Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
domenica 16 dicembre 2018

Vincent Lacoste

Data nascita: 1993, Parigi (Francia)
Vincent Lacoste
Cesar 2017
Nomination miglior attore non protagonista per il film Tutti gli uomini di Victoria di Justine Triet

Cesar 2015
Nomination miglior attore per il film Ippocrate di Thomas Lilti

Cesar 2010
Nomination miglior attore esordiente per il film Il primo bacio di Riad Sattouf



Ippocrate

* * * - -
(mymonetro: 3,06)
Un film di Thomas Lilti. Con Vincent Lacoste, Jacques Gamblin, Reda Kateb, Marianne Denicourt, Flix Moati.
continua»

Genere Commedia drammatica, - Francia 2014. Uscita 07/06/2018.

Tutti gli uomini di Victoria

* * * - -
(mymonetro: 3,00)
Un film di Justine Triet. Con Virginie Efira, Vincent Lacoste, Melvil Poupaud, Laurent Poitrenaux, Laure Calamy.
continua»

Genere Drammatico, - Francia 2016. Uscita 25/01/2018.

Saint Amour

* * * - -
(mymonetro: 3,00)
Un film di Benot Delpine, Gustave Kervern. Con Grard Depardieu, Benot Poelvoorde, Vincent Lacoste, Cline Sallette, Gustave Kervern.
continua»

Genere Commedia, - Francia, Belgio 2016. Uscita 27/10/2016.

Lolo - Gi le mani da mia madre

* * * - -
(mymonetro: 3,00)
Un film di Julie Delpy. Con Julie Delpy, Dany Boon, Vincent Lacoste, Karin Viard, Georges Corraface.
continua»

Genere Commedia, - Francia 2015. Uscita 01/09/2016.

Eden

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,50)
Un film di Mia Hansen-Lve. Con Flix de Givry, Pauline Etienne, Hugo Conzelmann, Roman Kolinka, Vincent Macaigne.
continua»

Genere Drammatico, - Francia 2014. Uscita 13/08/2015.
Filmografia di Vincent Lacoste »

domenica 4 novembre 2018 - Giunge alla conclusione la 31 edizione del Festival di Tokyo. Tutti i premi.

Tokyo Film Festival sempre pi autonomo e innamorato del cinema italiano

Emanuele Sacchi cinemanews

Tokyo Film Festival sempre pi autonomo e innamorato del cinema italiano Si concluso sabato 3 novembre il Tokyo International Film Festival, sui passi tonitruanti di Godzilla nella sua ultima incarnazione "cosmica", l'anime Godzilla: The Planet Eater. Un'edizione, la 31esima, che ha attirato un pubblico di circa 62.000 unit e un totale di 155.000 persone contando i vari eventi associati alla manifestazione. Una crescita anche rispetto all'anno precedente, che testimonia come il TIFF si stia svincolando dal ruolo di veicolo del cinema occidentale in Estremo Oriente per incarnare un ruolo di manifestazione guida per il cinema asiatico, in alternativa e in parte in competizione con il festival coreano che si tiene a Busan. Per l'Italia stata un'edizione speciale, visto che la giuria presieduta dal regista filippino Brillante Mendoza ha conferito ben due premi a Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis, quelli per la migliore regia e migliore attrice (Pina Turco). Abbiamo scritto pi volte in questi giorni sul significato di questo film e sull'importanza del suo successo globale, tanto a Roma, dove si aggiudicato il premio del pubblico, che a Tokyo, dove ha entusiasmato i giurati. Il pubblico di Tokyo ha invece preferito Another World di Junji Sakamoto, toccante ritratto di amicizia e rimpianti in una cittadina di provincia. Sorprendente l'attribuzione del primo premio, il Tokyo Grand Prix del valore di 50 mila dollari: se lo aggiudica Amanda di Mikhal Hers, film francese transitato a Venezia nella sezione Orizzonti, che ha anche vinto il premio per la migliore sceneggiatura. il racconto dell'elaborazione di un lutto improvviso e inatteso, che colpisce in maniera devastante il fratello e la figlia piccola rimasta orfana, trasformando irreversibilmente le loro vite in una Parigi squassata dal dolore in seguito agli attacchi dei terroristi. Un mlo semplice e intenso, attento a non scegliere mai soluzioni eccessive. Protagonista il Vincent Lacoste gi apprezzato in Plaire, aimer et courir vite di Christophe Honor, in competizione quest'anno a Cannes, che per cede il passo a Jesper Christensen per il premio come miglior attore. Christensen, gi visto in Casino Royale, interpreta un anziano fattore rimasto vedovo in Before the Frost (For Frosten), uno spigoloso studio della vita agraria nella Danimarca rurale con il testardo protagonista insidiato da una coppia di ricchi e minacciosi possidenti svedesi. Una visione cruda e pessimista, guidata da una camera a mano che segue da vicino ogni mossa del personaggio di Christensen. Il film si aggiudica anche il Premio speciale della giuria, in sostanza il secondo premio per importanza dopo il Tokyo Grand Prix. Il cinema asiatico si consola con le sezioni dedicate in maniera esclusiva al continente, quali Asian Future, dove ha vinto come miglior film A First Farewell dell'esordiente Lina Wang e come Spirit of Asia Award il cinese Wushu Orphan di Huang Huang. La sezione tutta nipponica Japanese Cinema Splash ha invece visto primeggiare Katsumi Nojiri con il suo Lying To Mom. Chiss quale di questi titoli vedremo al prossimo Far East Film Festival di Udine. Intanto, sul sipario che cala, ancora un pensiero al caloroso apprezzamento ricevuto dal cinema italiano all'altro capo del mondo.

   

Altre news e collegamenti a Vincent Lacoste »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità