MYmovies.it
Advertisement
Devil: è come se qualcosa mi avesse morso

Foto, clip, spot e dietro le quinte del film.
di Marlen Vazzoler

Il diavolo in un ascensore

mercoledì 15 settembre 2010 - News

Il diavolo in un ascensore
La segretezza è la parola d'ordine per il nuovo progetto ideato e prodotto da M. Night Shyamalan, la trilogia di film Dark Chronicles, una serie di thriller che affrontano il tema del sovrannaturale.
Il primo capitolo della serie è Devil diretto dai fratelli John e Drew Dowdle, autori di Quarantine e della pellicola inedita The Poughkeepsie Tapes bloccata dalla MGM. Il film girato a Toronto doveva inizialmente uscire nei cinema americani per la Universal nel febbraio del 2011, ma la sua uscita è stata anticipata a dopodomani in USA, grazie alla buona accoglienza ricevuta dal trailer e alla liberazione di uno spazio nella programmazione delle sale. Brian Nelson e i due registi hanno lavorato assieme alla sceneggiatura di Devil, basata su una storia scritta da Shyamalan, decritta come un mix tra i film di Hitchcock e The Twilight Zone. In un'intervista a Shocktillyoudrop i due registi hanno parlato della sfida di girare una storia che avviene in uno spazio chiuso: “Una cosa che abbiamo imparato da Quarantine è come sia difficile la soggettività. Se ti trovi in un posto, ti muovi in uno spazio, si tratta di un potente elemento in prima persona...” ha spiegato John “In Devil abbiamo cercato di mostrare un personaggio e poi cercato di far vedere cosa stanno vedendo i personaggi stessi; facendo questo è come se avessimo messo il pubblico nell'ascensore, facendoci così risparmiare 500 inquadrature in questo singolo spazio”. Drew ha poi aggiunto: “Quando siamo fuori dall'ascensore abbiamo cercato di girare in uno stile più oggettivo. Il pubblico probabilmente non noterà la differenza di stile ma lo avvertirà”. La storia si svolge principalmente nell'ascensore, una sfida per i due registi, perché hanno dovuto trovare il modo di rendere le cose interessanti.
“Abbiamo fatto un patto di non fare due volte la stessa cosa nell'ascensore” ammette John, “Ogni volta che ci entri dentro, impari qualcosa di nuovo. Abbiamo creato, questa è stata un'idea di Drew, un riflettore per il sospetto. Pensi che potrebbe essere questo tizio, o quell'altro. Questo è stato fatto per mantenere un buon ritmo ogni volta che torni all'ascensore, quando pensi che potrebbe trattarsi dell'altra persona. Ogni volta che ci entri, impari qualcosa di nuovo. Durante la pre-produzione, sapevamo che le scene dell'ascensore sarebbero state facili. Ma quelle ambientate nell'ufficio di sicurezza, sarebbero invece state difficili”. Drew ha spiegato: “Abbiamo voluto mostrare una progressione nell'ascensore. Non solo gli attori consumarsi sempre di più, ma anche il deterioramento dello spazio. All'inizio è intatto, ma man mano, gli specchi si rompono, ci sono problemi con le luci, lo spazio fisico si rompe”.
Nel frattempo è uscita su Apple una featurette sul dietro le quinte del film, gli spot televisivi "La preghiera spagnola" e "coincidenza", le clip “Sconosciuti” e “Qualcosa mi ha morso”, presentata in anteprima su Yahoo Movies!

Gallery


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati