La più grande storia mai raccontata

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La più grande storia mai raccontata  
Un film di George Stevens. Con Martin Landau, Max von Sydow, José Ferrer, Telly Savalas, Van Heflin.
continua»
Titolo originale The Greatest Story ever Told. Religioso, durata 141 min. - USA 1965. MYMONETRO La più grande storia mai raccontata * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

NEWS | A Gesù hanno dato corpo e volto decine di attori. In estrema sintesi la memoria rimanda le prestazioni di alcuni dei divi maggiori gestiti da registi accreditati.

Rivedendo il vangelo secondo matteo di pasolini

sabato 19 settembre 2020 - Pino Farinotti

Rivedendo Il vangelo secondo Matteo di Pasolini La morte di Enrique Irazoqui non può non evocare il suo Gesù nel Vangelo secondo Matteo di Pierpaolo Pasolini. Non c'è dubbio che quel giovane spagnolo, che non aveva mai fatto l'attore, faccia parte di una precisa memoria del cinema. La sua intensità, favorita anche da Enrico Maria Salerno che lo doppiava, è possibile che derivasse dalla sua cultura e da una certa applicazione. Enrique aveva allora, nel 1964, vent'anni, ma già possedeva un background preciso, il segnale di un destino. Ben al di là del cinema.

   

FOCUS | Quella domanda del Cavaliere sul mistero della fede era qualcosa a cui tutti noi, negli anni vulnerabili della formazione e dei cineforum, assistevamo con occhi incantati, animo propizio e sussulto del cuore. Di Pino Farinotti.

Una pietra alla stonehenge della storia del cinema

martedì 10 marzo 2020 - Pino Farinotti

Max Von Sydow, una pietra alla Stonehenge della storia del cinema “Io vorrei sapere: senza fede, senza ipotesi. Voglio la certezza. Voglio che Iddio mi tenda la mano e scopra il suo volto nascosto, e voglio che mi parli. Il suo silenzio non ti parla? Lo chiamo e lo invoco, e se egli non risponde io penso che non esiste. Forse è così, forse non esiste. Ma allora la vita non è che un vuoto senza fine: nessuno può vivere sapendo di dover morire un giorno come cadendo nel Nulla, senza speranza. Molta gente non pensa né alla morte né alla vanità delle cose.

   

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema secondo Farinotti.

Il grande cinema del nord (2^ parte)

venerdì 20 marzo 2009 - Pino Farinotti

Storia 'poconormale' del cinema: il grande cinema del Nord (2^ parte) Dies irae, il film di Carl Theodor Dreyer, è perfetto a rappresentare quasi tutte le estetiche, le poetiche e i codici di un cinema, quello del Nord, che si pone in una posizione di vertice che trascende lo stesso concetto di cinema per assestarsi su altri livelli. La comprensione di Dies irae è la comprensione di un movimento. Nella puntata precedente ero arrivato al paragrafo "espressionismo". Col luteranesimo, così fisicamente, "famigliarmente" presente, persino oppressivo, Dreyer deve dunque confrontarsi.

La più grande storia mai raccontata | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | luca agnifili
  2° | roberto mastrosimone
Premio Oscar (12)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Vulnerabili
mercoledì 30 settembre
Gli spostati
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità