Advertisement
Damien Bonnard, l'agente Ruiz de I miserabili

L'attore francese è diretto da Ladj Ly nel film candidato al Premio Oscar e già Premio della Giuria a Cannes: I Miserabili. Dal 12 marzo al cinema.
di Fabio Secchi Frau

I Miserabili

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Damien Bonnard (41 anni) 22 luglio 1978, Alès (Francia) - Cancro. Interpreta Stéphane Ruiz nel film di Ladj Ly I Miserabili.
venerdì 31 gennaio 2020 - Celebrities

Ne I miserabili di Ladj Ly, in Concorso al Festival di Cannes del 2019, Damien Bonnard interpreta un poliziotto della BAC, la Brigade anti-criminalité, che arriva nel dipartimento Senna-Saint-Denis e si ritrova al centro di un vortice di clamorosi errori, che porteranno a sanguinose conseguenze.
Fin dal principio, l'attore francese mette le cose in chiaro: ha lavorato molto su se stesso per rimanere in una parte che aveva già vestito l'anno precedente. Le realtà come quelle di Les Bosquets, quartiere di Montfermeil dove il film è girato, non sono luoghi facili e il riuscire a resettare tutto ciò che si sa di esse può essere un procedimento molto complicato. Ma lui si è fatto forza su altre difficili interpretazioni che è riuscito comunque a portare a casa con sorprendenti risultati. Come le tante esperienze nei cortometraggi oppure il suo primo ruolo da protagonista nel film Rester vertical di Alain Guiraudie, che gli è valso una candidatura ai César come migliore speranza maschile.
Alla fine, accompagnato dal regista e dai compagni di set, Djebril Zonga e Alexis Manenti, Bonnard appariva pienamente soddisfatto sul red carpet del celebre festival internazionale del cinema e ha goduto del successo immediato del film, vera e propria espansione dei documentari sociali di Ly, nonché di un omonimo cortometraggio firmato nel 2017 e candidato al César, al quale aveva preso parte.
Malgrado alcune generiche somiglianze con la struttura di certi thriller polizieschi alla Antoine Fuqua, ma impreziosito da importantissimi messaggi socio-politici, I miserabili è stato un trionfo anche grazie al suo ritorno nei panni di Stéphan, un poliziotto moralmente pulito, che vaga per le strade di un quartiere impoverito, in perenne contrasto con i suoi colleghi, di cui uno razzista e l'altro fin troppo accondiscendente per opportunismo, che scoprirà essere persino corrotti. La situazione si complicherà quando uno dei due sparerà accidentalmente a un bambino, colpevole di aver rubato un cucciolo di leone da un circo. Ripresi da un drone, i due coinvolgono Stéphan in un inseguimento nel tentativo di distruggere le prove che, se messe in rete, potrebbero scatenare una guerriglia nel quartiere.

Ben attento a calibrare la dose di drammaticità, Bonnard è una meraviglia della tecnica. È ricco di energia. Snervante. E attraverso la sua paura, la sua vergogna, ha il potere di tenere il pubblico in schiavitù.
Fabio Secchi Frau

VAI ALLA BIOGRAFIA COMPLETA


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati