Womb

Film 2010 | Drammatico 107 min.

Regia di Benedek Fliegauf. Un film Da vedere 2010 con Eva Green, Matt Smith, Lesley Manville, Peter Wight, István Lénárt, Hannah Murray. Cast completo Genere Drammatico - Germania, Ungheria, Francia, 2010, durata 107 minuti. Uscita cinema venerdì 31 agosto 2012 distribuito da Bolero Film. - MYmonetro 2,90 su 21 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Womb
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Il fuoco della passione tra Rebecca e Tommy si spegne a causa di un incidente in cui lui perde la vita. La giovane, straziata dal dolore, decide di farsi impiantare nell'utero un nuovo Tommy.

Consigliato sì!
2,90/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,67
PUBBLICO 3,02
CONSIGLIATO SÌ
Un film che trascende la science-fiction per interrogarsi sulle prospettive del progresso scientifico.
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 6 luglio 2012
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 6 luglio 2012

Rebecca e Tommy si conoscono da preadolescenti e tra loro nasce un sentimento che verrà bruscamente interrotto dalla partenza di Rebecca. Quando, divenuti ormai un uomo e una donna, si incontrano di nuovo, l'amore ha modo di manifestarsi in tutta la sua intensità. Per breve tempo però, perché Tommy muore investito da un'auto e Rebecca si sente in qualche modo corresponsabile dell'incidente. Essendo ormai possibile la clonazione di esseri umani decide di farsi impiantare nell'utero un Tommy che crescerà come un figlio amatissimo. Senza rivelargli nulla della sua origine ma anche con la prospettiva di ritrovarsi davanti, una volta cresciuto, la copia dell'uomo che continua ad amare.
Premiato al Festival di Locarno nel 2010 Womb (letteralmente: grembo materno) è un film che sarebbe semplice accostare ad altre opere che hanno affrontato il tema della clonazione, prima fra tutte Non lasciarmi. Gli elementi ci sono tutti: un futuro che assomiglia al nostro presente, una società che discrimina le 'copie' che una fiorente attività ospedaliera aiuta a realizzare. Quello che però Benedek Fliegauf mette in luce è un elemento psicologico che non ha bisogno di attendere i cosiddetti 'progressi' della scienza per potersi manifestare con tutte le sue implicazioni devianti. La stessa scelta della location, le stupende spiagge selvagge del Mare del Nord battute dal vento, allontana il film da una prospettiva solo ed esclusivamente da science-fiction. Perché quella che ci viene raccontata di fatto è una mancata elaborazione della perdita della persona amata che finisce con il riversarsi morbosamente su un figlio. Quanti casi ha trattato la pratica psicoanalitica in cui una madre vuole rivedere nel figlio il consorte prematuramente scomparso?
La clonazione permette al regista di andare oltre, di non fermarsi dinanzi alla prospettiva dell'incesto originato da un aspetto che anche fisicamente è quello di chi non c'è più. Ma tutto il percorso precedente ci illustra, più con i silenzi che con le parole, il rapporto di protezione che si trasforma in gelosia nei confronti di un figlio a cui si attribuisce un duplice ruolo. Eva Green (che Fliegauf sembra avere avuto timore di invecchiare violandone la bellezza anche quando la storia lo richiedeva) porta sulle sue spalle il compito di sostenere un personaggio incapace di liberarsi da un senso di colpa profondo di cui seguiamo la complessa evoluzione descritta con grande sottigliezza psicologica che viene mantenuta fino all'ultima scena in cui una frase di Tommy rimette in gioco le certezze che credevamo acquisite.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 20 settembre 2012
osteriacinematografo

“Womb” è un film del regista magiaro Benedek Fliegauf,che ha scelto di trattare il tema della clonazione dal punto di vista della sua potenziale applicabilità alla quotidianità,dell’abuso in cui si potrebbe incorrere nel caso di libera fruibilità di un simile strumento. Il film narra la storia di due ragazzini che s’incontrano in riva al Mare del Nord.

lunedì 29 ottobre 2012
Ashtray_Bliss

Womb significa letteralmente grembo materno. Lo stesso grembo in cui Rebecca, tragica protagonista di questa meravigliosa pellicola, si fara impiantare un clone di Tommy, suo amato, morto in un fatale incidente stradale. Fin da subito dunque, il film ci pone davanti a un dilemma, ad una questione tanto delicata quanto scottante: cosa accadrebbe se fosse legale e possibile la clonazione umana? Questa [...] Vai alla recensione »

sabato 25 agosto 2012
Chiara Scolastica Mosciatti

Fin da bambina, Rebecca ama, riamata, Tommy, il quale muore in un incidente stradale. La perdita di Rebecca, però, non è irrimediabile, e  così, l'amore -ormai privo del suo oggetto- può concedersi un'altra occasione. Rebecca decide infatti di impiantarsi in utero un clone di Tommy e partorirlo.  "Womb" non è già più [...] Vai alla recensione »

domenica 8 luglio 2012
donni romani

Il titolo del film, Womb - grembo -  ha già in sè tutti gli elementi che compongono la trama, perchè la maternità e tutte le sue complesse implicazioni psicologiche sono al centro di un racconto che si svolge nel futuro, ma un futuro davvero molto vicino a noi,  che il regista Fliegauf  non enfatizza con gadget tecnologici o altre amenità tipiche delle [...] Vai alla recensione »

martedì 8 aprile 2014
Francesco2

Anziché cercare colpi bassi legati all'argomento che affronta, delicato e che facilmente si prestav a a virtuosismi manieristici, Fliegauf ritrae tutto ritraendosi. La macchina da presa suggerisce tutto il disagio e la situazione paradossale vissuta da un'ottima Eva Green, ed appare molto indicata nche la scelta di un'isola dal paesaggio scvabro: non per fare metafore facili, anzi, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 9 aprile 2014
Filippo Catani

Nel futuro si è ormai giunti alla clonazione di tutti gli esseri viventi uomini e donne inclusi. Una giovane ragazza, dopo aver assistito impotente alla morte dell'amato fidanzato in un incidente automobilistico, decide di farsi impiantare il clone del suo fidanzato che poi dovrà partorire e crescere come un figlio. Pochi sono i film che disturbano lo spettatore come questo dove però il disturbo ha [...] Vai alla recensione »

martedì 24 giugno 2014
mareincrespato70

In uno splendido paesaggio rarefatto, contornato da immense spiagge bagnate da mari settentrionali, due bambini, Rebecca e Thomas, si incontrano per caso e consolidano la loro amicizia: ma il destino, la scienza e l'uomo (o la donna matrigna?) moltiplicheranno rapporti, umori e sentimenti intrecciandoli diabolicamente, attraverso un amore infinito, ma anche autentico e “artificiale”. No [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 giugno 2014
nick castle

Come l'autonomia di un'auto elettrica, l'autonomia di un film è chiara sapendone cogliere quelli che sono i parametri di valutazione. Womb ha vita breve, non per l'assenza di pubblicità con cui è stato presentato, se non per qualche blando annuncio nella stampa specializzata, ma perchè fa ciò che un film non dovrebbe mai fare, deludere le aspettitive [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 agosto 2010
DARIO81

Ho avuto la fortuna di vdeere WOmb al festival di Locarno, anche se la trama non prometteva particolarmente. A sorpresa invece ho scoperto un film notevole, sia tecnicamente che a livello di recitazione. Lo spunto di riflessione sulla clonazione è decisamente interessante e non viene banalizzato in alcun momento, non ci sono scene superflue e i 107 minuti di durata volano nonostante non si aun film [...] Vai alla recensione »

venerdì 30 novembre 2012
Liuk

Non un film originale nè avvincente ma sicuramente d'autore. Lento, noioso e a volte banale, Womb lascia però il segno, è difficile da dimenticare ed entra nello spettatore attraverso gli sguardi fissi di una Eva Green superlativa. Da vedere.

giovedì 13 settembre 2012
Nuno's

"Ho paura...ora mamma, non so chi sei, e non so nemmeno chi sono io. Chi sei, mamma?" Riflessioni: Non si può negare che un film del genere provoca forti emozioni a tutti quelli che possiedono un minimo di sensibilità. La questione morale e non della clonazione spunta a galla, e mette a dura prova i sentimenti e la razionalità.

martedì 8 aprile 2014
folgore94

film di notevole spessore,lento sicuramente ma non noioso . il tema e' trattato in maniera drammatica ma ipnotica,fino alla ipotizzabile conclusione. non un film commerciale ,non adatto quindi a un grosso pubblico ,motivazione x i vari giudizi negativi

domenica 9 settembre 2012
astromelia

assolutamente sui generis,intensissimo e coinvolgente,tanto che nella scena clou ti viene voglia di gridare NO, peccato che si vedano con qualche anno di distanza dalla presentazione,ma sicuramente nulla toglie al quasi capolavoro,piccolo neo la green che non diventa mai vecchia,bella la fotografia e gli aspetti psicologici su ciò che potrebbe accadere se la clonazione umana avvenisse.

lunedì 13 maggio 2013
Perla Stella Bastoni

Film inquietante, nei suoi assunti fantascientifici e nella perfetta ambientazione in un mare invernale che enfatizza le atmosfere surreali da giallo psicologico. La giovane vedova che per rivivere il suo perduto amore si fa impiantare un clone del marito scomparso e rivive con lui la passione turba e mette a disagio le coscienze e tiene costantemente in bilico tra nostalgia e curiosità uno spettatore [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 agosto 2014
stefano bruzzone

 Womb è un film d'autore noiosissimo che affronta il tema della clonazione umana con una superficialità disarmante. 100 minuti lenti come di rado si vede per concludersi con un epilogo banale e se vogliamo pure fastidioso e discutibile liquidato nei restanti 7 minuti. La protagonista ritrova dopo 12 anni un amichetto di infanzia e in men che non si dica i due sono fidanzati e [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 aprile 2014
gerry 94

credo che sia davvero molto difficile muovere una riflessione o un voto a questo film che lascia davvero senza parole !! il film in alcuni punti e davvero noioso e davvero inquetante ma in altri punti evidenzia in modo quasi surreale degli aspetti di amore e sentimentalismo come non ho mai visto fare in nessun altro film !!  è davvero molto profondo e tocca degli aspetti mai toccati prima [...] Vai alla recensione »

domenica 24 marzo 2013
Kyotrix

Il tema della clonazione e' trattato anche bene e la bella Eva la si guarda sempre volentieri....ma il film e' lento, noioso, triste ( non per i sentimenti ), surreale per molti aspetti come l'ambientazione quasi 800esca, la palafitta/catapecchia sul mare che mi chiedo dome faccia avere corrente e riscaldamento, lo svolgimento del lavoro ( solo alla fine fanno vedere che lavora al pc da [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 marzo 2013
Pilotti

Incredibile come tanti ci caschino. Un film in cui si salvano solo le ambientazioni e la fotografia. Il resto è tutto specchietti per allodole: campi lunghi, grandi silenzi, dialoghi allusivi, non fanno che coprire con astuzia il nulla. Cominci ad accorgerti che qualcosa non torna valutando la recitazione degli attori, a partire da una Eva Green imbarazzante: negli interminabili silenzi di cui sopra, [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 novembre 2012
doni64

Film lento,cupo,opaco,triste,inutile.ecc.ecc.ma come fate a dire che e' un film bellissimo??...non ho parole ma ne sono rimasto deluso..voto?? 5

Frasi
"Un uomo di parole e non di fatti è come un giardino pieno di erbacce. E quando le erbacce iniziano a crescere, è come un giardino pieno di neve. E quando la neve inizia a scendere, è come un uccellino su un muretto. E quando l'uccellino spicca il volo, è come un'aquila nel cielo. E quando il cielo inizia a rumoreggiare, è come un leone alla porta. E quando la porta inizia a cedere, è come una bastonata sulla schiena. E quando la schiena inizia a dolere, è come un temperino nel cuore. E quando il cuore inizia a sanguinare,sei morto, morto di sicuro"
Una frase di Thomas (Matt Smith)
dal film Womb - a cura di Sahawk
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Boyd van Hoeij
Variety

Nonostante l’argomento insolito, il film del regista ungherese Benedek Fliegauf è molto convenzionale nella regia e nella narrazione, almeno fino alle inquietanti sequenze finali. Rebecca (Eva Green) decide di partorire e allevare un clone del suo fidanzato morto, Thomas (Matt Smith). La clonazione umana è accettata nel tempo e nel luogo indefiniti in cui si svolge il film, ma Rebecca si trasferisce [...] Vai alla recensione »

Boyd van Hoeij
European-films

Nonostante l’argomento insolito, il film del regista ungherese Benedek Fliegauf è molto convenzionale nella regia e nella narrazione, almeno fino alle inquietanti sequenze finali. Rebecca (Eva Green) decide di partorire e allevare un clone del suo fidanzato morto, Thomas (Matt Smith). La clonazione umana è accettata nel tempo e nel luogo indefiniti in cui si svolge il film, ma Rebecca si trasferisce [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Il pretesto rientra nel paradigma fantascientifico, ma (come il recente Non lasciarmi) non si tratta di un film di sci-fi: è piuttosto un dramma di anime, con forti tentazioni di cinema d’autore. In una solitaria località ai bordi dell’oceano, Rebecca e Tommy si conoscono e si amano. Sono ancora bambini: però, una volta cresciuti, avviene un nuovo incontro e nasce la passione.

NEWS
VIDEO
mercoledì 22 agosto 2012
Nicoletta Dose

Girato a Sankt Peter-Ording, sulla costa del Mare del Nord della Germania, Womb, il quarto lungometraggio del regista ungherese Benedek Fliegauf, è un film che affronta, con audacia, il tema della clonazione.

NEWS
martedì 21 agosto 2012
 

Premiato al Festival di Locarno nel 2010 Womb (letteralmente: grembo materno) è un film che sarebbe semplice accostare ad altre opere che hanno affrontato il tema della clonazione, prima fra tutte Non lasciarmi.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati