La donna perfetta

Un film di Frank Oz. Con Nicole Kidman, Matthew Broderick, Bette Midler, Glenn Close, Christopher Walken.
continua»
Titolo originale The Stepford Wives. Commedia nera, durata 93 min. - USA 2004. MYMONETRO La donna perfetta * * 1/2 - - valutazione media: 2,54 su 49 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,54/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * 1/2 - - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Ispirato a "La Fabbrica delle mogli", un thriller del 1975, il film di Oz si traspone nel mondo consumistico attuale in cui i media la fanno da padroni: una donna di successo è portata dal marito nel Connecticut, a Stepdford, dove tutto sembra perfetto.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Commedia americana perfida e caustica, ma troppo disarticolata
Mattia Nicoletti     * * - - -

Un reality show, nella realtà di una donna di successo della televisione, si trasforma quasi in tragedia. Il vero dramma è che la protagonista perde il suo posto di lavoro, e, per recuperare da una profondo esaurimento nervoso, viene portata dal marito nel Connecticut, a Stepdford, dove tutto sembra perfetto.
Ispirato alla Fabbrica delle mogli, un thriller del 1975, il film di Frank Oz si traspone nel mondo consumistico attuale in cui i media la fanno da padroni, con un tono da commedia americana, perfida e caustica. Dopo un incipit coinvolgente e vicino a quello che potremmo vedere sul piccolo schermo o al telegiornale, La donna perfetta dimostra un'indecisione del plot nel volgere al thriller per tornare, repentino, sui passi grotteschi della sequenza iniziale. È questa doppia anima che non convince, e riduce le performance dell'altisonante cast, a numerose situazioni isolate, mai amalgamate, che non possono non produrre ilarità, anche con intelligenza. Sono attimi che irridono miti e leggende molto vicine a noi, come la T-shirt con l'immagine di Viggo Mortensen trovata nel cestino dell'immondizia o la frase di Cristopher Walken che riassume i forti legami verso uno status sociale ("Mike non è il mio vero nome. Ho deciso di farmi chiamare così per via del luogo in cui lavoro. La Microsoft"). Guizzi geniali in un film disarticolato che ha il pregio di fare uscire dalla sala lo spettatore con un immancabile e sottile sorriso sul volto.

Stampa in PDF

Premi e nomination La donna perfetta MYmovies
Fantafilm cento anni di cinema di fantascienza
La donna perfetta recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
* * - - -

Non mi ha entusiasmato

venerdì 18 agosto 2006 di CheekyBoy

La donna perfetta In un gradevole respiro di dialoghi finali si conclude la storia arrivando al punto di dire,per l'ennesima volta,che la perfezione non esiste. L'essere perfetto non sta al genere umano,è qualcosa d'inclassificabile e di molto lontano,la stessa cosa si può dirla al film che non rincorre questa linearità. Tratto da un romanzo scritto da Ira Levin,nel 1975 Bryan Forbes nè trasse anche una traslazione cinematografica alquanto positiva e rilevante.Il titolo originale è"La fabbrica continua »

* * * - -

Donne perfette o "barbie un po' rincitrullite"?

giovedì 19 marzo 2009 di Marina

Se dietro un uomo di successo ci sta una grande donna, chi sta dietro ad una donna di successo? Una possibile risposta è data da questo film: Joanna è direttrice di un grande network e pare portare avanti un'accanita battaglia dei sessi attraverso i suoi programmi. Come donna in carriera il licenziamento improvviso le provoca un collasso nervoso; il marito decide così di ricostruire il matrimonio (dato che Joanna è stata una moglie e madre assente) trasferendosi nella "perfetta" cittadina di continua »

* * - - -

Miscuglio di generi senza decidersi!

lunedì 3 ottobre 2016 di toty bottalla

Ispirato al romanzo di Ira Levin già film nel 75, "La Donna Perfetta" sembra stereotipare l'immaginario collettivo, un racconto messo in scena fra il grottesco e il ridicolo con punte comiche di fantascienza, in questo quadro inverosimile la Kidman si muove bene dando prova della sua bravura sostenuta da personalità e bellezza, buona la vivace fotografia in perfetta sintonia con la storia allucinante, il finale sdolcinato, sentimentale e ironico è il miglior modo continua »

Nicole Kidman e Bette Midler
Questo signore ti importuna?
Sì, è mio marito.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Nicole Kidman e Bette Midler
Questo signore ti importuna?
Sì, è mio marito.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Bette Midler e
Tutte le donne di questa città sono perfette e sensuali gatte morte, tutti gli uomini degli sfigati bavosi. Non è una cosa un po’ strana?
Non per me.
Perché no?
Lavoro in televisione.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5

di Giulia D'Agnolo Vallan Ciak

Da un thriller cupo, nato dal clima culturale dei femminismo anni settanta, a una commedia sopra le righe realizzata da un Major controllata da una donna (la Paramount, di Sherry Lansing) nell’era di “superdonne” come Hillary Clinton e Karly Fiorina; dalla dolce, vagamente robotica, Katharine Ross alla fierezza accesa di Nicole Kidman; dall’adattamento di un romanzo di Ira vin ad una reinvenzione totale firmata dal commediografo e satirista Paul Rudnick: è La donna perfetta, remake di La fabbrica delle mogli di Bryan Forbes, diretto oggi da Frank Oz che, insieme a Rudnick, aveva già lavorato su schermaglie di identità e stereotipi tra sessi nella commedia In and Out. »

di Antonello Catacchio Il Manifesto

Anche per il cinema, come avviene per la storia, la prima volta è dramma, la seconda farsa. Andate a rivedere La fabbrica delle mogli (1975), tratto dal romanzo di Ira Levin e diretto da Bryan Forbes con Katharine Ross e Peter Masterson e avrete un ottimo fantasy dai risvolti drammatici, capace di inchiodare l'ipocrisia dei ruoli famigliari. Confrontatelo con La donna perfetta, il fresco remake di Frank Oz che vanta Nicole Kidman e Matthew Broderick come protagonisti, attorniati da un cast stellare (Glenn Close, Bette Midler, Christopher Walken etc. »

di Valerio Caprara Il Mattino

Dispiace dirlo e persino pensarlo, ma la bella e brava Nicole Kidman sembra coltivare la vocazione a sbagliare i ruoli e i film. La fabbrica delle mogli era il titolo del romanzo di Ira Levin da cui venne tratto nel '75 un ottimo film di Bryan Forbes; l'attuale remake s'intitola, invece, La donna perfetta e ha il grande demerito di trasformare le insinuanti atmosfere thrilling dell'originale in una commedia alquanto banale, punteggiata da gag ridanciane e da dialoghi che privilegiano il comico sul mistery. »

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Difficile la vita, per le coppie giovani che decidono di formare una famiglia. Al cinema non sono quasi rappresentate: salvo rare eccezioni, come "Casomai" di Alessandro D'Alatri o questa commedia-dramma di Livia Giampalmo. Mamma e papà di due petulanti gemellini, Chiara e Nanni sbarcano il lunario come maestra e istruttore di ginnastica. Malgrado coltivi il senso del dovere, l'uomo rimpiange la rinuncia alla carriera d'attore e, di nascosto, si presenta a provini teatrali. Un giorno, per caso, Chiara sorprende il marito in intimità con una collega; è successo poco o niente, ma lei non tollera il tradimento e la coppia scoppia. »

La donna perfetta | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | cheekyboy
  2° | toty bottalla
  3° | marina
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità