Dove cadono le ombre

Film 2017 | Drammatico +13 95 min.

Anno2017
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Durata95 minuti
Al cinema7 sale cinematografiche
Regia diValentina Zucco Pedicini
AttoriElena Cotta, Federica Rosellini, Josafat Vagni, Lucrezia Guidone .
Uscitamercoledì 6 settembre 2017
DistribuzioneFandango
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Regia di Valentina Zucco Pedicini. Un film con Elena Cotta, Federica Rosellini, Josafat Vagni, Lucrezia Guidone. Genere Drammatico - Italia, 2017, durata 95 minuti. Uscita cinema mercoledì 6 settembre 2017 distribuito da Fandango. Oggi al cinema in 7 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Condividi

Aggiungi
Dove cadono le ombre
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Una bambina ha sempre vissuto in un solo luogo. Dal suo passato riaffiorano vecchi ricordi attraverso le parole di un'anziana.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Un film necessario su uno dei più grandi scandali accaduti nella tranquilla e civile Svizzera.
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 4 settembre 2017
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 4 settembre 2017

Anna e Hans, infermiera e suo assistente di un istituto per anziani, l'ex orfanotrofio che li ha visti prigionieri nell'infanzia, vivono come intrappolati nel tempo e nello spazio. Dal passato riappare Gertrud e il nastro dell'orrore sembra riavvolgersi. L'istituto torna a essere ciò che era; ricovero di bambini jenisch sottratti alle famiglie, tempio di un progetto di eugenetica capitanato da Gertrud. Anna, schiava di quel luogo e di un'infanzia dolorosa che non termina mai, riprende le ricerche di Franziska, amica amata che cerca ovunque e senza sosta.

Alla base di questa opera prima di fiction di Valentina Pedicini sta una vicenda che non molti, al di fuori dei confini della Confederazione Elvetica, conoscono.

Tra il 1926 e il 1986 la Pro Juventute (un’associazione a carattere filantropico) ha sottratto 2000 bambini alle famiglie di etnia jenisch (nomadi come i rom e i sinti) con l’obiettivo di mettere fine al nomadismo. Sui minori sono stati condotti esperimenti scientifici e applicate pratiche come la sterilizzazione per impedirne il riprodursi. Una delle vittime di questa forma di pulizia etnica, Mariella Mehr, ha raccontato quanto accaduto trasfigurandolo in forma poetica e letteraria. In quanto esposto finora stanno il pregio e il difetto di Dove cadono le ombre. Perché è importante che qualcuno abbia preso la decisione di portare sullo schermo un tema che resta scottante anche perché tutto questo è accaduto nella tranquilla e civile Svizzera. Le vittime dell’eugenetica meritano che la memoria di quello che hanno subito non si disperda affinché non abbia più a ripetersi.

Quello che però nuoce al film, nonostante l’adesione al personaggio di Anna di Federica Rosellini, è l’impianto teatrale che sarà indubbiamente rispettoso dell’opera dell’autrice ma finisce con il raggelare oltre il necessario la narrazione. Si ha l’impressione di trovarsi di fronte a una trasposizione di un testo nato per il palcoscenico più che a una sceneggiatura pensata direttamente per un film. Questo rischia di far sì che un tema così importante finisca con l’essere comunicato a un pubblico di nicchia. Il rigore stilistico è indubbiamente un merito ma quando si trattano argomenti di questa rilevanza qualche ‘concessione’ sarebbe utile alla causa che si vuole sostenere.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 15 settembre 2017
Aldo

Bisogna fare un grande complimento alla regista Pedicini per molti aspetti. Come prima cosa bisogna ringraziarla per aver fatto conoscere questa vicenda terribile poco conosciuta tra la gente, poi per aver scommesso su un cast quasi sconosciuto rivelandosi davvero molto superiore alle aspettative e per avermi fatto scoprire una fantastica Federica Rossellini che le auguro un grande futuro di successo. Pa [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 14 settembre 2017
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Probabilmente è un record. Per capire quello che succede, occorre attendere i titoli di coda. Dunque, in una casa di riposo la giovane infermiera Anna (Federica Rosellini) è sgomenta: cosa ci fa lì l'anziana Gertrud (Elena Cotta) spuntata dai fantasmi del passato? Se lo chiede anche lo spettatore, angosciato dal clima di tensione, ma ancora di più dal timore di essersi addormentato senza accorgersene. Da [...] Vai alla recensione »

NEWS
POSTER
mercoledì 16 agosto 2017
 

Anna e Hans, infermiera e suo assistente di un vecchio istituto per anziani, sono due anime "bambine" incastrate in corpi di adulti.
Intrappolati nel tempo e nello spazio, si muovono tra le stanze e il giardino di quello che era un ex orfanotrofio, come [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati