Fumer Fait Tousser

Film 2022 | Commedia, 80 min.

Regia di Quentin Dupieux. Un film Da vedere 2022 con Adèle Exarchopoulos, Anaïs Demoustier, Gilles Lellouche, Benoît Poelvoorde. Cast completo Genere Commedia, - Francia, 2022, durata 80 minuti. distribuito da I Wonder Pictures. - MYmonetro 3,17 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Fumer Fait Tousser tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 23 maggio 2022

Un gruppo di vigilantes parte per un ritiro di una settimana per ritrovare lo spirito di squadra.

Consigliato sì!
3,17/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,83
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Premi
Cinema
Trailer
Dupieux si conferma il re del nonsense scatenandosi questa volta in uno spassoso gioco contro il politicamente corretto.
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 23 maggio 2022
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 23 maggio 2022

In un futuro imprecisato la Tobacco Force è una squadra di supereroi che affronta mostri da kaiju eiga a colpi di nicotina e catrame. Di fronte alla minaccia apocalittica di Lezardin, il capo della squadra ritiene che serva un momento di raccoglimento per ritrovare lo spirito di gruppo necessario. Durante la temporanea vacanza, gli eroi cominciano a raccontarsi storie spaventose.

Ormai avvezzi alle escursioni nel grottesco e nel surreale del prolifico Quentin Dupieux, la domanda ricorrente riguarda il livello fino a cui il regista e producer musicale possa ancora alzare l'asticella e se sia in grado di inventarsi qualcosa di altrettanto spiazzante e irresistibile.

Fumer fait tousser non smentisce la fama del re del nonsense, calando lo spettatore in una parodia dei Power Rangers per poi portarlo per mano verso tutt'altro. Il cast è nuovamente costellato di divi del cinema francese - Adèle Exarchopulous, Anaïs Demoustier, Benoît Poelvoorde, Vincent Lacoste - intenti a recitare le battute più insensate della loro carriera.

La struttura tra Decameron e storia di fantasmi, con i racconti incrociati accomunati dal tema horrorifico, è forse un dispositivo usurato, ma è ormai noto che Dupieux badi a tutt'altro che al contenuto strictu sensu. Soprattutto nelle ultime opere, da Doppia pelle in avanti, è sempre più evidente come sotto l'allegoria demenziale si celi una critica feroce della società in cui viviamo. Là era il mondo narcisistico dei social network nel centro del mirino, qui le battute sul tabagismo divengono grimaldello per rivelare il politicamente corretto come il vero mostro da kaiju eiga con cui occorre confrontarsi.

È forse cominciata con la stretta contro sigarette e fumatori quella, sottile e invisibile, tendenza alla restrizione della facoltà di pensiero e di azioni, che oggi ci rende meno liberi di un tempo? Sembra suggerirci questo Quentin Dupieux, tra frizzi e lazzi, guardando a un'età perduta in cui si rideva in maniera spensierata su se stessi e sugli altri e anche il diritto all'autolesionismo, insito nel vizio del fumo, era più semplice da mettere in atto.

Oggi indossare una maschera che estende i propri pensieri e isola dagli altri - di nuovo il mondo virtuale e la personificazione di un avatar, come per Doppia pelle? - significa diventare un serial killer, mentre il sesso è vissuto con assoluto disincanto, come merce di scambio per acquisire potere.

Nello spassoso gioco di raddoppio delle assurdità, che spesso si annullano per rivelare una scomoda verità, emerge un quadro malinconico e pessimista, in cui l'ipotetico viaggio indietro nel tempo della Tobacco Force suona come l'unica speranza di rimettere a posto le cose e costruire un futuro migliore. Tante risate nell'immediato, qualche amara riflessione sulla lunga distanza.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 31 maggio 2022
Giulio Sangiorgio
Film TV

Dopo aver presentato pochi mesi fa, alla scorsa Berlinale, Incroyable mais vrai (mentre usciva il suo album italiano, Voilà), Dupieux porta a Cannes il suo undicesimo lungo: titolo da monsieur de La Palice, per un autore a cui interessa da sempre mettere in crisi i dati e gli abusati, le catene del pensiero, l'immaginario commerciale. Con un cinema scemo: letteralmente de-mente, che non fa semplicemente [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 maggio 2022
Raffaele Meale
Quinlan

Al di là di ciò che di può pensare delle sortite cinematografiche di Quentin Dupieux, è impossibile non constatare come il suo standard produttivo, a venti anni dall'esordio Nonfilm, sia in tutto e per tutto estraneo alla prassi europea. Sono passati solo tre mesi dalla presentazione alla Berlinale di Incroyable mais vrai ed ecco che sulla Croisette, tra le "séances spéciales", viene selezionato Fumer [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 maggio 2022
Antonio D'Onofrio
Sentieri Selvaggi

Fantastico, irriverente, grottesco. Quentin Dupiex come al solito rimbalza sul reale e lo traveste in una forma beffarda, declinato in espansione favolosa. Stavolta si serve di un gruppo improvvisato di supereroi con un costume da Power Ranger, la Tabac Force (l'insieme tossico dei componenti del tabacco, mercurio, nicotina, metanolo, ammoniaca e benzene) per combattere una guerra indisciplinata contro [...] Vai alla recensione »

NEWS
CANNES FILM FESTIVAL
lunedì 23 maggio 2022
Emanuele Sacchi

Dupieux continua il suo spassoso gioco nascondendo però qualche amara riflessione. Fuori Concorso. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati