Pinuccio Lovero - Yes I Can

Un film di Pippo Mezzapesa. Con Pinuccio Lovero, Anna Pappapicco, Nicola Cambione, Giuseppe Germano, Giuseppe Modesto.
continua»
Commedia, durata 72 min. - Italia 2012. - Microcinema uscita giovedý 15 maggio 2014. MYMONETRO Pinuccio Lovero - Yes I Can * * * 1/2 - valutazione media: 3,79 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,79/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * -
 critica * * - - -
 pubblico * * * * 1/2
   
   
   
Pinuccio Lovero lavora come becchino in un piccolo paesino della Puglia. Un giorno decide di candidarsi alle elezioni amministrative.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Torna il becchino per vocazione Pinuccio Lovero: esilarante, poetico, onesto e fuor di retorica
Giustino Finizio     * * * * -

Il becchino Pinuccio Lovero, giÓ nel 2007 al centro del documentario di Pippo Mezzapesa dal titolo Pinuccio Lovero - Sogno di una morte di mezza estate, torna protagonista di un lavoro dello stesso regista dopo aver conosciuto una breve fama nazionale e una pi¨ sostanziosa popolaritÓ locale. Ora ha coronato il suo sogno riuscendo a lavorare nel pi¨ grande camposanto di Bitonto e al declino della sua celebritÓ ha deciso di porre rimedio lanciandosi nelle elezioni comunali con una vera e propria campagna elettorale incentrata su battaglie 'cimiteriali': pi¨ loculi, pi¨ fontane, pi¨ verde e servizi.
Il regista pugliese Pippo Mezzapesa torna a raccontarci vita e vicissitudini dell'uomo e personaggio Pinuccio Lovero, e della comunitÓ che lo circonda, a distanza di cinque anni dal documentario che ha contribuito ad accrescere la fama del suo protagonista. Il becchino per vocazione era sbarcato al Lido col motto 'riporter˛ la morte a Venezia'. Da lý una non troppo duratura parentesi in cui, incarnando nella morte la sua realizzazione, era diventato perfetto ospite di talkshow e trasmissioni tv italiane. Ma per personaggi simili, si sa, la fama Ŕ questione di un attimo e cosý, assaporata l'effimera gloria, Pinuccio Lovero, all'ambizione di essere becchino di un grande cimitero, affianca ora la strada della politica (in difesa del cimitero) confidando nella sua notorietÓ locale come accentratrice di voti: 'Pensa al tuo domani' Ŕ il suo slogan. Impossibile non affezionarsi al protagonista di questa storia. Diviso tra uomo e maschera, grottesco e ingenuitÓ, Pinuccio Lovero Ŕ il risultato di una personalitÓ, per lo pi¨ conosciuta a chi ha ben presente gli ambiti della provincia, che assume una propria autonomia attoriale pur nella sua genuinitÓ: un documentario che magicamente esce ed entra fuori da se stesso, capace, senza strappi e forzature, di generare una prestigiosa sintesi tra una inverosimile realtÓ che acquista i toni di una plausibile finzione. Ammettiamo che, dinanzi al suo protagonista, e ad una sequela di altri cittadini e concorrenti candidati politici in grado di incarnare discordanze ed armonie della provincia, Pippo Mezzapesa si muove con passo indeciso, diviso di fronte ad una realtÓ che mostra molte sfaccettature quasi impossibili da assecondare: il surreale, l'eccentrico e il paradossale convivono con la poesia, la sensibilitÓ, le solitudini e la spontaneitÓ. Davvero difficile dare un taglio a questa multidimensionalitÓ che appassiona ed empatizza, e Mezzapesa, pugliese anche lui, non riesce di certo ad avere quel giusto distacco per pennellare con tratto fermo e puntuale porzioni della realtÓ che vorrebbe mettere sotto indagine: il significativo 'piccolo' non ha la forza di trasformarsi in metafora della nostra cultura.
Diviso tra caricatura ed affetto, Mezzapesa non riesce a focalizzare quell'intento di 'denuncia' alla 'societÓ dello spettacolo'. Pinuccio Lovero - Yes I Can non diventa chiaro esempio dell'illusione della celebritÓ, specchio del nostro paese, del qualunquismo e del passo confuso della nostra politica. Poco male dopotutto, Pinuccio Lovereo- Yes I can non indigna, non Ŕ 'il funerale della politica', ma gli si vuole davvero bene. Quello che ne viene fuori Ŕ un felice risultato di lÓ dalle intenzioni: un ritratto poetico, divertito (e davvero divertente), fragile, onesto e fuori di retorica della provincia italiana e dei suoi eccentrici personaggi. Un piccolo gioiello che trasuda tutta la sensibilitÓ dell'autore, innamorato di questo piccolo mondo.

Sei d'accordo con la recensione di Giustino Finizio?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
72%
No
28%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Pinuccio Lovero
"M'araccumann a voteuu!!!"


vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Becchino per vocazione, Lovero lavorava nel cimitero di Mariotto, alle porte di Bitonto: nel suo primo anno di servizio, nessuno morý. Questo raccontava l'instant cult Pinuccio Lovero - Sogno di una morte di mezza estate, ma cinque anni dopo il regista Pippo Mezzapesa non l'ha mollato: Pinuccio corre per un posto di consigliere comunale a Bitonto e fa campagna elettorale con volantini simili a santini e il carro da morto per diffondere il messaggio, ovvero sistemare il cimitero per sistemare tutto (e tutti). »

Pinuccio Lovero, il becchino e la morte della politica

di Boris Sollazzo Altri

Pippo Mezzapesa Ŕ un regista di talento che una vera occasione, forse, non l'ha ancora avuta. Nel suo Il Paese delle spose infelici qualche scelta non azzeccata non l'aveva portato dove voleva e poteva, ma con Pinuccio Lovero, il suo straordinario antieroe che gli ha dato la visibilitÓ che meritava anni fa, Ŕ tutta un'altra storia. Chi Ŕ costui? Se non lo sapete, purtroppo, vuol dire che non avete visto Pinuccio Lovero. Sogno di una morte di mezza estate. Un documentario che in tempi non sospetti, qui in Italia, ha portato una storia geniale - un becchino senza lavoro, ansioso che qualcuno muoia perchÚ possa esercitare la sua professione in un luogo in cui nessuno passa a miglior vita per un anno - in un contesto cinematografico e narrativo nuovo e diverso. »

Per Pinuccio il cimitero Ŕ un parco dei divertimenti

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Cinque anni fa era stato un colpo geniale il documentario mediometraggio Pinuccio Lovero-Sogno di una morte di mezza estate . Dove con molta originalitÓ Pippo Mezzapesa componeva uno spaccato di provincia del Sud attraverso questo personaggio esuberante di Pinuccio che corona finalmente la sua ambizione di essere assunto come becchino, anche se solo a tempo determinato e non al camposanto della sua Bitonto bensý di una frazione. Solo che con sua grande frustrazione in quel periodo non muore nessuno. »

Se il becchino diventa metafora dell'Italia

di Silvio Danese Quotidiano Nazionale

Pinuccio il ritorno. Come XMen e l'Uomo Ragno. Superpoteri: terza media, becchino ispirato, innocenza politica e fiducia nell'onestÓ dei sogni. Ma non vince, smaschera: un meridione localista metafora d'Italia, svuotato di senso e concretezza fino al grottesco, involuto in un linguaggio sociale che allucina il potere come conquista privata di pro loco se non di appartamento, il proprio. Sequel del fortunato documentario sul giovanottone che voleva diventare "custode a livello cimiteriale", accolto qualche anno fa nei talk show di Bonolis e Magalli, Lovero decide di "scendere in campo", ma anche in camposanto, per difendere i valori di una buona gestione di loculi e tombe, nella scorsa kermesse elettorale. »

Pinuccio Lovero - Yes I Can | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedý 15 maggio 2014
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità