Ouija

Acquista su Ibs.it   Dvd Ouija   Blu-Ray Ouija  
Un film di Stiles White. Con Olivia Cooke, Daren Kagasoff, Douglas Smith, Bianca A. Santos, Ana Coto.
continua»
Horror, Ratings: Kids+16, durata 89 min. - USA 2014. - Universal Pictures uscita giovedì 8 gennaio 2015. MYMONETRO Ouija * 1/2 - - - valutazione media: 1,68 su 16 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente no!
1,68/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * - - - -
   
   
   
L'adattamento cinematografico di un classico gioco in scatola della Hasbro.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un'avventura sovrannaturale, in cui la tensione è sufficiente e gli effetti speciali fanno egregiamente la loro parte
Rudy Salvagnini     * * - - -

Da bambine, Laine insegna all'amica Debbie come usare la tavoletta ouija, con cui per gioco o per davvero si può cercare di comunicare con i morti. Divenuta ragazza, Debbie, seria e preoccupata, brucia la vecchia ouija nel caminetto di casa. Sollevata, esce a parlare con Laine alla quale confessa, senza scendere nei dettagli, d'aver usato la tavoletta ouijia per gioco dopo tanto tempo. Congedata l'amica, Debbie resta a casa da sola, si ritrova la tavoletta ouija in ottime condizioni in camera da letto e si impicca. Alla veglia funebre a casa di Debbie, Laine è molto turbata: nonostante questo, si prende l'impegno di sorvegliare la casa dell'amica defunta perché i genitori di Debbie, provati, se ne staranno via per un po'. Ma anche la sua situazione familiare non è facile: la mamma non c'è più, il papà è spesso via per affari e la sorella minore Sarah è piuttosto scapestrata. Nella stanza di Debbie, Laine trova la tavoletta ouija, ricorda i vecchi giochi d'infanzia e pensa di usarla, assieme ai suoi amici, per contattare l'amica morta. Pessima idea.
Comunicare con i morti e più in particolare con le persone care che se ne sono andate esercita da sempre una fascinazione irresistibile su cui il genere horror ha spesso lavorato. Usualmente attraverso la classica seduta spiritica governata dalla carismatica figura del medium, ma molto spesso anche con la più semplice ouija board, messa al centro di diversi film tra cui si può citare almeno il riuscito Spiritika di Kevin S. Tenney.
Stiles White è all'esordio alla regia, ma ha un background che comprende la collaborazione alla sceneggiatura di Boogeyman - L'uomo nero e agli effetti speciali di un discreto numero di film (tra cui il genuinamente spettrale Il sesto senso) nell'ambito della "bottega" di un mago riconosciuto come Stan Winston. Non gli manca quindi la conoscenza dei meccanismi del genere e difatti realizza una summa dei luoghi comuni sulle case infestate e sugli incontri con gli spettri senza purtroppo trovare elementi originali da innestarvi. Il film è perciò basato sulla consueta ricerca di cosa voglia veramente lo spettro per evitare di far del male ai vivi che l'hanno evocato. Parametri e concetti sono già molto usati, ma il film se ne appropria con una certa convinzione e, dopo aver trascorso la prima metà a preparare le sue carte, se le gioca con discreta efficacia spettacolare.
Qualche spavento non manca, la tensione è sufficiente e gli effetti speciali fanno egregiamente la loro parte. Manca la capacità di evocare il pathos del confronto tra morti e vivi attraverso un approfondimento delle psicologie dei personaggi - che restano banali rendendo la dipartita di alcuni di loro un evento al quale lo spettatore assiste senza troppa partecipazione - ma questo è un difetto abbastanza comune. Anche il colpo di scena che ravviva l'ultimo quarto del film è di quelli usuali in questo genere di storie, ma, per quanto telefonato, mantiene una certa vivacità.
In un cast giovanile tutto sommato modesto, giganteggia l'anziana Lin Shaye, reduce dai due Insidious e capace di dare spessore al suo cruciale ruolo.

Incassi Ouija
Primo Weekend Italia: € 1.012.000
Incasso Totale* Italia: € 1.980.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 25 gennaio 2015
Primo Weekend Usa: $ 20.006.000
Incasso Totale* Usa: $ 50.816.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 14 dicembre 2014
Sei d'accordo con la recensione di Rudy Salvagnini?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Il solito teen horror spiritato.

domenica 8 febbraio 2015 di ashtray_bliss

A pensarci bene di horror il film in questione ha ben poco, a parte l'autoproclamata etichetta. Si tratta infatti di un mediocre teen-movie in salsa horror, che non riesce mai a decollare o a far interessare il pubblico. Colpa dei soliti clichè spiritistici, triti e ritriti, dell'abusato tema degli spiriti cattivi e vendicativi, e del stantio luogo comune di un gruppo di ragazzoti spavaldi che non ne vuole sapere di lasciare gli spiriti 'riposare in pace' anche se avvisati continua »

* - - - -

Il vero orrore è la noia

giovedì 22 gennaio 2015 di Lowelheim

Dopo svariate decadi vissute da cinefilo e cultore tra gli altri genere dei film horror ho capito che i primi dieci minuti di un film spesso (ma non sempre) ti fanno capire a cosa stai per andare incontro. Così è stato per Ouija. Sembra tanto un teenager horror molto soft, privo degli elementi caratteristici dei film horror seri, noioso, scontato e privo di qualsiasi interesse. Insomma dal mondo degli spiriti possono venire fuori cose migliori, lo insegna il cinema stesso. Mancano continua »

* * - - -

Horror troppo timido

martedì 20 gennaio 2015 di the thin red line

Laine insegna all'amica del cuore Debbie le regole per giocare con la tavola Ouija, che serve ad evocare gli spiriti dei morti. Sono passati anni e le due sono ancora legate a filo doppio ma Debbie trasgredisce le regole, gioca con la tavola da sola e si suicida poco più tardi. Laine, con l'aiuto dei suoi amici, cercherà di invocarla per capire che cosa le sia successo. L'horror targato Stiles White, all'esordio come regista, disseppellisce alcuni dei più noti continua »

* - - - -

Ennesimo film"horror"

lunedì 26 gennaio 2015 di parieaa

Ennesimo film di una sempre più lunga pletora di lavori che si autodefiniscono horror, ma che di horror hanno ben poco. Ormai il filone degli insopportabili young-adult films ha contagiato definitivamente anche questo genere. Speriamo che la cura non tardi ad arrivare. Ouija parte male, a parte una piccola sorpresina, che però non basta a salvare nulla, prosegue peggio (dove sembra di vedere una puntata di Beautifl, che in quello che dovrebbe essere un horror è tutto dire....), continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Ouija adesso. »
Shop

DVD | Ouija

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 29 aprile 2015

Cover Dvd Ouija A partire da mercoledì 29 aprile 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Ouija di Stiles White con Olivia Cooke, Ana Coto, Daren Kagasoff, Bianca A. Santos. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1 - tedesco, Dolby Digital 5.1 - hindi, Dolby Digital 5.1 - turco, Dolby Digital 5.1. Su internet Ouija (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film Ouija

APPROFONDIMENTI | Ouija, vizi e virtù dell'horror qualsiasi.

L'evocazione della paura

domenica 11 gennaio 2015 - Roy Menarini

L'evocazione della paura Che cosa è la Ouija? È un medium. Ovvero, letteralmente, uno strumento (a volte affiancato a un altro medium, umano) chiamato a evocare spiriti, fantasmi, demoni o altre entità metafisiche. La tavoletta, che unisce il "sì" francese e quello tedesco, è stata commercializzata per la prima volta nel 1890, a quanto pare. Era l'epoca del pre-cinema e delle straordinarie invenzioni tecniche che preannunciavano l'arrivo del cinema (tanto è vero che il periodo precedente il 1895, data ufficiale della prima proiezione pubblica del cinematografo viene definita dagli esperti "pre-cinema").

   

Quel massacro senza senso

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Un gruppo di ragazzi decide di mettersi in contatto medianico con un'amica che si è suicidata. Utilizzano la tavoletta Ouìja, già al centro di ben più riuscite mattanze horror al cinema. Massacro che qui viene rimandato ai minuti finali, creando una buona cornice di attesa, vanifìcata da una totale mancanza di originalità. E, nei fessi protagonisti, di ogni plausibile buon senso. Da Il Giornale, 8 gennaio 2015 »

Che noia la malefica tavoletta degli spiriti

di Roberto Nepoti La Repubblica

Due amiche giocavano, da piccole, con la tavoletta detta Ouija, che serve per evocare gli spiriti. Cresciute, non si mostrano molto più sagge: l'una, Debbie, ci gioca di nuovo, poi tenta di bruciarla senza riuscirci e si toglie la vita; l'altra, Laine, ha la geniale idea di usare proprio la malefica tavoletta per contattare l'amica suicida. All'uopo convoca altri coetanei decerebrati. Prima o poi era inevitabile che la tavoletta usata nelle sedute spiritiche fosse riciclata in un film. Ti chiedi se sia una strategia di marketing (ma ha senso promuovere le vendite di un oggetto che ammazza la gente?) e intanto ti annoi, benché la rumorosa colonna sonora ce la metta tutta per non farti abbassare l'attenzione. »

Brividi di routine nel gioco con gli spiriti

di Adriano De Grandis Il Gazzettino

Ouija è una tavolozza dove sono segnati numeri e lettere, con un triangolo mobile, usata nelle sedute spiritiche per entrare in contatto con gli spiriti. Il regista Stiles White, all'esordio, è solo l'ultimo ad aver portato sullo schermo un horror centrato su questo oggetto di culto. Ma se l'inizio sembrerebbe promettere bene (la prima morte è indubbiamente molto scenografica e avviene in un modo inatteso, un po' alla Dario Argento), il resto del film è un ricalco banale del "genere", che non rischia niente e non cattura mai, al massimo qualche brivido, specie nel film, con buoni effetti speciali: non a caso White viene dal settore, avendo lavorato in "Il sesto senso", "Jurassic Park III", "Intervista col vampiro". »

Non toccate quella tavoletta o dovrete chiamare l'esorcista

di Francesco Alò Il Messaggero

L'avevamo vista ne L'esorcista (1973) quando madre e figlia provavano a giocarci senza riuscirci perché il demone Pazuzu, già molesto, non voleva. La tavoletta Ouija, nata con il movimento spiritista in Usa a fine '800 per contattare i fantasmi dell'aldilà, è un giocattolo molto diffuso negli Stati Uniti e Inghilterra. Passato sotto la proprietà Hasbro nel 1991 (gli stessi di Transformers, Monopoli e G.I. Joe), il gioco è ora diventato un filmetto horror per adolescenti prodotto dal genietto della paura a zero budget Jason Blum (esploso con Paranormal Activity) con l'aiuto di Michael Bay. »

Ouija | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Rudy Salvagnini
Pubblico (per gradimento)
  1° | ashtray_bliss
  2° | parieaa
  3° | lowelheim
  4° | the thin red line
Approfondimenti
l'evocazione della paura
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 8 gennaio 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità