Ci vediamo domani

Acquista su Ibs.it   Dvd Ci vediamo domani   Blu-Ray Ci vediamo domani  
Un film di Andrea Zaccariello. Con Enrico Brignano, Burt Young, Ricky Tognazzi, Francesca Inaudi, Giulia Salerno.
continua»
Commedia, durata 103 min. - Italia 2013. - Moviemax uscita giovedì 11 aprile 2013. MYMONETRO Ci vediamo domani * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 16 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,75/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * 1/2 - - -
   
   
   
Marcello Santilli decide di aprire l'unica agenzia di pompe funebri in uno sperduto paesino della Puglia, popolato solo da ultranovantenni. Ma il tempo passa e i vecchietti restano in salute...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Commedia malinconica che tenta di restituire una realtà non edulcorata attraverso la verve di Brignano
Paola Casella     * * * - -

Marcello Santilli è uno spiantato sempre in cerca dell'occasione per "svoltare" la propria esistenza popolata da una ex moglie, una figlia che considera il padre "il bruco nella sua mela" e una nonna che l'ha cresciuto in assenza dei genitori, e che continua a chiedergli se gli affari vanno bene (sapendo che non è mai così). Quando Marcello apprende che un paesino della Puglia abitato da ultranovantenni è privo di un'agenzia di pompe funebri decide di aprirne una lui, convinto che sia l'opportunità della sua vita, visto che "in tempi di crisi la gente fa solo due cose: mangia e muore". Ma i vecchietti non hanno alcuna intenzione di andarsene, e Marcello rischia di fare l'ennesimo buco nell'acqua.
Su uno spunto non dissimile da quello del Pinuccio Lovero di Pippo Mezzapesa, che vedeva un becchino del bitontino impossibilitato a svolgere il proprio mestiere per mancanza di defunti, Ci vediamo domani imbastisce una vicenda che fa luce su una problematica contemporanea: la contrapposizione socioeconomica fra i quarantenni privi di opportunità lavorative "massacrati da preoccupazioni e incertezze" e la generazione dei loro nonni che, non avendo "niente da perdere" (e spesso potendo fare conto su una pensione e una casa di proprietà), può godersi il presente (acciacchi permettendo) senza l'angoscia costante del domani, nel privilegio di un "coraggio assoluto".
Il film di Andrea Zaccariello, autore di corti pluripremiati e regista di innumerevoli spot pubblicitari fra cui quelli "celestiali" di una nota marca di caffé, non è una commedia tout court (anche se si ride e si sorride) ma la storia malinconica e a tratti struggente di un maschio contemporaneo preso d'assedio da una realtà fatta di "furbetti del quartierino" e di chance mancate. La vis comica di Enrico Brignano, da sempre sottesa da una vena di strazio esistenziale, si attaglia perfettamente al personaggio di Marcello, e forse ne è l'ispiratrice.
Intorno al suo personaggio la complessa realtà italiana è raccontata in dettagli precisi: l'arredamento "antico" della casa della nonna, le palazzine di dignitosa modestia del quartiere romano, il paese arcaico la cui piazza è attraversata dagli anziani abitanti come certe inquadrature pasoliniane dalle galline di cortile. La piega lievemente surreale della messinscena viene allo scoperto in un'inquadratura finale, con un personaggio che guarda in macchina con espressione stranita.
Imperfetto nel ritmo narrativo e nei tempi comici nonostante la verve di Brignano, Ci vediamo domani resta comunque un coraggioso tentativo di pescare dalla realtà e restituircela non edulcorata, con la stessa laconica presa d'atto della figlia di Marcello (Giulia Salerno, molto brava e credibile) quando dice: "Io non giudico, semplicemente non faccio finta di niente".
E Zaccariello, anche sceneggiatore, riporta correttamente sulle spalle del protagonista la responsabilità morale delle sue scelte, ricordandogli che la coscienza di non meritarsi le proprie sfortune non lo assolve dal dovere di evitarne altre, a sé e a chi gli sta vicino. Bel ruolo di contorno per Burt Young (doppiato da Omero Antonutti) nei panni di un "papà d'America" pronto ad accogliere Marcello, pregi e difetti, raffinata la canzone finale di Cristina Donà.

Incassi Ci vediamo domani
Primo Weekend Italia: € 628.000
Incasso Totale* Italia: € 1.728.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 5 maggio 2013
Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
64%
No
36%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

In attesa di un funerale

venerdì 12 aprile 2013 di renato volpone

Definito come una commedia malinconica, questo film racconta di Marcello, un romano fallito negli affetti e nell'amore, che tenta di recuperare terreno e denaro aprendo una ditta di pompe funebri in un paesino abitato solo da anziani e centenari, ma gli abitanti del luogo, oltre che essere longevi, sono anche resistentissimi alle malattie e alla depressione. Il film si apre con un tocco di comicità amara, ma sono lontanissimi i tempi in cui Alberto Sordi impersonava perfettamente l'italiano continua »

* * * * -

Incerta scoperta della propria libertà

giovedì 18 aprile 2013 di Siebenzwerg

Quattro stelle per l'originalità e l'intelligenza. L'idea che anima la storia ha quel tanto di surreale da commedia napoletana che rende i personaggi degli anziani, centenari, "immortali", un po' incantati e proprio come nelle vecchie commedie di Eduardo il messaggio è più profondo di quel che sembra. Il personaggio di Brignano (chiamato col nome felliniano di Marcello) scopre una visione esistenziale della vita che contrasta i valori della scalata sociale e del successo di cui siamo dipendenti continua »

* - - - -

Pompe santilli.

sabato 6 luglio 2013 di ultimoboyscout

Ridotto sul lastrico, Marcello Santilli, pensando a facili guadagni, decide di aprire un'agenzia di pompe funebri, l'unica, in un paesino sperduto della Puglia, abitato esclusivamente da ultranovantenni. Avrà fatto bene i conti? Da un soggetto di Paolo Rossi e del regista Zaccariello, è una commedia priva di sesso e corna che vra su sapori antichi,  contadini e malinconici e sul tema della morte per ridare speranza, gioia di vivere e senso della vita. Brignano è continua »

* * * - -

Discreta commedia, a tratti drammatica,

domenica 21 aprile 2013 di muttley72

Commedia più che agrodolce, a tratti altamente drammatica, che affronta le tematiche delle difficoltà finanziarie, della crisi della famiglia, del "senso della vita" e di come essa andrebbe vissuta nel Mondo odierno. Brignano recita senza i suoi classici "monologhi" (....ma nel film un paio ce ne sono), superando la prova (non facile) con una sufficienza piena (...ma non oltre). Deve recitare scene drammatiche intervallandole con scene o situazioni continua »

Giulia Salerno
"Io non giudico, semplicemente non faccio finta di niente!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop
Ci vediamo domani | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | siebenzwerg
  2° | rita branca
  3° | ultimoboyscout
  4° | muttley72
  5° | renato volpone
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 11 aprile 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità