Noi Albinoi

Film 2003 | Drammatico 90 min.

Titolo originaleNói albinói
Anno2003
GenereDrammatico
ProduzioneGermania, Gran Bretagna, Danimarca, Islanda
Durata90 minuti
Regia diDagur Kári
AttoriTómas Lemarquis, Throstur Leo Gunnarsson, Elin Hansdóttir, Anna Fridriksdóttir .
MYmonetro 2,38 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Dagur Kári. Un film con Tómas Lemarquis, Throstur Leo Gunnarsson, Elin Hansdóttir, Anna Fridriksdóttir. Titolo originale: Nói albinói. Genere Drammatico - Germania, Gran Bretagna, Danimarca, Islanda, 2003, durata 90 minuti. - MYmonetro 2,38 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Noi Albinoi tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La disperata storia di Nói, ragazzo che vorrebbe fare un sacco di soldi e andarsene alle Hawaii. Cosa non facile per chi vive in un fiordo d'Islanda, isola ghiacciata che si propone con questo film al pubblico mondiale. In Italia al Box Office Noi Albinoi ha incassato 169 mila euro .

Noi Albinoi è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,38/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,50
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
Cinema
Trailer
Nói vorrebbe essere amato. Diventare ricco. Scappare alle Hawaii.
Recensione di Davide Morena
Recensione di Davide Morena

Nói è un diciassettenne molto singolare: albino, secondo i punti di vista è considerato un genio o lo scemo del villaggio. Vive in un fiordo islandese dimenticato dal mondo, fatto solo di neve e di montagne. Nói sogna di scappare con Iris, una ragazza di città finita a lavorare in uno squallido autogrill, e si decide a provare il tutto per tutto. Tra un colpo balordo e l'altro, un indovino amico della nonna gli predice un futuro di morte...
Dall'Islanda un film che fa freddo solo a vederlo, ambientato in uno sperduto paesino in cui gelidi sono anche i sentimenti e le vite delle persone che lo abitano. Una metafora attraversa e spiega tutto Nói Albinói: la neve copre ogni cosa, seppellendo le persone, i loro sogni, la loro capacità di amare. E se da un lato il disgelo rappresenta una speranza che queste cose rifioriscano, dall'altro porta con sé il pericolo di una valanga che torni a sprofondarle nel freddo più ovattato e sterile. Ed è proprio perché animato dal fuoco della giovinezza e dell'avventura che Nói scioglie la neve attorno a se e sconvolge l'equilibrio del mondo che lo circonda.
Poetico più nelle intenzioni che nei fatti, Nói Albinói è un film vago e solo abbozzato, infarcito da trovate comiche banali e poco riuscite che non aiutano a dargli dei contorni più definiti, tanto nella trama quanto nella psicologia dei personaggi. Godibile, comunque, non fosse altro perché testimonia una cinematografia - quella islandese - di cui nemmeno si sospettava l'esistenza.

Sei d'accordo con Davide Morena?
NOI ALBINOI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 25 gennaio 2010
Paola Di Giuseppe

Un ragazzo di diciassette anni in un villaggio islandese, oltre il confine solo la calotta polare, bianco e gelo ovunque, albino quasi da non distinguerlo dallo sfondo: è Noi Albinoi, protagonista di un film che, una volta visto, non si dimentica, volti, immagini, musica (gli Slowblow, il gruppo del regista) tutto resta impigliato a lungo nel ricordo.

domenica 28 luglio 2013
DANIELA MACHERELLI

Il villaggio islandese in cui vive Noi, rinchiuso tra una piccola montagna ed il mare, ed avvolto dalla neve, è caratterizzato da un silenzio desolante: la comunicazione tra i suoi abitanti è ridotta all'essenziale, come del resto le loro esigenze di vita. Ognuno sembra vivere quasi esclusivamente all'interno della sua casa o tra le pareti della sua attività, quasi ignorando i compaesani.

giovedì 18 ottobre 2012
giovannicucca

Film che si trasporta faticosamente fino al colpo di scena finale, dove riesce appena a sollevarsi dall'anonimato. La fredda atmosfera islandese fa da cornice alla vita di questo teenager che sogna la vita lontano dal suo anonimo paese...la voglia di vivere e l'amore portano il giovane a progettare la fuga, che purtroppo viene ostacolata da un evento drammatico.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Luca Barnabé
Ciak

Noi (Tòmas Lemarquis) ha diciassette anni, è albino e vive insieme alla nonna Lina (Anna Fridriksdottir) in un villaggio sperduto su un fiordo islandese. Odia la scuola, dove si presenta il meno possibile, e passa il suo tempo a sparare con un fucile a dei blocchi di ghiaccio o rintanato in un buco segreto, sotto casa, a fumare una sigaretta dopo l’altra.

Luca Barnabé
Duellanti

Noi vive assieme alla nonna che lo sveglia sparando colpi di fucile in aria. Noi trascorre gran parte del giorno chiuso in un buco segreto alla luce di una lampadina, a guardare il nulla fumando una sigaretta. Noi ha diciassette anni e un padre ubriacone che vede saltuariamente. Noi è albino, non va quasi mai a scuola e ha una fottutissima voglia di scappare.

Stefano Lusardi
Ciak

All’esordio nel lungometraggio, il trentenne Dagur Kàri ha fatto subito centro: il suo film ha vinto diversi festival (Rotterdam, Edimburgo) ed è stato selezionato come candidato islandese per la corsa all’Oscar La pellicola, che inserisce elementi tragici in una storia comica, racconta, come spiega lui stesso, “la storia di un personaggio che vive dentro di me da diversi anni”: Noi (Tòmas Lemarquis), [...] Vai alla recensione »

Pier Maria Bocchi
Film TV

La neve e il gelo di Un villaggio dell’Islanda del Nord. Un ragazzo, Noi, l’outsider. bianco come il paesaggio intorno a lui, che vorrebbe scappare una volta per tutte da un paese che non gli offre nulla, e sogna il sole e l’oceano. Una ragazza, Iris, per la quale Noi prova simpatia e sussulti d’amore. L’impossibilità triste di una fuga. la necessità, forse, di un “sommovimento” definitivo, che smuova [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Desolazione alcoliche e nevose in Nòi Albinòi di Dagur Kàri, film senza ragion d'essere, almeno per lo spettatore italiano, ignaro delle conseguenze della perifericità islandese. I rari abitanti - la cantante Bjork è il più noto - dell'isola si sposano infatti da secoli fra loro (dal 1940, anche con i militari americani di base lì); ne deriva un'estenuazione genetica come quella di Nòi (Tómas Lemarquisj: [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati