•  
  •  
Apri le opzioni

Francesca Bertini

Francesca Bertini (Elena Seracìni Vitièllo) è un'attrice italiana, è nata il 11 aprile 1892 a Firenze (Italia) e muore il 13 ottobre 1985 all'età di 93 anni a Roma (Italia).

Affascinante, romantica, leggendaria, misteriosa, raffinata ed elegante, Francesca Bertini con la carica e la forza simbolica delle sue interpretazioni, è riuscita a portare il fenomeno divistico italiano a un livello di perfezione. Nata da una modesta attrice toscana, fu adottata da un trovarobe napoletano e si trasferì a Napoli, dove iniziò prestissimo a recitare, debuttando nella compagnia dialettale di Eduardo Scarpetta che le trovò lo pseudonimo di Francesca Bertini. Presente in vari film italiani fra il 1908 e il 1912, nel 1915 era già la diva per antonomasia (fu proprio per lei che venne coniato per la prima volta l'epiteto di "diva"), contesa dai produttori e idolatrata dal pubblico. Bellissima e fotogenica, ma dotata anche di uno straordinario temperamento, ha interpretato con successo sempre crescente i ruoli più disparati. Quando interpretò Assunta Spina (1915) di Gustavo Serena, uno dei personaggi più emblematici del teatro napoletano, dimostrò, con una recitazione ora sanguigna ora sofferta che non trovava riscontro nei film di quell'epoca, di essere un'autentica protagonista. Il personaggio di Assunta Spina le consentì di mettere in luce l'intera gamma delle sue straordinarie capacità espressive. Dei suoi numerosissimi film si possono ricordare inoltre: L'histoire d'un Pierrot (1913), La signora delle camelie (1915), Fedora (1916), Don Pietro Caruso (1917), Tosca (1918), la serie de I sette peccati capitali (1919-20) e la tre edizioni di Odette (1916, 1927 e 1934). Interruppe la sua attività nel 1921 in seguito al matrimonio con il conte Paul Cartier, per tornare poi solo sporadicamente sullo schermo. In quel periodo rifiutò anche un'offerta di un milione di dollari fattale da William Fox con l'intenzione di incoronarla "regina" di Hollywood. Tornò a recitare in teatro in Spagna, dove apparve anche nel film Dora, la espia (1943) di Raffaele Matarazzo. Nel 1973 ha pubblicato un libro di memorie dal titolo Il resto non conta, e nel '76 è stata chiamata da Bernardo Bertolucci per interpretare la parte di una suora in Novecento. Infine nel 1982 raccontò i fasti trionfali della sua carriera con ironia e serenità nella lunga intervista a Gianfranco Mingozzi per L'ultima diva. Vedendola ancora piena di vitalità e fascino a novant'anni compiuti, veniva da pensare che a lei, più che a Gloria Swanson, si potevano adattare le battute di Norma Desmond in una scena di Sunset Boulevard (Viale del tramonto, 1950) di Billy Wilder: «Io sono ancora grande: è il cinema che è diventato piccolo».

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 1976), 310 min.
Drammatico, (Italia - 1934), 91 min.

Focus

FOCUS
venerdì 19 novembre 2021
Giovanni Bogani
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati