Jimi - All Is By My Side

Un film di John Ridley. Con André Benjamin, Hayley Atwell, Imogen Poots, Ruth Negga, Andrew Buckley.
continua»
Biografico, durata 118 min. - Gran Bretagna, Irlanda, USA 2013. - I Wonder Pictures uscita giovedì 18 settembre 2014. MYMONETRO Jimi - All Is By My Side * * * - - valutazione media: 3,06 su 16 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,06/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * * * -
 pubblico * * - - -
   
   
   
Presentato in anteprima mondiale al Toronto Film Festival 2013, Jimi: All Is By My Side è film di apertura di Biografilm Festival 2014.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
John Ridley si confronta con uno dei miti immortali del pantheon rock, affidandone il ruolo alla sorprendente interpretazione di André Benjamin
Emanuele Sacchi     * * 1/2 - -
Showtime:
sabato 27 agosto 2016 alle ore 1,25 in TV su SKYCINEMACULT
Scopri gli altri film in televisione »

Vita e opere di Jimi Hendrix, dall'anonimato come turnista per Curtis Knight all'affermazione in terra britannica con la Jimi Hendrix Experience, tra donne che lo guidano, come Linda Keith, o che provano a amarlo, come Kathy XXX. Fino al festival di Monterey, che lo consegnerà definitivamente alla storia.
Il difficile equilibrio che è croce e delizia di ogni biopic - rispetto verso l'oggetto della narrazione e gratificazione dei fan da un lato, riuscita del film come opera d'arte autonoma dall'altro - porta a rari casi realmente soddisfacenti in ambito rock (tra le poche eccezioni Control di Anton Corbijn). John Ridley, già sceneggiatore di 12 anni schiavo, gioca una carta oltremodo ambiziosa, confrontandosi con uno dei miti immortali del pantheon rock. Accantonando possibili e perniciose derive legate alla morte di Hendrix, tra tesi fantasiose e moralismi fuori luogo, Ridley opta per il periodo musicalmente più creativo ed esplosivo del nostro, quello della gioventù trascorsa da star in ascesa nella swingin' London. Su Jimi: All is by My Side pesa come un macigno, prevedibilmente, l'impossibilità di utilizzare i brani firmati da Hendrix stesso, per esplicita volontà degli eredi: niente "Hey Joe" e "Purple Haze", quindi, con il momento di climax live (tipico dei biopic musicali) delegato curiosamente alla cover di Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band, eseguita di fronte ai Fab Four. Considerato l'handicap grave di partenza con cui Jimi: All is by My Side ha dovuto fare i conti, lo sforzo di Ridley è encomiabile e induce a sorvolare sui molti punti di debolezza del film, che insiste sul ruolo di Imogen Poots - nei panni di Linda Keith - fino a renderla una sorta di coro, un punto di riferimento morale che veglia sulla vita di Jimi cercando di indicargli la retta via, sistematicamente smarrita.
L'icona rock è affidata alla sorprendente interpretazione di André Benjamin, rapper degli Outkast, che unisce a una straordinaria somiglianza fisica un notevole lavoro sulla caratterizzazione vocale. Notevoli tuttavia i deficit di scrittura, tali da far apparire Jimi perlopiù come un hippy superficiale che parla di colori e marziani destinati a tornare sulla Terra, con contorno di violenze domestiche e gratuite sulle malcapitate compagne. Una riduzione ai minimi termini del Mito che suona ancor più contraddittoria perché evidentemente involontaria, in un testo che si presenta come tutt'altro che critico verso l'oggetto della narrazione. Anche il confronto con l'impegno politico del militante nero Michael X resta abbozzato e non sortisce gli effetti sperati nella storicamente difficile contestualizzazione socio-politica di Hendrix (secondo la leggenda un ribelle iconoclasta, ma con pochi riscontri nelle testimonianze dirette).
L'uso insistito di un montaggio che spezza il flusso diacronico, anticipando visioni di ciò che verrà, e di un cross-dialogue che ben si sposa con la confusione dei locali bui frequentati dal protagonista, rappresentano un interessante tentativo di uscire dagli schemi più vetusti del biopic, tradito dallo stesso Ridley con il ricorso a freeze-frame enfatici che introducono la comparsa dei vari Clapton e McCartney nella vita di Hendrix.
Un'operazione non priva di fascino, in cui prevalgono i "se" e i "ma" su quel che avrebbe potuto (e dovuto) rappresentare rispetto alle riflessioni che scaturiscono da quanto effettivamente messo in scena.

Incassi Jimi - All Is By My Side
Primo Weekend Italia: € 80.000
Incasso Totale* Italia: € 163.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 28 settembre 2014
Sei d'accordo con la recensione di Emanuele Sacchi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
40%
No
60%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Jimi - all is by my side

martedì 30 settembre 2014 di catcarlo

Il film biografico a carattere musicale è uno dei generi più difficili da praticare, in special modo quando la materia è ancora viva e i tifosi in circolazione rimangono numerosi. La faccenda si complica ulteriormente se ci aggiungiamo la famiglia che rema contro tanto da vietare l’utilizzo delle musiche firmate dal caro estinto se non può mettere bocca nella produzione (la famelicità di generazioni di Hendrix si è confermata ancora una volta da manuale) continua »

* * - - -

I noiosi anni 60

lunedì 29 settembre 2014 di veritasxxx

Il film narra le vicende precedenti all'ascesa al successo di Jimi Hendrix dal giorno in cui venne notato in un locale di New York da Imogen Poots, la di allora fidanzata del chitarrista dei Rolling Stones, fino al trasferimento a Londra e alla relazione con Hayley Atwell, una parrucchiera specializzata in relazioni con rock stars, all'amicizia con Ruth Negga, sostenitrice dei gruppi di liberazione nera dell'epoca, alla selezione dei musicisti per quello che sarebbe diventato "The continua »

Jimi Hendrix
La conoscenza parla, la saggezza ascolta.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jimi Hendrix
Quando il potere dell'amore supererà l'amore per il potere, allora le cose cambieranno.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

APPROFONDIMENTI | Le istantanee di vita a Hollywood e dintorni.

Jimi senza hendrix

domenica 21 settembre 2014 - Roy Menarini

Jimi Senza Hendrix Già da alcuni anni, il cinema angloamericano ci ha abituati a non raccontare più biografie complete - come ai tempi di Gandhi o, più recentemente, Ray - ma brevi tratti di esistenza, istantanee di vita, brani scelti all'interno di storie personali conosciute fin nei minimi dettagli. Anzi, sembra quasi che Hollywood sia affascinata al pari da vite comuni divenute improvvisamente celebri (127 ore, Into the Wild, Captain Phillips, etc.) e vite notissime di cui sbirciare solo alcuni momenti - come nel caso di The Queen, Il discorso del re, I due presidenti, Frost/Nixon, A Royal Weekend e così via.

   

APPROFONDIMENTI | Un personaggio capace di definire un'epoca.

Il musicista che cadde sulla terra

martedì 16 settembre 2014 - Tirza Bonifazi

Jimi Hendrix, il musicista che cadde sulla terra Ci sono personaggi che sono stati capaci di definire un'epoca nonostante il loro passaggio sulla terra sia durato un attimo. Personaggi che, se fosse stata data loro la possibilità di vivere una vita lunga un secolo, avrebbero sviluppato un potenziale immenso. Che sono stati in grado di segnare durante la loro breve esistenza intere generazioni e che hanno permesso ai posteri di comprendere meglio il loro tempo. Questa è la storia di Jimi Hendrix, al secolo Johnny Allen Hendrix, che nacque nell'autunno del 1942 ma divenne leggenda una domenica di giugno del 1967, nell'estate dell'amore che si celebrò in California nella cornice del Monterey International Pop Music Festival.

   

NEWS | Il festival si svolgerà a Bologna dal 6 al 16 giugno.

All is by my side apre il biografilm 2014

mercoledì 12 marzo 2014 - a cura della redazione

Jimi: All Is By My Side apre il Biografilm 2014 Jimi: All Is by My Side, scritto e diretto da John Ridley (premio Oscar 2014 per l'adattamento di 12 anni schiavo), aprirà la decima edizione di Biografilm Festival, che si svolgerà a Bologna dal 6 al 16 giugno. Continua »

   

Ehi Jimi

di Alessandro De Simone Rivista del Cinematografo

Cinema e musica: un'unione perfetta, dal primo film sonoro ai giorni nostri. La grande Hollywood ha dato il meglio di sè con i musical di Minnelli, Cuckor e Donen, la generazione successiva, dagli anni Settanta in poi, ha concentrato i suoi sforzi sulla musica contemporanea, la rock opera. E il rock genera leggende, ne passarono tante sul palco di Woodstock (a proposito, chi non l'ha visto, recuperi il documentario di Michael Wadleigh), tra queste Jimi Hendrix, chitarrista satanico con un dono di Dio. »

Grande Jimi un marziano a Londra

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

«Clapton is God», Eric Clapton è Dio. Siamo nel 1966 e il celebre graffito londinese è ancora fresco di vernice ma già inesatto. Per difetto. Nella capitale inglese è appena sbarcato un altro dio, anche se non lo conosce ancora nessuno. Si fa chiamare Jimmy James e prima di arrivare lì suonava per un gruppo r&b in un localino di New York. È lì che lo nota in apertura una bella ragazza inglese, Linda. Il pubblico nemmeno lo guarda, Linda si mangia con gli occhi lui e la sua chitarra. Dopo il concerto infatti se lo porta a casa, gli offre uno zuccherino all'Lsd per conoscersi un po', ma gli dà anche consigli molto ragionevoli perché in fondo è una brava ragazza upper class. »

di Anna Maria Pasetti Il Fatto Quotidiano

Essere Jimi Hendrix. Il mistero del più grande chitarrista di tutti i tempi raccontato in un solo anno della sua breve vita, quel 1966 che segnò il suo incontro con Linda Keith (l'allora 20enne fidanzata di Keith Richards) fino alla vigilia del concerto di Monterey nel 1967 La giovane inglese fu una delle sua muse "scopritrici", portandolo con sé a Londra donde iniziò l'ascesa al successo. Il film di Ridley - sceneggiatore di 12 anni schiavo e regista dell'imminente serie tv Criminal America - si offre nella forma del biopic crepuscolare, molto attento al tentativo di assumere la visione di mondo di Hendrix che non a descrivere la sua vita. »

Storia di un anno visuto elettricamente

di Tiziana Lo Porto Il Venerdì di Repubblica

Arriva nelle sale italiane il 18 settembre (anniversario della morte del musicista) l'atteso biopic su Jimi Hendrix diretto dal premio Oscar John Ridley (12 anni schiavo). Il film, presentato al Biografilm Festival di Bologna (che come I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection si occupa della distribuzione in Italia del film), si chiama Jimi - All is By My Side e a interpretarlo è André Lauren Benjamin alias André 3000, musicista del duo hip hop OutKast. Insieme a lui Hayley Atwell, nei panni della storica fidanzata di Hendrix Kathy Etchingham, e Imogen Poots (scintillante protagonista di She's Funny That Way di Peter Bogdanovich, appena presentato alla Mostra del Cinema di Venezia) in quelli di Linda Keith. »

Jimi - All Is By My Side | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Pubblico (per gradimento)
  1° | catcarlo
  2° | elgatoloco
  3° | veritasxxx
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
Uscita nelle sale
giovedì 18 settembre 2014
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità