The Crazies, interpretato da Timothy Olyphant, Radha Mitchell, Joe Anderson, Danielle Panabaker e da una città completamente [...]

NEWS
martedì 29 settembre 2009
Marlen Vazzoler

La Overture ha fatto uscire il secondo teaser poster del remake The Crazies diretto da Breck Eisner ed interpretato da Timothy Olyphant, Radha Mitchell, Danielle Panabaker, Joe Anderson e Joe Reegan. La pellicola racconta di un gruppo di abitanti di [...]

NEWS
mercoledì 15 aprile 2009
Marlen Vazzoler

Il nuovo film diretto da Breck Eisner, The Crazies, è un remake dell'omonimo film diretto da George A. Romero, La città verrà distrutta all'alba. La pellicola racconta la storia degli abitanti di una piccola cittadina del Kansas che si trovano circondati [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati