Le avventure galanti del giovane Molière

Film 2006 | Commedia, 120 min.

Titolo originaleMolière
Anno2006
GenereCommedia,
ProduzioneFrancia
Durata120 minuti
Regia diLaurent Tirard
AttoriRomain Duris, Fabrice Luchini, Laura Morante, Edouard Baer, Ludivine Sagnier Fanny Valette.
Uscitavenerdì 6 aprile 2007
DistribuzioneBim Distribuzione
MYmonetro 3,21 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Laurent Tirard. Un film con Romain Duris, Fabrice Luchini, Laura Morante, Edouard Baer, Ludivine Sagnier. Cast completo Titolo originale: Molière. Genere Commedia, - Francia, 2006, durata 120 minuti. Uscita cinema venerdì 6 aprile 2007 distribuito da Bim Distribuzione. - MYmonetro 3,21 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le avventure galanti del giovane Molière tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Fra fantasia e realtà è messo in scena un periodo di mistero nella vita del leggendario commediografo francese Molière. In Italia al Box Office Le avventure galanti del giovane Molière ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 98,7 mila euro e 50,4 mila euro nel primo weekend.

Le avventure galanti del giovane Molière è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,21/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA 2,64
PUBBLICO 3,50
CONSIGLIATO SÌ
Commedia degli equivoci divertente e sontuosa nella ricostruzione.
Recensione di Tirza Bonifazi
lunedì 9 aprile 2007
Recensione di Tirza Bonifazi
lunedì 9 aprile 2007

Tornato a Parigi dopo una lunga tournée in provincia che ha contribuito a portare al successo la sua compagnia teatrale, Molière vorrebbe allestire un grande spettacolo che non sia una farsa. La sua troupe cerca di dissuaderlo perché non è portato per la tragedia - balbetta e respira in controtempo - ma solo l'incontro con una donna misteriosa lo farà desistere e lo porterà a scrivere la sua prima pièce, Il Tartufo.
Il regista Laurent Tirard e il suo co-sceneggiatore Grégoire Vigneron prendono spunto da una vicenda vera sulla quale nessuna biografia ha mai fatto luce - un'assenza di mesi, della quale non si sa nulla, avvenuta prima della partenza per la tournée in provincia - per raccontare una storia che esplora il lato umano, vulnerabile e comico del drammaturgo. Nel film Molière è costretto a fingersi prete per trascorrere del tempo insieme a Jourdain - il ricco commerciante che lo ha liberato dalla prigionia - e insegnargli l'arte della recitazione per impressionare Célimène, una giovane nobildonna, senza destare i sospetti della moglie Elmire. Così Molière, nel ruolo di Tartuffe, diventa il precettore della figlia più piccola di Jourdain e durante il soggiorno nella casa patronale rimane vittima del fascino di Elmire la quale gli insegnerà che la disgrazia ha qualità comiche da non disprezzare e lo spingerà a inventare la commedia che esplora l'animo umano. L'opera di Tirard mescola con armonia e ironia personaggi nati dalla penna del commediografo per creare un Molière originale ed eccentrico interpretato con audacia da Romain Duris. Al suo fianco l'intenso Fabrice Luchini rende Monsieur Jourdain ridicolo e compassionevole, regalandogli toni di leggerezza e tenerezza mentre Laura Morante dà carattere, gentilezza e passione a Elmire. Le avventure galanti del giovane Molière è una commedia degli equivoci che unisce gli ingredienti della farsa e della tragedia; allo stesso tempo è un film pieno di ritmo, che rispetta il teatro utilizzando i tempi del cinema e riportando alla luce, pur stravolgendone i connotati, l'opera del grande drammaturgo francese.

Sei d'accordo con Tirza Bonifazi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Nel 1644 il 22enne Molière, in arresto perché carico di debiti, deve sciogliere la sua compagnia e scompare per qualche tempo. In quella lacuna delle biografie ufficiali s'insinua il regista, immaginando che sia accolto dal ricco negoziante Jourdaine e che, col nome di Tartuffe, lo faccia passare per un prete incaricato dell'educazione della figlia, in realtà per insegnargli i segreti della recitazione per conquistare Célimène. La moglie di Jourdaine, intelligente e fiera, capisce tutto e s'innamora di Molière. L'idea di partenza è brillante, anche troppo, e presto si rivela artificiosa con i suoi riferimenti a Tartufo (1664), Il borghese gentiluomo (1670), Le donne saccenti (1672), la fiacchezza dei tempi comici, la prolissità. Si fa vedere, comunque, con piacere grazie agli interpreti. Soltanto un duttile F. Luchini sarebbe stato in grado di non rendere Jourdaine meschinamente ridicolo. Se R. Duris è un Molière più che attendibile, L. Morante è infallibile, uno dei migliori ruoli della sua lunga carriera.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
LE AVVENTURE GALANTI DEL GIOVANE MOLIÈRE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 15 agosto 2012
oscar15781

Il film si svolge appunto nel declino dell'"ancient regime",  mostra l'emergere dei nuovi ricchi imprenditori che si confrontano con un potere nobiliare legato ad un passato, di cui non rimangono che le vestigia. In gioco è pure il futuro del teatro, che in questa età di passaggio, vede ancora il teatrante come trrastullo dei circoli nobiliari e lngaggiato come [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Incredibile ma vero. Un film in costume francese, per giunta dedicato a una gloria nazionale, che non passa in rassegna tutti i cliché del cinema di argomento teatrale, non si limita a mettere in fila una serie di numeri d'attore, ma diverte, avvince, commuove. Dribblando l'accademismo in agguato dietro imprese di questo tipo con una specie di uovo di Colombo: raccontare Molière come un personaggio [...] Vai alla recensione »

Boris Sollazzo
Liberazione

Mozart e Salieri, in un'improbabile e un po' perversa crasi di nomi, e forse di talenti, potrebbero dare lo pseudonimo di Molière. Peccato che l'epoca non lo conceda essendo il grande drammaturgo francese antecedente ai due compositori. Maestro della farsa e di una commedia borghese che sapeva far ridere coloro che attaccava, Jean-Baptiste Poquelin soffriva nel sentirsi confinato in un genere minore. [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Come personaggio Jean-Baptiste Poquelin detto Molière (1622 -1673), imperitura gloria della drammaturgia, è stato portato più volte in scena e sullo schermo; e lo stesso Goldoni gli dedicò una commedia in versi, Il Molière, in cui il cognome del protagonista fa rima con bicchiere. In questo film da lui scritto e diretto, Laurent Tirard inventa che il 22enne Molière, finito effettivamente in carcere [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Profittando di una zona d'ombra nelle biografie ufficiali, Le avventure galanti del giovane Molière si prende la libertà di riscrivere un pezzo della vita del drammaturgo: che nel 1644, oppresso dai debiti, avrebbe soggiornato presso un tale Monsieur Jourdain, avaro gentiluomo, svolgendo un po' la funzione del Tartufo. Intendiamoci, l'idea di fare un "biopic" apocrifo sull'autore del "Misantropo" è [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

A 22 anni il drammaturgo francese sparì per un po' e non si è mai saputo cosa fece. «Le avventure galanti del giovane Molière» immagina cosa gli accadde e, come potete supporre, parla di teatro, beffe e amori. Le vite degli scrittori sono quasi un genere cinematografico a sé. Soprattutto quando racchiudono dei misteri. Anni fa Dustin Hoffman e Vanessa Redgrave interpretarono Il mistero di Agatha Christie, [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Cosa accadde a Molière in quegli anni dopo il 1645 quando, uscito di prigione dove a Parigi l'avevano rinchiuso per i debiti della sua compagnia detta dell'Illustre-Théâtre, scomparve in provincia per tredici anni fino a quando cominciò a imporsi di nuovo a Parigi, con quelle commedie che l'avrebbero reso immortale? Le sue biografie non ci dicono molto e allora oggi un regista francese poco noto da [...] Vai alla recensione »

Didier Peron
Libération

Il promettente Laurent Tirard riesce nell'insidioso genere della commedia in costume. Nel 1644, Jean-Baptiste Poquelin, detto Molière, schiacciato dai debiti è costretto ad accettare un incarico in casa di un borghese che vuole imparare a recitare per sedurre una giovane nobildonna. Giocando su un buco nella biografia di Molière, la sceneggiatura mette lo scrittore a confronto con quelli che saranno [...] Vai alla recensione »

Federico Pedroni
Film TV

Le avventure galanti del giovane Molière racconta, inventando, un periodo di vita sconosciuto del grande drammaturgo francese. Dopo l'arresto per debiti a seguito del fallimento della sua prima compagnia teatrale, Molière, che era allora un giovane attore di appena ventidue anni, scompare per un po'. Il film lo immagina accolto nella casa di un ricco commerciante (Fabrice Luchini) che, facendolo passare [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Il giovane Molière condivide lo strazio che da sempre rovina la vita ai comici. Pensa che far ridere sia un lavoro di serie B, e che il vero teatro vada ricercato nella più nobile arte della tragedia. (Per questo, Paolo Villaggio e Woody Allen, assieme a tanti altri, hanno cercato di scavalcare la linea di metà campo, con risultati mediocri, quando non rovinosi).

Maurizio Cabona
Il Giornale

Ai francesi piacciono i film sul XVII secolo, perché è l'epoca della loro potenza mondiale. L'Italia era invece, allora, come oggi è l'Irak. La presenza di Laura Morante nel film ha fatto però distribuire anche nelle nostre sale l'opera di Laurent Tirard, in originale Molière, col titolo ritoccato nelle Avventure galanti del giovane Molière. Ma il problema è: quanti italiani sanno chi era costui? Uno [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
giovedì 5 aprile 2007
chiara renda

L'amore è un'illusione Il fine settimana di Pasqua si preannuncia all'insegna delle avventure storiche e sentimentali: da quelle austriache dei primi dell'800 fino alla Francia del '600 del giovane Moliere.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati