Civico 0

Un film di Francesco Maselli. Con Ornella Muti, Massimo Ranieri, Letizia Sedrick Drammatico, durata 80 min. - Italia 2007. - Cinecittà Luce uscita venerdì 23 novembre 2007. MYMONETRO Civico 0 * * 1/2 - - valutazione media: 2,80 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato sì!
2,80/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * - -
Civico 0 è il ritorno di Citto Maselli all'essenziale, in un percorso di vita che non ha mai abbandonato, attento ai dettagli del sociale, alle vite vissute ai margini.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
primo piano
Dal romanzo di Federico Bonadonna, un film dallo sguardo neorealista senza eccessivi pietismi
Pierpaolo Simone     * * * - -

Senza tetto né legge, se non quella della povertà cui ci si rassegna giorno dopo giorno. Civico 0 è il ritorno di Citto Maselli all'essenziale, in un percorso di vita che non ha mai abbandonato, attento ai dettagli del sociale, alle vite vissute ai margini. E proprio al partire dal titolo, un numero civico senza fissa dimora, racconta le storie di tre "personaggi" reali, frutto di centinaia di testimonianze raccolte per Roma, che ospita più di diecimila senza casa.
Stella, giovane etiope che ha attraversato a piedi il deserto per giungere in Italia, nella speranza di un lavoro. Dopo aver ritrovato Joseph, un suo vecchio compagno africano, i due si sposano e vivono di stenti, spostandosi di città in città per cogliere l'attimo di un faticoso impiego stagionale. Nina, arrivata in Italia senza sapere una parola della nuova lingua, è costretta a vivere in terribile solitudine, senza mai uscire di casa a causa del mancato permesso di soggiorno, segregata insieme a due anziane signore sole che le danno da vivere. Infine Giuliano, che per tutta la vita si è alzato alle tre del mattino per mandare avanti il suo banco della frutta a Campo de' Fiori.
Dopo l'improvvisa morte della madre, cui era legato in maniera indissolubile, perde la ragione e inizia a vagare per la capitale senza una meta. Queste tre storie, interpretate da altrettanti attori professionisti - Massimo Ranieri, Ornella Muti e Letizia Sedrick - sono accompagnate dalla voce narrante dei veri diseredati che, senza eccessivi pietismi, si mettono al servizio della drammaturgia di Maselli, una disperazione e una precarietà sottolineati dall'onnipresenza della musica e da un unico filo conduttore: il desiderio di riaffermare la dignità umana al di fuori di ogni razza e colore, in uno sguardo neorealista che piaceva allora e commuove anche adesso.

Stampa in PDF

Premi e nomination Civico 0

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
1
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Civico 0 adesso. »

INCONTRI | Maselli racconta il dramma di barboni e immigrati d'Italia.

Quando la casa è la strada

mercoledì 21 novembre 2007 - Claudia Resta

Civico 0: quando la casa è la strada Stella (Letizia Sedrick) è una giovane etiope che attraversa il deserto per poi arrivare a vivere in una baracca fuori Roma. Nina (Ornella Muti) parte con un pullman dalla Romania e si ritrova reclusa in casa. Giuliano (Massimo Ranieri) cade nella disperazione della solitudine. Quarant'anni dopo Storia di Caterina, Francesco "Citto" Maselli si cimenta di nuovo con un docufilm che riprende fatti di cronaca. Nel 1953 l'episodio all'interno di Amore in città aveva segnato il suo debutto nella regia narrativa e ricostruiva, esattamente come ha fatto oggi, un fatto di cronaca realmente esistito.

Tre solitudini nella nuova Italia

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Una ragazza africana, una donna romena, un popolano romano non giovane. In Civico 0 Tre parabole, non solo relative alle nuove problematiche immigratorie, della difficoltà di esistere e inserirsi. La ragazza africana attraversa tutta la via crucis dell'ingresso clandestino in Italia ma incontra un ragazzo del suo stesso paese e, tra mille ostacoli e ostilità, almeno si sostengono. La donna romena vive una condizione altrettanto insopportabile con l'aggravante della solitudine fino a quando il marito rimasto in patria, ingegnere disoccupato, non viene d'impulso a riprendersela. »

«Civico 0», la casa dove abitano i destini cancellati

di Roberto Silvestri Il Manifesto

Annunciato come film documentario fin dai titoli di testa Civico 0 di Francesco Maselli è piuttosto una dolorosa riflessione sugli abitanti delle metropoli neocapitalistiche in recessione, rielaborazione di vicende di povertà e emarginazione. Forse non ancora film perché si cerca, nel passaggio dalla storia vera all'interpretazione, di regalare almeno per una volta un'aura di protagonismo a destini cancellati. Questo obiettivo è raggiunto con tre interpreti ognuno con una sua nota dominante: l'energia di Letizia Sedrick nel far avanzare la nigeriana Stella attraverso la ricerca di un posto dove vivere, la catatonia di Ornella Muti a anticipare lo stato depressivo in cui cadrà la sua Nina, badante rumena reclusa in un appartamento, l'intensità raggiunta da Massimo Ranieri con il suo fruttarolo romano di Campo de' Fiori. »

I poveri al tempo della globalizzazione

di Lietta Tornabuoni La Stampa

«Civico Zero» indica i senzatetto e senza fissa dimora, non rintracciabili ad alcun domicilio, non trovati né cercati da nessuno, destinatari di nulla: è la condizione in cui vivono milioni di persone nel mondo, oltre 12.000 persone a Roma. Francesco Maselli racconta, come in altri suoi film, questi romani poveri. Il film documentario, oppure docu-film,, è ispirato liberamente a un libro, Il nome del barbone di Federico Bonadonna (edizione Deriva Approdi) ed è stato preparato da cento interviste-documento raccolte da Gioia Benelli e Susanna Capristo: da questi materiali, il regista ha condensato tre storie, chiedendo di interpretarle anche ad attori famosi. »

di Emiliano Morreale Film TV

Ispirandosi al libro Il nome del barbone di Raffaele Bonadonna, Citto Maselli ha rimesso in scena le testimonianze di alcune persone finite fra gli homeless facendole interpretare ad attori. Il modello è quello del sottile equilibrio tra finzione e verità del Zavattini anni '50, de L'amore in città (dove Maselli era presente con il memorabile Storia di Caterina). Come risultato, invece, immaginate le ricostruzioni filmate di Chi l'ha visto? allungate per un'ora e venti. E a dispetto dell'ostentata immediatezza della messinscena, abbondano grevi infiorettature (ralenty, inquadrature "artistiche", abuso della musica). »

Civico 0 | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (1)


Articoli & News
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 23 novembre 2007
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità