Cold Fish

Film 2010 | Thriller V.M. 18 144 min.

Titolo originaleTsumetai nettaigyo
Anno2010
GenereThriller
ProduzioneGiappone
Durata144 minuti
Regia diSion Sono
AttoriAsuka Kurosawa, Mitsuru Fukikoshi, Tetsu Watanabe, Megumi Kagurazaka, Denden Hikari Kajiwara.
TagDa vedere 2010
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 18
MYmonetro Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 4 recensioni.

Regia di Sion Sono. Un film Da vedere 2010 con Asuka Kurosawa, Mitsuru Fukikoshi, Tetsu Watanabe, Megumi Kagurazaka, Denden. Cast completo Titolo originale: Tsumetai nettaigyo. Genere Thriller - Giappone, 2010, durata 144 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 18 Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 4 recensioni.

Condividi

Aggiungi Cold Fish tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Da nullità a criminale efferato solo grazie alla frequentazione coatta di un piccolo mafioso violento di quartiere che non disdegna lo sfruttamento di minori e l'adulterio spinto.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Cinema
Trailer
La follia di un fatto vero letto in modo grottesco e gore per attaccare la nuova società giapponese.
Recensione di Gabriele Niola
giovedì 9 settembre 2010
Recensione di Gabriele Niola
giovedì 9 settembre 2010

Partendo da un fatto di cronaca che ha del sorprendente, Cold fish racconta di un nucleo familiare composto da un uomo, una donna più giovane sposata dopo la morte della precedente compagna e una figlia di primo letto che mal tollera la nuova presenza. I tre, cominciano a frequentare il tenutario di un grande negozio di pesci amazzonici, poichè egli non ha denunciato la figlia, presa a rubare in un supermercato. Con il procedere dell'invadenza dell'uomo sempre di più emerge uno scenario paradossale: morti, cadaveri fatti a pezzi e ascesa sociale folle diventano la regola della loro vita volenti o nolenti, fino ad un finale impensabile anche date le premesse.
Quando si dice di un film che è implausibile poichè esagerato rispetto a ciò che accade nella realtà non si tiene conto di storie come quella da cui è partito Sion Sono, intricate, malate, nere e disperate più di qualsiasi finzione. Su questo strato il regista innesta le proprie considerazioni sul Giappone odierno e la forte spinta al successo di cui è vittima, lo fa esasperando il tono grottesco, premendo l'acceleratore sul comico nei momenti che sembrerebbero meno opportuni e mescolando i toni in maniere che un cineasta occidentale non farebbe mai.
Il risultato è un film che conquista a fasi alterne ma che nel rocambolesco finale riprende per i capelli il senso del racconto, regalando alcune sequenze tra le più spietate, splatter e imprevedibili che un film tratto da un fatto reale abbia probabilmente mai mostrato.
Se l'horror è il genere più morale di tutti Cold fish, che con la paura ha poco a che vedere ma che abbonda di sangue, dimostra di saper tenere la schiena dritta allo stesso modo, senza parteggiare per il proprio protagonista (il classico pesce freddo dato in pasto ai coccodrilli) ma anzi condannando la sua ignavia e passività tanto quanto l'arroganza dei più potenti.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 15 dicembre 2011
blackredblues

Remissivo e introverso venditore di pesci tropicali, conosce, a causa di un furto perpretato dalla figlia, venditore di pesci ricco, esuberante e col bernoccolo degli affari (almeno in apparenza). La situazione familiare per il piccolo venditore è piuttosto disastrata: la figlia ruba e odia la routine familiare soprattutto a causa della new entry rappresentata dalla donna che ha sostituito [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 ottobre 2010
Peer Gynt

Ancora un regista giapponese eccessivo e delirante, dopo i molti maestri (più o meno controversi) che il cinema del Sol Levante ci ha fatto incontrare in questi ultimi anni (un pensiero a certi film di Shinya Tsukamoto o di Takashi Miike è inevitabile). Il signor Shamoto, un mite proprietario di un negozio di pesci tropicali, con moglie dimessa e figlia ribelle, fa la conoscenza dell’esuberante [...] Vai alla recensione »

martedì 27 agosto 2013
fefè22

È ignobile che un film del genere sia stato presentato nella sezione orizzonti alla mostra del cinema di Venezia . In questo film in cui si va dal drammatico allo splatter all erotico e al grottesco tutto e ridicolo a partire dalla stupidità dei dialoghi all insopportabile recitazione sopra le righe degli attori che danno la sensazione di essere porno star sovreccitate.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati