Salon Kitty

Film 1975 | Drammatico 130 min.

Regia di Tinto Brass. Un film con John Steiner, Helmut Berger, Ingrid Thulin, Stefano Satta Flores, Maria Michi, Therese Ann Savoy. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 1975, durata 130 minuti. - MYmonetro 3,00 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Salon Kitty tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un'opera che mette in scena i legami e gli ambigui rapporti tra sesso, politica, potere e morte.

Salon Kitty è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,75
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Trailer

Durante il nazismo, un ambizioso ufficiale delle SS ha l'idea d'installare microfoni nell'aristocratico bordello della mezzana Kitty per scoprire gli oppositori al regime e per ricattare i potenti. La fucilazione di un simpatico ufficiale della Luftwaffe gli farà scatenare contro le ragazze che lo ripagheranno della stessa moneta, mentre Berlino viene distrutta dalle bombe.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

All'inizio della seconda guerra mondiale Walter Schellenberg, giovane generale delle SS, ha l'idea di trasformare il "salon" (bordello di lusso) gestito a Berlino da Kitty Schmidt, in una centrale d'ascolto e di sorveglianza, sostituendo le professioniste del sesso con dilettanti scrupolosamente selezionate, di sicura fede nazional-socialista. Da questo fatto vero di cronaca il poliedrico sceneggiatore Ennio De Concini sviluppa una fiction dove nel lupanare nazificato del potere nasce l'amore con l'iniziale maiuscola e si diffondono idee di libertà e ribellione. Da questo cocktail di sesso, nazismo, svastica e perversioni erotiche (di moda sullo schermo negli anni '70 dopo il successo di Portiere di notte ) T. Brass cava un film per uomini soli con un apporto figurativo di prim'ordine dove bisogna continuamente levarsi il cappello per salutare il passaggio di Visconti, Bertolucci, Cavani, Chaplin, Barbarella, l' Histoire d'O , Arancia meccanica , Cabaret , persino Freaks e la commedia all'italiana. Bocciato dalla censura amministrativa, ottenne il visto di circolazione dopo aver subito 16 tagli concordati tra i censori e il produttore Giulio Sbragia. Inutilmente Brass cercò per vie legali di far togliere il suo nome dai titoli.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
SALON KITTY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 22 ottobre 2011
pisciulino

Pregi: la ricostruzione d'epoca, la coreografia dei numeri musicali, il cast (soprattutto Therese Ann Savoy, di insolita bellezza e di un fascino morboso e sensuale con un sex-appeal felino naturale), la satira della borghesia, l'ironia. Difetti: la versione finale non è quella di Brass (il produttore l'ha rimontata), la morbosità, il compiacimento, la caduta di livello drammaturgi [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 febbraio 2018
Parsifal

Tinto Brass, controverso e bizzarro regista nostrano, capace di sollevare scandali ad ogni sua opera, nel 1975, ispirandosi all'omonimo romanzo di Peter Norden, che ha in oggetto una casa di tolleranza realmente esistita durante il periodo della Berlino nazista, crea un'opera che destò , per l'ennesima volta, un grande scalpore sia tra i critici e gli addetti ai lavori sia ovviamente [...] Vai alla recensione »

sabato 18 marzo 2017
emanuele marchetto

Liberamente adattato dal romanzo omonimo di Peter Norden. A Berlino Kitty Kellermann è proprietaria della più prestigiosa casa d'appuntamenti: il "Salon Kitty". In realtà, il locale è, a sua insaputa, un sofisticatissimo centro di spionaggio, dove le prostitute, rigorosamente selezionate, cercano d'individuare eventuali disertori tra i loro clienti.

mercoledì 7 marzo 2012
Paolo Pacitti

Brass, che all'inizio aveva rifiutato, accettò di dirigere il film a condizione di riscrivere la sceneggiatura di Ennio De Concini con Maria Pia Fusco, per darne un intento etico e politico, quello che difese in un'appassionato memoriale alla Commissione di revisione di secondo grado dopo la bocciatura in prima istanza. Il produttore Sbarigia, per cautelarsi da possibili sequestri, [...] Vai alla recensione »

martedì 8 dicembre 2009
Giuseppe Paolo Caraglia

All'epoca di Hitler i ceti sociali medio-alti davano ampio spazio ai divertimenti, alle scelleratezze d'ogni genere e al libertinismo gratuito. Un posto dove poter esibire pubblicamente le proprie passioni era il "Salone Kitty", ripreso magistralmente per raccontare le vicende che avvenivano al suo interno. La Germania di Hitler desiderava divenire padrona assoluta del pianeta conducendo una guerra [...] Vai alla recensione »

sabato 3 novembre 2012
Dandy

La definitiva consacrazione del "porno-nazi",nonchè primo grande successo del regista.Sull'onda della fama de "Il portiere di notte" con espliciti rimandi a "La caduta degli dei",a cominciare dalla presenza di Berger e le ultime scene.La versione corrente,tagliuzzata,dovrebbe durare 130'.Io ho visto il director's cut di tre minuti più lungo.

venerdì 4 settembre 2015
Barolo

Rispetto alla produzione successiva occore sottolineare che questo è l'ultimo buon film di Brass,prima che passi il guado e approdi definitivamente al cinema erotico-pornografico.Pur non essendo un capolavoro ha una sua cifra erotica,la ricostruzione storica non è malvagia,l'ambientazione pure. così così

mercoledì 5 agosto 2015
giovannispada

  L'albergo diventa un bordello. Tinto Brass non gira la parodia de IL PORTIERE DI NOTTE di Liliana Cavani, il maestro del trash d'autore destruttura l'esistente e con gli strumenti del parossismo e dell'ironia arreda il suo SALON KITTY. Il trash è la commedia dell'arte del cinema.  La Bella e Bestia sono icone dai tempi di Omero, della Rivoluzione Francese [...] Vai alla recensione »

sabato 29 ottobre 2011
Paolo Pacitti

Il primo grande successo di pubblico di Brass, che all'epoca destò grande scandalo per la esposizione (è la prima volta in un film italiano) di organi sessuali in primo piano, si avvale di una buona ricostruzione d'epoca, di numeri musicali molto ben coreografati e di un cast eccellente, nel quale spicca Therese Ann Savoy, attrice dalle movenze feline di una bellezza insolita, [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati