(13) Tzameti

Film 2005 | Thriller 93 min.

Regia di Géla Babluani. Un film Da vedere 2005 con George Babluani, Pascal Bongard, Aurélien Recoing, Fred Ulysse. Genere Thriller - Francia, Georgia, 2005, durata 93 minuti. Uscita cinema venerdì 30 giugno 2006 - MYmonetro 3,45 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi (13) Tzameti tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Noir che si svolge fra i vicoli bui di una Parigi sconosciuta, abitata da delinquenti e malavitosi. Il film è stato premiato al Festival di Venezia. In Italia al Box Office (13) Tzameti ha incassato 2 mila euro .

Consigliato sì!
3,45/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA 3,67
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Thriller ai confini con la realtà.
Recensione di Alessandra Montesanto
lunedì 26 giugno 2006
Recensione di Alessandra Montesanto
lunedì 26 giugno 2006

Sebastien è un giovane operaio georgiano emigrato di 22 anni che, nella rassicurante provincia francese, si occupa di alcune riparazioni in una villa in stato di decadenza. La persona che lo ha assunto non è in grado di pagarlo perciò lui ruba una lettera con alcune indicazioni misteriose. E' Infatti attratto dalla chimera di un grosso guadagno: segue le indicazioni sulla lettera per una sorta di caccia al tesoro e si ritrova così coinvolto in un giro clandestino da incubo in cui gli uomini scommettono sulla vita di altri uomini. Sebastien decide di sostituirsi a un morto per overdose e di partecipare, al posto suo, al gioco della roulette russa dove l'esistenza umana dipende da un tamburo che spara alla luce di una lampadina che si accende.
Il regista georgiano Géla Babluani - qui alla sua opera prima - ci mostra il mondo dal punto di vista del protagonista: la curiosità di Sebastien si trasforma in orrore; il ragazzo entra in un microcosmo dove solo il Caso decide chi deve vivere e chi deve morire. La scelta del b/n ricorda il cinema indipendente francese (quello di Mathieu Kassovitz, per esempio) che rende sullo schermo una realtà disperante e disperata: uomini alla deriva, uomini come bestie. La macchina da presa scorre lenta sui corpi e sui volti dei personaggi per scavare nelle anime spezzate di individui schiavi del denaro e della corruzione, prede dell'autodistruzione fisica e psicologica. Il montaggio dalle geometrie perfette e dal ritmo incalzante crea una situazione claustrofobica e spiazzante; la villa, il bosco, l'albergo, la stazione diventano non-luoghi, sono un universo senza futuro e senza via di uscita. Non si può non pensare a Il cacciatore. Non si può non chiedersi che cosa e chi stiamo diventando.

Sei d'accordo con Alessandra Montesanto?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 30 maggio 2016
Guidobaldo Maria Riccardelli

Giovane carpentiere immigrato, causa la propria curiosità ed avarizia, si addentrerà in un mondo squallido e senza remore, sotteraneo e segreto. A metà strada tra giallo d'annata e noir: se la prima parte infatti strizza l'occhio agli stilemi classici del genere, con i suoi indizi, le frasi captate, gli oggetti celati, la seconda metà dell'opera ricade in quell'aura di noir decadente e nichilista, [...] Vai alla recensione »

martedì 12 dicembre 2017
Contrammiraglio

Peccato per il finale beffardamescamente telefonato, per il resto un assai bel film.

giovedì 21 luglio 2011
tamta

film fati con pocchi soldi! assolutamente da vedere! un triller anzioso!!

lunedì 17 maggio 2010
davide chiappetta

geniale nell'idea della roulette come gioco costretto a farsi,il film ricorda un po hostel e turistas (che racconta un gruppo di ragazzi ignari in viaggio in brasile finite nelle mani di aguzzini che li uccidono a uno a uno per asportargli i loro organi e rivenderli) ma lo stile è super , di sangue ne scorre pochissimo per rendere l'orrore ancora piu reale, alcune situazioni ricordano molto il cameramen [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberta Bottari
Il Messaggero

Sebastien (Georges Babluani) è un operaio e non naviga nell’oro. Così un giorno accetta di fare delle riparazioni in una villa, un tempo lussuosa, ora in decadenza: neanche la situazione economica dei proprietari deve essere florida. La persona che lo ha assunto infatti non lo paga: a Sebastien non resta che rubare. E sottrae una lettera, che contiene indicazioni misteriose quanto preziose: le tappe [...] Vai alla recensione »

Mauro Gervasini
Film TV

Spiazza il numero tredici: per qualcuno è fortunato, per altri no. In un mondo senza scampo come quello del noir il dubbio dura poco. All'inizio porta bene, ma poi sei fregato lo stesso. Simboli, spettri, icone di un genere che cerca la sua modernità. 13 - Tzameti del francese di origine georgiana Géla Babluani, racconta di un giovane lattoniere che per caso si sostituisce a un truand morto di overdose [...] Vai alla recensione »

winner
premio l. de laurentiis per l'opera prima
Festival di Venezia
2005
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati