Io, Arlecchino

Un film di Matteo Bini, Giorgio Pasotti. Con Giorgio Pasotti, Roberto Herlitzka, Valeria Bilello, Lunetta Savino, Gianni Ferreri.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, durata 90 min. - Italia 2015. - Microcinema uscita giovedì 11 giugno 2015. MYMONETRO Io, Arlecchino * * * - - valutazione media: 3,13 su 5 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,13/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
La storia di un uomo che decide di zittire questo caos e prestare ascolto al proprio cuore.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un racconto delicato ma privo di guizzi, di sorprese e di quell’energia vitale che caratterizza da sempre il buffone goldoniano
Paola Casella     * * 1/2 - -

Paolo, conduttore televisivo, riceve una telefonata a sorpresa: il padre Giovanni, attore di teatro, è stato ricoverato in ospedale. Paolo torna dunque nei luoghi natali, fra i monti bergamaschi, dove trova Giovanni in pessime condizioni di salute, ma animato da una gran voglia di riportare in palcoscenico il suo personaggio più riuscito: Arlecchino. Da quel momento dovrà scegliere fra passato e futuro, fra tradizione e modernità, cercando nel frattempo di fare luce su ciò che vuole (essere) veramente.
Giorgio Pasotti esordisce alla regia, insieme a Matteo Bini, con un film di cui è anche interprete, compiendo alcune sagge decisioni: la prima è quella di seguire una linea narrativa semplice, senza fronzoli e voli pindarici, con una regia pulita e funzionale. Altra scelta saggia è quella di circondarsi di attori di ottimo livello, a cominciare ad Roberto Herlitzka nei panni di Giovanni per proseguire con Lunetta Savino e Gianni Ferreri in quelli di una coppia di attori amatoriali. Peccato per la caratterizzazione estrema di Massimo Molea che sembra una caricatura di Mauro Di Francesco (tantopiù che il personaggio si chiama proprio Mauro).
Il personaggio di Arlecchino è da sempre un’ossessione per Pasotti e l’attore presta volentieri la sua fisicità atletica al personaggio, anche se contiene il suo desiderio di calarsi cinematograficamente nel costume a losanghe colorate, preferendo lasciare a Herlitzka il privilegio: ed è impossibile non pensare a Ferruccio Soleri vedendo la caratterizzazione di un attore che ha fatto di Arlecchino il proprio alter ego. Quel che manca a Io, Arlecchino è l’energia vitale e incontenibile che caratterizza da sempre il buffone goldoniano, e che qui lascia il posto ad un racconto delicato ma privo di guizzi e di sorprese. Anche la contrapposizione fra palcoscenico e set televisivo resta imbrigliata nel già detto e già visto. Più coraggio autoriale e maggiore agilità di racconto, più goldoniano senso dello spettacolo, avrebbero giovato maggiormente al risultato finale.

Stampa in PDF

* * - - -

Quando un evento conduce ad un radicale cambiament

mercoledì 17 giugno 2015 di Flyanto

 L'attore Giorgio Pasotti con "Io, Arlecchino" si cimenta per la prima volta, con anche la collaborazione di Matteo Bini, alla regia presentando un film discreto nella sua resa ma purtroppo ancora lontano da una riuscita completa e matura. In esso egli interpreta un giovane presentatore di un programma scadente e popolare di un'emittente locale romana che aspira ad un salto di qualità professionalmente parlando, ma anche per ciò che concerne la propria vita personale. continua »

Giovanni - Roberto Herlitzka
"Dicono che sono analogico, è grave?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

Pasotti dal piccolo mondo antico alla volgarità della tv. E ritorno...

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Le piccolissime dimensioni di Io, Arlecchino di Matteo Bini e Giorgio Pasotti (che ne è anche interprete) sono congeniali allo spirito di un film non certo perfetto ma armonioso, non banale. Pasotti è un presentatore tv con un padre vecchio attore che si è da tempo ritirato in un paesino di montagna, pienamente soddisfatto della minuscola compagnia di dilettanti con i quali recita nel locale teatrino messo a disposizione dal prete (il carismatico Roberto Herlitzka). Un allarme sulla salute del padre spinge il figlio a tornare nei luoghi dell'infanzia e ritrovare un'intimità che si era perduta con il genitore. »

Omaggio di Pasotti ad Arlecchino

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Debutto alla regia per Giorgio Pasotti, (lui anche protagonista, per raccontare come l'ltalia abbia dimenticato la Commedia dell'Arte (e quindi la propria cultura) per andare dietro alle banalità televisive. E' la storia di un padre malato di tumore e di un figlio conduttore TV che ritroveranno il legame affettivo nel portare in scena la maschera di Arlecchino. Idea buona, penalizzata, in parte, da una trama telefonata e dalla presenza di un paio di personaggi ben sopra le righe. Da Il Giornale »

Io, Arlecchino | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | flyanto
Link esterni
Facebook
Uscita nelle sale
giovedì 11 giugno 2015
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità