Lone Survivor

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Lone Survivor   Dvd Lone Survivor   Blu-Ray Lone Survivor  
Un film di Peter Berg. Con Mark Wahlberg, Taylor Kitsch, Emile Hirsch, Ben Foster, Ali Suliman.
continua»
Azione, Ratings: Kids+16, durata 121 min. - USA 2013. - Universal Pictures uscita giovedì 20 febbraio 2014. MYMONETRO Lone Survivor * * * - - valutazione media: 3,18 su 29 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,18/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * - - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
Basato sull'autobiografia del Navy Seal Marcus Luttrell, il progetto del film nacque nel 2007 durante la lavorazione di The Kingdom, di cui Berg scrisse l'adattamento dopo aver passato un mese con un'unità dei Navy Seal.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Trasposizione del romanzo di Marcus Luttrell, il film sembra un pretesto per mostrare tutto quanto il pudore e il senso etico di norma escludono dal racconto
Marzia Gandolfi     * * - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Afghanistan, giugno 2005. Nella base aerea di Bagram l'ufficiale Erik Kristensen informa e predispone i suoi uomini alla missione: catturare e uccidere Ahmad Shah, temibile capo talebano responsabile della morte di numerosi marines nell'Afghanistan dell'est. Marcus, Mickey, Danny e Axe vengono mandati in ricognizione sulle montagne intorno al villaggio dove Ahmad Shah si rifugia, vessando e giustiziando la sua gente. Forze speciali della Marina degli Stati Uniti, i quattro Navy Seal localizzano il leader integralista e attendono nascosti nuovi ordini. Ma il sopraggiungere improvviso di pastori e l'impossibilità di comunicare via radio con la base, li rende molto presto bersagli vulnerabili. Accerchiati e attaccati dal fuoco nemico, proveranno a sopravvivere, resistendo ai colpi inflitti e sperando nella buona sorte e nell'arrivo della cavalleria.
"Basato su una storia vera", quello di Marcus Luttrell e dei suoi compagni d'armi impegnati nel 2005 nell'operazione Red Wings, Lone Survivor è un film che sfugge la guerra virtuale, quella combattuta nelle sale dei centri di controllo e delle sedi istituzionali, e infila l'intimità della battaglia e la prossimità dello scontro. Dopo aver adattato allo schermo il noto gioco da tavola 'Battaglia navale' (Battleship), Peter Berg riprende il piglio sostenuto e la cool attitude di The Kingdom, scendendo di nuovo in campo. Pensato come film commemorativo, per celebrare i compagni caduti e la vita scampata del Navy Luttrell (l'unico del titolo), Lone Survivor al contrario li 'sacrifica' sull'altare dell'intrattenimento. Più interessato all'inquadratura bella che alla denuncia della crudeltà degli scontri, il dramma bellico di Berg apre sul principio formale dello scrapbook, (un memorabilia di foto, lettere, oggetti, trofei), langue nell'atmosfera surreale dell'attesa ed esplode nell'estetica western che filtra il conflitto a fuoco in montagna. Il dettaglio sull'occhio insanguinato ed esangue del Navy Axe, la morte al ralenti e 'inginocchiata' del Navy Michey (rubata a quella magniloquente di Platoon) o la foresta tagliata da una luce che impasta foglie e divise, compongono una galleria di immagini ricercate che corrono il rischio dell'oscenità. Senza scomodare il vecchio carrello di Kapò, lasciamo al lettore l'onere di rileggersi l'interpretazione di Rivette del film di Gillo Pontecorvo, è comunque necessario ritornare sulla questione delle immagini e sulla produzione dell'immaginario bellico. Peter Berg esteriorizza il sentimento e lo fa diventare narrazione estesa, giocando sulla recitazione di attori formidabili come Mark Wahlberg, Emile Hirsch o Ben Foster, sui loro volti, sui loro corpi, veicoli di emozioni e di storie dove la narrazione nasce dal ricordo di chi è sopravvissuto. Trasposizione del romanzo omonimo di Marcus Luttrell, Lone Survivor sembra un pretesto per mostrare tutto quanto il pudore e il senso etico di norma escludono dal racconto. Il film di Berg insiste sulla necessità del vedere ma curiosamente l'orrore che è davanti ai nostri occhi cade sulle spalle e impressiona i volti dei (soli) soldati americani. Il selettivo elogio della sofferenza non interessa il nemico o la gente del villaggio, intervenuta nell'epilogo e, secondo un antichissimo codice sull'ospitalità, in favore del Navy scampato. Proprio come The Kingdom, Lone Survivor soffre un dozzinale manicheismo nel descrivere lo stato di conflitto tra due orizzonti in tensione, dove all'esuberanza atletica del soldato americano che fa footing in mutande e muscoli in mostra, si contrappone il profilo orientale e bieco del nemico, sempre urlante e 'decapitante' al suono di "Allah akbar" (Dio è il più grande). In mezzo, e nel rispetto di un distinguo limpido, gli amici del villaggio. Avviato sulle immagini di archivio dei Navy Seal e concluso sulle fotografie dei compagni caduti di Luttrell, Lone Survivor traccia una brutta apologia, dove 'i nostri' non cedono mai, marcano la loro differenza etica e uccidono tormentati dal rimorso.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
LONE SURVIVOR
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination Lone Survivor

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
* * * * *

Ci sono quei film che emozionano...

sabato 22 febbraio 2014 di El Cinefilo

Ci sono quei film che, oltre all'aspetto prettamente tecnico, sono in grado di emozionare e di lasciare qualcosa di indefinito dentro a ciascuno di noi e a parer mio (parere certamente modesto), questo è il caso di Lone Survivor. Il Cinema "bellico" nel proseguo degli anni ha donato a noi pubblico, molto pretenzioso, capolavori appartenenti a diversi filoni, dai due film capolavoro per antonomasia per me che sono "Platoon" e "Black Hawk Down", al grande "Salvate il Soldato Ryan", fino ad arrivare continua »

* * * * -

Senso etico

giovedì 20 febbraio 2014 di AleTuroni

E' un film unico nel suo genere. Solo in apparenza può sembrare ipocrita e di propaganda. E' anzi un film profondo sul senso etico e dell'onore. Valori che in alcuni rari casi vengono ancora percepiti superiori a quelli della stessa vita. La sig.ra Gandolfi ha capito ben poco di questo film forse troppo influenzata dalla retorica buonista. Non si tratta di fare il tifo per una parte (essendo anche una stario vera) ma di riconoscere il valore di uomni come i Pashtun che non sono continua »

* * - - -

Cine-propaganda in salsa western

martedì 25 febbraio 2014 di gianleo67

Storia (vera) di un team di Navy Seals (corpo di elite della marina americana) che durante una pericolosa e difficile missione antiterroristica tra le montagne dell'Afganistan subirono un'imboscata da parte di un manipolo di ribelli talebani in cui perirono diversi soldati americani e se ne salvò soltanto uno dalla cui autobiografia sono tratti soggetto e storia. Nel solco di una abusata tradizione del cinema bellico in bilico tra la retorica auto-celebrativa dell'eroismo yankee continua »

* * * - -

Storia fine a se stessa.

sabato 22 febbraio 2014 di Altair74

credo che un film di guerra debba portare a qualche riflessione e non essere solo un occasione per raccontare una storia. o almeno se si vuole raccontare una storia questa debba avere qualcosa di particolare ed emozionante. visivamente il film è bello da vedere e tranne qualche rara caduta di tensione tiene lo spettatore incollato alla storia. inoltre viene raccontato anche con una credibilità sufficiente a non far sembrare tutto troppo scontato. tutto però finisce lì senza però dare allo spettatore continua »

Shane Patton
Ho girato il mondo due volte,
ho parlato con tutti una volta,
ho visto due balene fottere in tutte le posizioni universali,
e ho conosciuto uno in Thailandia col cazzo di legno,
sono il migliore se c'è da scopare e come le sbatto io non c'è stallone che lo sappia fare,
sono muscoloso,ho il petto villoso sono incazzoso,
so sparare mi so lanciare e i bunker faccio saltare non cè niente che non sappia fare
non c'è cielo troppo alto,
non c'è mare troppo in burrasca,
non c'è passera che non ci casca,
ne ho imparate di cose nella vita,
mai sparare a un grosso con un piccolo calibro,
so guidare di tutto 2 ruote motrici,4 ruote motrici,6 ruote motrici
e quei grossi figli di puttana che sbandano e fanno "ciff" "ciff" quando schiacci i freni,
se c'è qualcosa che vale la pena di farla, falla da grande
solo un vigliacco non osa,
io sono un amante, un combattente, dei navy siels sono presente,ti invito a cena,ti verso il vino,ti porto a letto e alla mattina me la canto,primo rifornimento è fatto,
perciò se vuoi fare a botte mi inviti a nozze,
io sono un soldato che è stato ovunque e ha fatto tutto quello che c'era da fare...... buona fortuna ragazzi
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Mark Wahlberg: Marcus Luttrell
"Uomini coraggiosi hanno combattuto e sono morti per creare quella tradizione eroica che sono chiamato a rappresentare. Io sono morto su quella montagna, non c'è dubbio. Una parte di me è e rimarrà per sempre su quella montagna insieme ai miei fratelli. Ma una parte di me è sopravvissuta grazie ai miei fratelli. Grazie a loro sono ancora vivo e non dimenticherò mai che per quanto sia doloroso, per quanto sia spaventoso o per quanto lontano si vada, non si abbandona mai la battaglia."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
sotto-ufficiale di marina: signor PATTON
Ho girato il mondo due volte,
ho parlato con tutti una volta,
non c'è niente che non sappia fare,
non c'è cielo troppo alto,
non c'è mare troppo mosso,
ne ho imparate di cose nella vita,
mai sparare a un grosso con un piccolo calibro,
se c'è qualcosa che vale la pena di farla, falla da grande (grande uomo)
solo i vigliacchi non osano
io sono un amante, un combattente, un sommozzatore dei navy siels
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Lone Survivor oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Lone Survivor

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 18 giugno 2014

Cover Dvd Lone Survivor A partire da mercoledì 18 giugno 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Lone Survivor di Peter Berg con Mark Wahlberg, Taylor Kitsch, Eric Bana, Emile Hirsch. Distribuito da Universal Pictures. Su internet Lone Survivor (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Lone Survivor

SOUNDTRACK | Lone Survivor

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 2 settembre 2014

Cover CD Lone Survivor A partire da martedì 2 settembre 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Lone Survivor del regista. Peter Berg Distribuita da Red River. Su internet il cd Lone Survivor è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 17,90 €
Prezzo di listino: 31,32 €
Risparmio: 13,42 €
Aquista on line la colonna sonora del film Lone Survivor

Afghanistan, guerra senza censure

di Valerio Caprara Il Mattino

«Lone survivor» sconta una pessima distribuzione, ma è un imperdibile film di guerra degno di cult come «Black Hawk Down». Ridotta, infatti, al minimo indispensabile, la quota problematica, dialogica e, per gli antipatizzanti, enfatico-patriottica assegnata al sottotesto di storia recente, lo schermo s'incendia di pura adrenalina grazie a uno stile scabro e «fisico» teso a trasmettere il pathos del campo di battaglia. Un po' come nei classici anni '50, infatti, la funesta missione Red Wings di un plotone di marines in Afghanistan, si affida solo alle strategie della macchina da presa per raccontare i fatti senza pudiche censure né ripuliture in senso coreografico-spettacolare. »

Quattro navy Seals fra i talebani

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Eccitante, almeno nelle scene d'azione, dramma di guerra ispirato a una storia vera. Anno 2005, Aghanistan. Quattro Navy Seals, incaricati di catturare un capo talebano, restano intrappolati sulle montagne. Peccato che i moschettieri dell'ardimento non si distinguano l'uno dall'altro per via delle barbe. E che il titolo e il prologo, con il racconto di fine spedizione, sgonfino la suspense. Esagerato tutto quel patriottismo: verrebbe la nausea anche a John Wayne. Da Il Giornale, 20 febbraio 201 »

Afghanistan 2005 Usa Presi in trappola dai talebani

di Roberto Nepoti La Repubblica

"Survival" militare basato su un episodio autentico della guerra in Afghanistan: l'operazione Red Wings che, nel 2005, portò un commando di Navy Seals dietro le linee nemiche, col compito di localizzare e uccidere un capo talebano. Furono gli americani, invece, a essere individuati, circondati e presi in trappola. Ripercorrendo la cronaca degli avvenimenti di Marcus Lutrell, unico sopravvissuto, il regista Peter Berg dirige uno dei capitoli più spietati del war-movie di tutti i tempi. Vero è che, dopo la celebre sequenza iniziale di Salvate il soldato Ryan, lo spettatore si è assuefatto a guardare in faccia il delirio della guerra, lo strazio dei corpi, le atroci sofferenze dei combattenti. »

Lone Survivor | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | el cinefilo
  2° | aleturoni
  3° | brat_pack
  4° | muttley72
  5° | ultimoboyscout
  6° | eufel
  7° |
  8° | hedivi90
  9° | visualman
10° | francomovie
11° | altair74
12° | gianleo67
Premio Oscar (1)


Articoli & News
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità